Il caso Eutelia: ecco che cosa può danneggiare Internet… e i lavoratori

 Alessio Ganci

 Eutelia è tra i più attivi providers italiani, insieme a Libero, Telecom Italia, Aruba, AlterVista e tanti altri. Per anni dura concorrente di Aruba, con sedi nella stessa città di Arezzo, adesso Eutelia è in seri guai economici: non sono state pagate le bollette e in aggiunta, i lavoratori sono senza stipendio e quindi, si stanno verificando proteste in continuazione. Addirittura i dipendenti hanno manifestato sul tetto della struttura di Eutelia, mostrando cartelloni di protesta e chiedendo un lavoro e delle aspettative. Tutto ciò è in aggiunta alla mancanza di soldi che ha portato addirittura a disattivare l’aria condizionata nella web-farm di Eutelia. Però se si disattiva una delle componenti più vitali al corretto funzionamento della struttura telematica… che fine faranno tutti i siti web registrati sotto il servizio di web-hosting di Eutelia? Saranno persi, in un luogo che oramai non ha più supporto, è indifeso da temperature inadeguate e addirittura, se non fosse stato per il paladino del Web/Wap che ha pagato di tasca propria la bolletta per l’elettricità, i siti web ospitati sarebbero andati tutti off-line (e per di più, malamente, per via di una interruzione del supporto per la corrente elettrica). Bisogna capire che alla stregua di tutto ciò, è ancora poco il caso di un sito web che, effettuando la ricerca del suo host, si è scoperto che era registrato su un server di Eutelia. Adesso, il server risponde con “Richiesta non valida” e Google ha arrestato l’indicizzazione del sito. Sicuramente, conta molto anche la manina del webmaster, che era così genio che in passato si era fatto fregare un altro sito con stesso dominio ma estensione diversa (era .org, ora è .it) , su altro provider perché non aveva pagato il canone annuo. Ma a parte ciò, l’evento dimostra come questo caso Eutelia sia davvero preoccupante per due diversi fronti: un enorme numero di lavoratori ora disoccupati, più una grossa fetta di Internet destinata a scomparire. La fine di un servizio che offre collegamenti ad Internet e domini per siti web/wap è un evento in cui è meglio non essere coinvolti… se poi stiamo parlando di uno tra i più attivi ed economici providers italiani… buon collasso, Internet.