Sole, protezione e benessere visivo

 A milioni di chilometri di distanza viene prodotta la luce solare, composta dai fotoni, particelle energetiche che arrivano sulla terra come radiazioni. Queste ultime, in base alla lunghezza d’onda, costituiscono le radiazioni visibili ( raggi colorati ), e non visibili, divise in ultravioletti (  UVA, UVB e UVC )  ed  infrarossi .La luce viene classificata secondo la lunghezza d’onda, che con le sue variazioni ci dà i vari colori. Ai due estremi dello spettro di luce visibile ci sono gli ultravioletti e gli infrarossi.Gli ultravioletti sono i raggi che ci consentono di abbronzarci. Si dividono in:UVA: responsabili dell’invecchiamento cutaneo e del cristallino, causando la cataratta.UVB: determinano l’abbronzatura, ma anche i fastidiosi eritemi. A livello oculare interessano la cornea. UVC: pericolosissimi per l’uomo, anche se in gran parte vengono bloccati dall’ozono presente nell’atmosfera.I raggi ultravioletti ( UV ) penetrano attraverso le nuvole, sono più intensi con l’altitudine e nelle ore centrali della giornata, aumentano con il riverbero di acqua, sabbia e neve.I raggi infrarossi danno la sensazione di calore quando siamo al sole.  Possono provocare  secchezza oculare, in quanto il calore determina l’evaporazione del film lacrimale, determinando una minore protezione della cornea, con sensazione di fastidio, bruciore e minore tollerabilità alle lenti a contatto.La luce blu, che all’occhio appare azzurra o violetta, può provocare nel tempo danni alla retina.In presenza di una luce troppo intensa, l’occhio si protegge con l’ammiccamento delle palpebre, il restringimento della pupilla, la funzione di schermo del cristallino e, soprattutto, con i pigmenti della retina, che filtrano le radiazioni dannose. Gli occhiali da sole  sono molto importanti per filtrare la luce solare che può essere nociva, senza  alterare significativamente la visione dei colori. Le lenti devono assorbire tutti i raggi UV e le radiazioni violette-blu, ed attenuare l’intensità luminosa totale ed i raggi infrarossi. Ecco perché è importante la scelta di occhiali da sole con precise caratteristiche, per avere una protezione “ su misura “. Per valutare un filtro per la protezione solare, vanno considerate la trasmissibilità della luce visibile e l’assorbimento delle radiazioni ultraviolette.Si parte da filtri di classe 0-1, per luminosità solare molto bassa, fino a filtri 3-4, per luminosità molto intensa. L’indice UV indica l’intensità della radiazione ultravioletta solare che giunge sulla terra. Viene adottato a livello internazionale per informare sul possibile rischio derivante da una eccessiva esposizione al sole. Raggiunge i suoi valori massimi nei mesi estivi, pertanto è importante proteggersi maggiormente. Anche il colore dei filtri è fondamentale nella scelta. Per i miopi sono consigliate lenti di colore marrone, per gli ipermetropi lenti verdi, mentre per gli emmetropi,( che vedono 10/10 ), sono indicate lenti di vari colori, grigio, marrone e verde.

Attualmente vi sono tante colorazioni delle lenti degli occhiali da sole, ed ogni colore corrisponde ad uno scopo specifico. Oltre il grigio, il marrone ed il verde,  utilizzati nella maggior parte dei casi, vi sono:Giallo: per condizioni di scarsa luminosità ( nebbia, notte ), che favorisce una migliore percezione dei dettagli. Arancione: per la guida in condizioni di tempo nuvoloso.Polarizzato: per l’eliminazione delle luci riflesse e del riverbero ( mare, sabbia, asfalto ), ma sconsigliato in presenza di ghiaccio in quanto, eliminandone il riflesso, lo rende invisibile.Rosa- Azzurro- Viola: sono colori moda, che garantiscono solo la protezione UV, ma non sono consigliati in condizione di luce intensa.Esistono poi le lenti fotocromatiche di ultima generazione, che diventano scure in condizioni di luce intensa per poi schiarirsi quando la luce diminuisce, e tutto ciò avviene in pochi secondi. Sono delle lenti “intelligenti “, ottime per avere un unico occhiale vista e sole, indicate anche per le lenti progressive. Bloccano il 100% dei raggi UV, sono perfettamente trasparenti in ambienti chiusi e scuriscono al sole proporzionalmente all’intensità dei raggi UVA/UVB e del riverbero.Infine, le lenti medicali fotoselettive, di colorazione arancione, rossa e marrone-arancio , sono indicate per patologie oculari come  degenerazione maculare, retinopatia pigmentosa e diabetica, glaucoma, cataratta, pseudofachia, albinismo.Quindi è importante utilizzare occhiali da sole di qualità, in quanto le lenti non a norma  si riscaldano al sole senza filtrare i raggi nocivi, provocando  congiuntiviti ( dovute agli UVB  e agli infrarossi) e cataratta ( dovuta agli UVA ). Inoltre, facendo dilatare la pupilla, giungono al fondo oculare radiazioni nocive che possono causare  retinopatia ( dovuta alla luce blu ). Tali danni sono più accentuati nei bambini e negli anziani. Per i bambini ciò è dovuto alla perfetta trasparenza di tutte le strutture oculari che si trovano davanti alla retina; pertanto i genitori, come si preoccupano di salvaguardare la loro pelle, devono proteggere i loro occhi con filtri su misura. Per gli anziani ciò è dovuto al fatto che i raggi del sole favoriscono i fenomeni foto-ossidativi, cioè di invecchiamento a carico del cristallino ( cataratta ) e della retina ( degenerazione maculare senile ).Anche dopo interventi chirurgici di cataratta e di chirurgia rifrattiva, l’occhio necessita di un’adeguata protezione e spesso anche di una lieve correzione. Infatti il cristallino artificiale inserito negli occhi delle persone operate (pseudofachia) è del tutto trasparente anche alle radiazioni nocive, ed è quindi opportuno proteggere la retina con lenti specifiche. Dopo chirurgia laser la cornea può essere più sensibile alla luce, e quindi spesso sono consigliate lenti protettive.Infine anche l’alimentazione ci può aiutare a  combattere l’accumulo dei radicali liberi, che possono danneggiare le strutture oculari, soprattutto la retina. Quindi è consigliabile consumare abbondanti porzioni di frutta e verdura di colore giallo, arancione, rosso ed a foglia verde, ricche di betacarotene, vitamine A, C ed E, luteina, zinco e selenio. La luteina, in particolare, può essere definita come un occhiale da sole naturale attivo 24 ore su 24, e va assunta con degli integratori specifici prescritti dal medico oculista.In conclusione, è importante una protezione con occhiali da sole su misura, in particolare per bambini, anziani, operati di cataratta, di chirurgia laser, retinopatie ed in tutte le persone con iridi chiare.

                                                                                         

                                                                                                Dott.ssa Francesca Starace

                                                                                                Ottico Specialista in Contattologia

 

Un pensiero su “Sole, protezione e benessere visivo

  1. Un articolo molto interessante ed attuale, da rileggere e ricordare. La dott.ssa Francesca Starace, laureata in Scienze Politiche nonchè Ottico Specialista in Contattologia, titolare di un noto centro ottico in Salerno, illustra l’argomento a 360 gradi, fornendoci interessanti informazioni di ottica, di fisica, di alimentazione, di oculistica, con lo scopo di offrirci il massimo benessere visivo. Complimenti!

I commenti sono chiusi.