Cava de’ Tirreni: partita a scacchi in costume in piazza Abbro

Si è svolta questa mattina nella sala consiliare del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni la conferenza stampa di presentazione dell’evento inserito nel programma “Giochi e tradizione nella Cava del Medioevo” Partita a scacchi in costume che si vivrà in piazza Abbro nei prossimi due fine settimana di settembre. Il sindaco Galdi e l’assessore Adinolfi hanno sottolineato la valenza dell’iniziativa che ha uno scopo promozionale per la città. Il gioco degli scacchi come occasione di rilancio turistico e con il coinvolgimento delle migliori espressioni della tradizione della vallata: i tromboni eri, gli sbandieratori, i cavalieri della Città. Le partite a scacchi saranno animate infatti proprio dai pistonieri di volta in volta, nei loro tipici costumi dell’epoca. A condurre il gioco invece personalità politiche, amministratori locali, esponenti della società civile, personaggi dello spettacolo e della cultura. Si comincerà sabato sera alle ore 20 con un duello particolare. Da un lato il sindaco, prof. Marco Galdi, e dall’altra un personaggio la cui identità sarà svelata solo all’ultimo momento. Due minuti per mossa, questo il tempo a disposizione per ciascun giocatore mentre il banditore dall’alto del balcone al primo piano del Palazzo di Città comunicherà alla piazza le mosse. “Sarà emozionante vedere muoversi sulla scacchiera montata nella piazza- ha dichiarato il primo cittadino- pezzi “viventi”. Spero che l’iniziata possa raccogliere l’apprezzamento dei concittadini e di tanti visitatori della città”. Anche l’assessore Carmine Adinolfi scommette sulla manifestazione. “Abbiamo fatto realizzare un logo apposito per promuovere queste iniziative. Giochi medievali della Città di Cava de’ Tirreni vivrà a lungo di partite di scacchi in costume ma non solo di esse. In programma per l’anno del millennio altre manifestazione storico-folcloristiche come il campionato dei giochi della tradizione o delle quintane italiane. Questo per attirare turismo nella nostra vallata. Come abbiamo già ottenuto questa estate”. Sabato sera una spettacolare anteprima alla partita a scacchi con il corteo dei figuranti lungo il corso della città. Domenica sera la sfida a scacchi sarà animata dal presidente del Consiglio Comunale, Antonio Barbuti, e dal consigliere di opposizione Michele Mazzeo. Il prossimo fine settimana sarà, invece, dedicato al duello a colpi di mosse del segretario generale del comune di Cava, Mailyn Flores, e del segretario generale della Provincia Giovanni Moscatiello. “Il clou per questa fase sperimentale della partita a scacchi la vivremo- hanno concluso il sindaco e l’assessore Adinolfi- domenica 26 settembre quando a Cava de’ Tirreni a sfidare il sindaco Galdi ci sarà il sindaco di Cutro, cittadina in provincia di Crotone che da quasi tre lustri da vita nella sua estate a una straordinaria partita a scacchi in costume”.