Pontecagnano Femminile alla riscossa

Annalisa Belviso suona la carica in casa Pontecagnano Femminile e lancia la sfida alla matricola Cardinale Group di Teggiano che incontrerà domenica: “Come tutte le partite sarà anche questa durissima. Non dobbiamo assolutamente sottovalutare la nuova realtà del Vallo di Diano”. Dopo la vittoria in casa all’esordio con il Valdiano, Dire che il Pontecagnano Femminile è la lieta sorpresa del campionato regionale di serie C appare quasi scontato e banale. Però il successo delle picentine, che non battevano le valdianesi da quasi due anni, autorizza a sogni di gloria di alto livello. Lo sa bene anche Annalisa Belviso, capitano delle delfine e ‘girl of the match’ di domenica scorsa, consapevole però che i successi di questo inizio stagione non sono per nulla frutto del caso, ma sono la logica conseguenza di tanto lavoro quotidiano in settimana, dietro le indicazione di un tecnico bravo e preparato come Maria Rosaria Saggese. Belviso, partiamo dal successo di domenica scorsa in casa con il Valdiano. Che match è stato? “E’ stata una partita molto difficile contro una squadra ostica. Il Valdiano non ti lascia giocare puntando sempre ad un gioco di rimessa caratterizzato da lanci lunghi. Noi, dal canto nostro, abbiamo messo in campo la giusta dose di voglia di vincere e di orgoglio e alla fine siamo state premiate”. Da tre mesi questa squadra è insieme e quotidianamente si allena per raggiungere ovviamente il miglior risultato. Si sarebbe mai aspettata all’inizio della stagione un avvio così positivo e brillante nei risultati? “Siamo appena all’inizio, il campionato è appena cominciato ed è ancora lung. Abbiamo preparato questa stagione nel migliore dei modi allenandoci duramente. Crediamo nel nostro lavoro, nelle nostre potenzialità e nel nostro allenatore. Ora pensiamo solo ad andare avanti lottando ogni domenica”. Domenica il Pontecagnano sarà di scena sul campo del Cardinale Diano Group di Teggiano, matricola del torneo. In questa categoria esistono realmente partite facili sulla carta? “Apparentemente può sembrare una partita facile per noi, ma entreremo sul terreno di gioco con la giusta concentrazione e la giusta umiltà. Nutriamo pieno rispetto per le avversarie, come sempre d’altronde, ma lotteremo per portare a casa i tre punti”. Quali insidie si nascondono dietro il match di domenica? “Non esistono più le cosiddette squadre cuscinetto. E’ sicuramente una squadra giovane con poca esperienza, ma noi dobbiamo giocare con la stessa mentalità con cui abbiamo affrontato il Valdiano e puntare alla vittoria a prescindere dall’avversario”.