Home » Sport

Feldi Eboli “Forza 4″, derby a PalaSele

Inserito da on 31 ottobre 2020 – 00:00No Comment

E’ un derby ‘Forza 4’ quello andato in scena al PalaSele di Eboli, che vede la Feldi Eboli ottenere un solo punto nonostante una gara di altissimo profilo. Quattro è il numero della serata, non solo perché si gioca la 4a giornata di Serie A Futsal ma perché a seguito del 4-4 finale contro la Sandro Abate Avellino, le volpi ebolitane vengono fuori dal derby campano con il quarto risultato utile consecutivo e un’imbattibilità che prosegue.

FRAZIONE PIROTECNICA – Quello offerto ad un PalaSele aperto solo agli addetti ai lavori e alle telecamere di RaiSport, che hanno trasmesso la sfida in diretta, è un vero spettacolo per gli amanti di questo sport con la prima frazione di gioco in cui si registrano ben 6 marcature e un parziale falli 0-6 a beneficio delle volpi ebolitane. Sono i padroni di casa ad andare in vantaggio dopo appena due minuti, grazie ad un contropiede micidiale di Rudinei Tres, per poi raddoppiare nel giro di un’altra manciata di minuti con il gol di capitan Sergio Romano assistito da Dani Chino sugli sviluppi di un calcio di punizione. La partita sembra in discesa per la Feldi Eboli che detiene il pallino del gioco gestendo il ritmo della gara. Al minuto 10’19’’ però, dopo un time out chiamato dall’allenatore irpino Fabian Lopez, arriva il gol di testa di Dos Santos Da Silva Carlos Augusto, in arte Kakà. L’aggressività della Sandro Abate Avellino sale di giri, probabilmente troppi, dato che gli irpini superano il limite dei 5 falli concedendo il tiro libero alle foxes. Sul pallone si presenta il cecchino Luizinho, che non tradisce le aspettative e al quarto d’ora porta i padroni di casa sul 3-1. Gli uomini di mister Alberto Riquer continuano a macinare gioco, ma paradossalmente sono i lupi avellinesi a trovare il gol, prima al minuto 16’18’’ ancora con Kakà che trova un gol a fil di palo battendo un’incolpevole Carlos Dalcin e poi con Villalva, che trova il 3-3 con un rocambolesco contropiede che porta le squadre a riposo in parità.

RIPRESA DA RUGBY – Il secondo tempo sin dai primi minuti vede entrambe le squadre darci dentro soprattutto dal punto di vista fisico ed agonistico, con l’intensità, la durezza dei contrasti e il clima da derby che crescono minuto dopo minuto. L’episodio di volta avviene al minuto 8’37’’ con l’espulsione di Rudinei Tres che fa esplodere le due panchine, quella irpina di gioia e quella ebolitana incredula per la decisione arbitrale. Tres viene allontanato per somma di ammonizioni, la prima per essere entrato in campo dal lato sbagliato secondo il quarto uomo e la seconda per un fallo di gioco, decisione che non è piaciuta al tecnico spagnolo Alberto Riquer. Ma la Feldi Eboli ha la pelle dura e non si lascia abbattere dall’uomo in meno, riuscendo a mantenere il risultato e, una volta riacquistata la parità numerica, trovando il gol del 4-3 grazie alla coppia Dani Chino – Davide Moura con una palla calciata dal primo che viene accompagnata in porta dal secondo praticamente abbracciato al palo. Esplode il PalaSele, la panchina rossoblù è in campo, siamo al minuto 17’58’’ e il derby sembra prendere la via di Eboli. Il tecnico degli irpini Fabian Lopez si gioca la carta del portiere di movimento e a 23 secondi dalla fine arriva la doccia gelata per i padroni di casa, con il solito Kakà (tripletta per lui) che trova il gol del definitivo 4-4, dopo un paio di dribbling. La sfida tra volpi e lupi termina in parità.

“UN PARI CHE INSEGNA” – Una Feldi Eboli che centra il suo quarto risultato utile consecutivo, nonostante l’assenza dello squalificato Canabarro e l’infortunato Bissoni, ma è un pareggio che lascia l’amaro in bocca per una partita giocata in maniera coesa, lottando su ogni pallone e con una grande qualità di gioco espressa in campo, soprattutto nella prima parte di gara. Ne è consapevole anche il tecnico Alberto Riquer che cerca di vedere questo punto come una lezione da cui imparare e crescere: “Sono soddisfatto di come ha giocato la squadra, soprattutto nei primi 15 minuti dove abbiamo espresso un ottimo calcio offensivo e ci siamo comportati molto bene in difesa. Avevamo già delle assenze e con l’espulsione di Tres le cose si sono complicate ancora, ma ci siamo difesi molto bene anche in inferiorità numerica. Ci sta di poter subire gol nel finale, però credo che il problema non sia legato al gioco, ma al modo di gestire alcune situazioni quando non abbiamo la palla. A mio avviso il gol subito in questo modo ci aiuterà a crescere sotto quel punto di vista. Per il resto sono soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi, peccato ci abbiano comminato un’altra espulsione (sorride, n.d.r.), ma la gara di oggi mi ha fatto capire che dispongo di una squadra di grande qualità”. Ora la Serie A Futsal si fermerà per la prima pausa stagionale. Le volpi rossoblù torneranno in campo il prossimo 14 novembre, per la trasferta romana sul campo del Cybertel Aniene.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.