Nocera Inferiore: stalking, sportello-Osservatorio Asl per stalking

La vicenda dell’aggressione di ieri mattina a Nocera Inferiore ha riportato alla ribalta il drammatico fenomeno dello stalking. Per portare aiuto alle vittime di violenze, molestie, intimidazioni e minacce di vario genere, l’Asl di Saleranno (ex Asl Salerno 1) ha attivato uno Sportello-Osservatorio per portare aiuto alle vittime di casi di Stalking aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13. Per informazioni e contatti: 081 9212209. La struttura, realizzata dal Dipartimento di Salute Mentale, diretto dal dr. Walter Di Munzio,  e dal Comitato per le Pari Opportunità, presieduto dalla d.ssa Maria Gabriella De Silvio, è affidata alla responsabilità della d.ssa Giuseppina Salomone. Lo Sportello-Osservatorio mette a disposizione delle vittime di stalking spazi e risorse professionali per fornire loro aiuto ed assistenza attraverso l’apporto di psicologi, psicoterapeuti, psichiatri ed altri operatori del settore

Un pensiero su “Nocera Inferiore: stalking, sportello-Osservatorio Asl per stalking

  1. Io vittima di stalking faccio una campagna pubblicitaria contro le denuncie e ora vi spiego anche il perchè. Sono avvilita, distrutta, impaurita ma soprattutto delusa….dopo due anni di minacce, aggressioni a me ai miei figli ho deciso di cautelarmi ed ho fatto lo sbaglio più grande della mia vita HO DENUNCIATO la persona ANZIANA (74 anni) che mi tormentava, mi privava della mia libertà, controllava ogni mio movimento, mi perseguitava………..e lui ferito nel suo orgoglio da maschio mi ha dichiarato letteralmente guerra non dandomi un attimo di tregua, infastidendo i miei figli tanto che il piccolo è stato in terapia per superare la paura che costui potesse fare del male alla sua mamma e quindi mi stava letteralmente “appiccicato addosso” per difendermi, non rendendosi conto che lui era solo un bambino di 7 anni!!!ha superato le sue paure???????????non credo dorme ancora con un coltellino sotto il cuscino!!!Io ho continuato a fare denuncie, 1-2-3-6-10-12……sperando che la macchina della giustizia mi desse una mano ed invece noi siamo solo carte…io comunque ho trovato una soluzione molto semplice al mio problema: HO PRESO LA MIA FAMIGLIA E SONO ANDATA VIA dai miei… una scelta che avrei potuto fare prima ma continuavo ad illudermi che quei signori che stanno sul tribunale mi avessero aiutata, continuavo ad avere fiducia in loro ed invece ho perso la serenità, soldi e fiducia nelle forze dell’ordine
    DONNE NON DENUNCIATE; SCAPPATE PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI, se la persona che vi tormenta e vi impaurisce un giorno deciderà che avete osato troppo nel denunciarlo, ferendo il suo orgoglio e vorrà vendicarsi, voi continuerete ad essere una carta, un processo, un niente(.SONO CONTENTA DI POTER PARLARE PERCHE’ PER TANTE DONNE E’ STATO TROPPO TARDI PER CAPIRE QUELLO CHE HO CAPITO IO e hanno fatto una brutta fine!!! )Ma la rabbia più grande che questo mio pensiero è condiviso anche dai miei figli che si sono visti sgradicati dalla loro casa!!!!!
    SCUSATE PER LO SFOGO!!!

I commenti sono chiusi.