Salerno: Cascone, problematiche pendolari per tagli ai treni locali

Preg.mo Direttore, si ritiene indispensabile che questa Direzione Regionale riveda e pianifichi, con maggiore attenzione all’utenza, i tagli ai treni locali attualmente proposti; in particolare si rileva a dir poco scellerato, in quanto non sostituito da diversa programmazione, la sospensione del treno del Salerno-Caserta delle 7.47 che consentiva a centinaia di pendolari e studenti di raggiungere la Città della Reggia. Per questo motivo ritengo opportuno richiederLe un incontro per affrontare seriamente le problematiche rappresentate dai Pendolari e da tutti gli altri Comitati Provinciali in merito ai tagli previsti ai servizi di Trasporto Locale. Tale incontro si ritiene indifferibile in quanto alcuni aggiustamenti sono necessari e non più procrastinabili per venire incontro ai disagi che i pendolari di Salerno vivranno quotidianamente a seguito dei nuovi orari; difatti come è facilmente immaginabile, tali problemi di frequenza e di tempi di percorrenza investono diverse centinaia di salernitani, lavoratori e studenti, che quotidianamente utilizzano il treno per raggiungere il proprio posto di lavoro. Si rileva altresì che i servizi sostitutivi su gomma proposti non risultano assolutamente rispondenti a nessuna esigenza dei pendolari e, se mi è consentito, è fuori da ogni logica: per “favorire” i pendolari si annulla il Salerno-Sapri delle 7.20 e si fa partire, con stessa destinazione, un autobus alle 10.30 orario incompatibile con qualsiasi esigenza lavorativa e scolastica. Resto a disposizione per ogni ulteriore necessità e per tutto quanto questa Amministrazione possa fare per favorire e supportare Trenitalia ed i Comitati dei Pendolari per risolvere tali problematiche; e per partecipare ad un eventuale incontro da concordare, in base alle Vostre disponibilità.

Un pensiero su “Salerno: Cascone, problematiche pendolari per tagli ai treni locali

  1. E’ veramente strabiliante che TRENITALIA abbia in circolazione TRENI ,es. MINUETTO, costruiti apposta per far viaggiare i DISABILI,senza barriere architettoniche e con idonea TOILETTE per questi cittadini, che hanno il DIRITTO di VIAGGIARE come gli altri e poi sostituisca i TRENI con gli AUTOBUS,addirittura senza alcuna TOILETTE! E che dire degli ABBONAMENTI di TRENITALIA in cui si evidenzia che si guadagnano PUNTI VERDI, ovvero che NON vengono EMESSE nell’ATMOSFERA TONNELLATE di CO2 USANDO IL TRENO al POSTO dell’AUTO e dell’AUTOBUS! Si è superato ogni limite di decenza, TRENITALIA che fa partire e arrivare AUTOBUS in pieno centro cittadino, alla STAZIONE di SALERNO, mentre giace INUTILIZZATO il BINARIO del SERVIZIO METROPOLITANO FERROVIARIO tra la stazione di SALERNO e quella di ARECHI, costruito anche per far attestare nel parcheggio antistante lo stadio ARECHI, TUTTI gli AUTOBUS di LINEA provenienti o diretti dalla ZONA SUD della Provincia di SALERNO, con interscambio BUS-TRENO, come avviene nel resto del MONDO CIVILE!

I commenti sono chiusi.