Home » > IN EVIDENZA

Campania: Scuola, rientro in presenza per alunni Secondaria 2° grado tra tante perplessità

Inserito da on 31 gennaio 2021 – 07:40No Comment

Emiliana Senatore

Dopo una settimana dal rientro degli allievi della secondaria di primo grado, domani in Campania sarà il turno dei più grandi, dei ragazzi della secondaria di secondo grado.

Non sarà facile la ripresa dopo un anno da dimenticare, un anno di vita sospesa quando l’inizio della pandemia a Wuhan ha fatto il giro del mondo arrivando in Italia con il primo caso a Codogno portando paure, dolore, nuovi sacrifici, distanze e nuove abitudini. Solo lo scorso 27 dicembre con i primi vaccini si è iniziata a vedere la luce in fondo al tunnel, dopo un anno in cui il mondo si è fermato mettendo in atto misure restrittive, chiusure e quarantene di cui non si immaginava la portata. Confini chiusi dapprima in maniera più blanda, poi più restrittiva, aperture estive per ridare fiato ad un’economia in ginocchio, sono state la causa della seconda ondata. La crescita del rischio durante la permanenza nei luoghi chiusi ha obbligato alcuni governatori a propendere per la chiusura delle scuole.

Senza volersi soffermare sulle opinioni contrastanti, a poche ore dall’incerta quanto inattesa riapertura della Secondaria in Campania, il bilancio di questi mesi di didattica a distanza secondo i dati UNESCO si sostanzia in pericoli ed opportunità. L’impatto della pandemia con la conseguente misura imperativa di protezione della salute pubblica è sotto gli occhi di tutti: un evidente divario digitale  che non ha offerto pari opportunità di accesso alla didattica online, un cambiamento del paradigma dell’istruzione  che ha visto uno sforzo poderoso delle scuole grazie a dirigenti, docenti staff di presidenza che hanno  garantito ogni sforzo possibile  per evidenziare equità, partecipazione e dialogo educativo, tanti ragazzi esposti ad abbandono con ripercussioni a livello psicologico.  Domani in Campania si completa il quadro di rientro con   il via libera degli studenti della secondaria di secondo grado che potranno seguire in presenza le lezioni nel limite del 50% assicurando il collegamento online alla restante platea scolastica. Le istituzioni scolastiche si sono organizzate in queste ore per applicare le ordinanza regionale e la raccomandazione del 28 gennaio che prevede che” venga consentito ai genitori degli alunni nel pieno rispetto delle misure previste, di optare per la didattica a distanza “. Tutto questo su richiesta e a beneficio di quegli studenti con situazioni di fragilità personali e/o di persone conviventi sulla base di esigenze motivate adeguatamente. Non resta che incrociare le dita e fare un grosso in bocca al lupo.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.