Home » Senza categoria

Napoli: Coisp su blitz contro potente clan di camorra

Inserito da on 7 luglio 2020 – 06:59No Comment

Stamane al termine di una lunga attività investigativa le forze dell’ordine partenopee coordinate dalla DDA hanno eseguito numerose ordinanze di custodia cautelare contro affiliati ad uno dei clan storici dell’area a nord di Napoli, ponendo così probabilmente fine al gruppo della Vannella Grassi  di Secondigliano.

Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Provinciale partenopeo  del Sindacato Indipendente di Polizia Coisp, intervenuto sulla vicenda ha dichiarato: “ Notizie del genere rinfrancano lo spirito dai tantissimi sacrifici che quotidianamente donne ed uomini al servizio dello Stato fanno; anni di duro lavoro, pedinamenti, intercettazioni, ore , giornate intere sottratte alla vita privata, agli affetti vengono dimenticati con la soddisfazione di stringere le manette ai polsi di coloro i quali decidono di delinquere. Voglio ringraziare pubblicamente tutti quelli che hanno partecipato alle indagini, in particolar modo i colleghi del Commissariato Scampia che mi pregio di conoscere personalmente, che con il loro spirito di appartenenza, senso di abnegazione hanno reso possibile chiudere in cella moltissimi camorristi, facendo sì che questa città sia un poco più libera.  Ora però ci aspettiamo che ci siano tempi rapidi per i processi ma soprattutto ci sia certezza della pena perché chi decide di vivere al di fuori delle regole, quindi accettando coscientemente i rischi, è giusto che poi paghi le conseguenze; non possiamo più tollerare che gente che si macchia di reati anche gravissimi quali quelli associativi poi non sconti la propria pena in galera, ma possa fruire dei tanti benefici previsti dal nostro ordinamento giuridico.”

“ Il plauso ai colleghi va fatto – prosegue il leader provinciale del Coisp – anche perché negli ultimi tempi con la grave pandemia in atto, i rischi e le problematiche investigative sono aumentati in modo esponenziale, mettendo ancor più in risalto la grande professionalità.”

“ Esortiamo il Questore di Napoli – conclude Raimondi – a riconoscere i giusti meriti alle donne ed agli uomini della Polizia di Stato che con la loro professionalità hanno portato tanto lustro alla nostra grande famiglia.”

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.