Home » > Primo Piano

Pensare a mondo nuovo, di saggia umanità e di pace umana e sociale

Inserito da on 12 gennaio 2021 – 10:03No Comment

Giuseppe Lembo

Non ho la pretesa di essere ambasciatore di tragedie umane, da fine del Mondo, un evento apocalittico che non lo considero utile e tanto meno necessario, per ripulire il Mondo dallo sporco umano che ne offende il cammino, per i tanti gravi tradimenti umani da cancellare, per un saggio ritorno umano all’Umanità oggi sporcata da DISUMANITÀ DIFFUSA.

Non dobbiamo affidarci all’Apocalisse per cambiare il Mondo. E’ l’UOMO e solo l’UOMO saggiamente attento al suo ESSERE IN DIVENIRE, il solo saggio Protagonista di ogni possibile cambiamento umano. Rimbocchiamoci le maniche e da protagonisti del cambiamento, facciamo la nostra parte, umanizziamo il sociale italiano tristemente orfano di insieme socializzato che, così facendo, si fa un male da morire, non sapendosi volere bene e seguendo percorsi di DISUMANA violenza degli uni contro gli altri armati. Non servono assolutamente all’ITALIA che ha un saggio bisogno di UMANITÀ e di PACE.

All’Italia serve un Mondo umanamente migliore, capace di volersi bene e di sapere pensare saggiamente al BENE COMUNE IN NOME DELL’UMANITÀ italiana. Nonché, così com’è, è tristemente disumana con la gente che poco saggiamente, non sa volersi bene e così facendo, si nega al Futuro italiano.

Che fare? Sono un ITALIANO che crede al FUTURO ITALIANO. Ad un Futuro di un Nuovo insieme italiano ricco di UMANITÀ, con tanti buoni e saggi italiani capaci di volersi bene e di pensare al Nuovo Italiano, fatto di saperi e di conoscenza. Per questo saggio fine, camminando socialmente ed umanamente insieme, per un Mondo Nuovo di UMANITÀ PROTAGONISTA, contro l’Umana DISUMANITÀ, BOMBARDIAMO IL MONDO, DAL LOCALE AL GLOBALE, DI LIBRI, strumenti di un saggio sapere che, a partire da NOI, possono ridarci percorsi di UMANITÀ, sempre più necessari per cancellare la DISUMANITÀ che sta prendendo il sopravvento e distruggendo il Mondo che ha tanto bisogno di un Saggio FUTURO DI UMANITÀ.

Concludo, con le sensibili parole di un “PALPITARE DI NESSI” ricche di UMANITÀ di DANILO DOLCI, un grande italiano UOMO DI PACE, DIFENSORE DEGLI ULTIMI E DEI DEBOLI, un triestino/siciliano, oggi tristemente dimenticato dai tanti, soprattutto gente del Sud, che facendosi un male da morire, continua a farsi male e a non sapersi VOLERE UMANAMENTE BENE.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.