Home » • Valle dell'Irno

Pellezzano: Covid-19, al via domande per contributo regionale fitto abitazioni principali

Inserito da on 28 aprile 2020 – 05:22No Comment

Il Comune di Pellezzano, sulla scorta dell’avviso emesso dalla Regione Campania, indica le linee guida per ottenere il beneficio in materia di “Sostegno al fitto delle abitazioni principali per situazioni di emergenza socio/economica”. I beneficiari sono i nuclei familiari titolari di un contratto di locazione di un immobile ubicato nel comune di Pellezzano, che hanno subito una diminuzione della capacità reddituale per effetto delle misure restrittive per il contenimento dell’epidemia da COVID-19.

“Stiamo per entrare nella fase 2 – ha detto il Sindaco di Pellezzano, dott. Francesco Morra – ci stiamo apprestando ad entrarci con molta cautela, consapevoli di stare attenti per non vanificare gli sforzi fatti sinora. Però, questa fase 2 sarà altrettanto dura da gestire, soprattutto per le tante famiglie che hanno subito i disagi di una crisi economica senza precedenti, dovuti per cause di forza maggiore. Come istituzione locale, non possiamo far altro che stare al fianco di tutte le famiglie del territorio, dei lavoratori e degli imprenditori che stanno vivendo questo momento di grande difficoltà economica. Ringraziamo anche la Regione Campania per aver messo a disposizione risorse economiche per coloro che in questo momento non hanno possibilità di pagare il fitto della propria abitazione. L’Amministrazione Comunale di Pellezzano starà sempre al fianco dei nostri concittadini supportandoli in tutto ciò di cui hanno bisogno e nei limiti delle proprie disponibilità. Uniti ce la faremo”.  

Di seguito i requisiti da possedere per ottenere i bonus:

-        essere titolare di un contratto di locazione, registrato prima del 23/02/2020 ed in corso di validità, di un immobile di categoria da A/2 ad A/7 adibito ad abitazione principale ed ubicato nel comune di Pellezzano;

-        Non essere titolare del 100% del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di un alloggio situato sul territorio regionale e adeguato al proprio nucleo familiare;

-        Avere percepito nell’anno 2018, per l’intero nucleo familiare, un reddito imponibile pari o inferiore ad € 35.000,00 (rigo RN4 modello UNICO 2019 – rigo 14 modello 730-3/2019);

-        Per i nuclei familiari in cui vi è un soggetto titolare di reddito di impresa, arte o professione: aver subito, per effetto delle misure restrittive introdotte per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, una riduzione del volume d’affari di almeno il 50 per cento sul totale dei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto ai mesi di gennaio e febbraio del medesimo anno;

-        Per i nuclei familiari in cui vi è un soggetto titolare di reddito da lavoro dipendente o assimilato al lavoro dipendente: aver subito, per effetto delle misure restrittive introdotte per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, una riduzione del reddito da lavoro dipendente e/o assimilato di almeno il 20 per cento sul totale percepito nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto ai mesi di gennaio e febbraio del medesimo anno.

Nel caso di contemporanea ammissione a contributo bando fitti 2019 (scaduto il 27 aprile c.a.), il Comune procederà all’erogazione di un solo contributo, per l’importo più favorevole al cittadino.

L’ammontare del contributo è pari al:

  • 50% del canone mensile per tre mensilità;
  • Importo massimo del contributo complessivo: € 750,00.

La procedura prevede che:

-        la domanda per la concessione del contributo deve essere redatta mediante autocertificazione, ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000, del possesso di tutti i requisiti di accesso al contributo, compreso la diminuzione del volume d’affari per i titolari di reddito di impresa, arte o professione e/o la riduzione del reddito da lavoro dipendente/assimilato;

-        può essere presentata da un componente maggiorenne incluso nel nucleo familiare, anche non intestatario del contratto di locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto di locazione;

-        la domanda, redatta secondo il modello allegato al presente avviso, deve essere inviata mediante posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@pec.comune.pellezzano.sa.it a partire dalle ore 10.00 del giorno 28.04.2020 ed entro e non oltre le ore 12.00 del 08.05.2020. Le domande anche se inviate entro tale termine, ma pervenute successivamente, non verranno prese in considerazione. Le domande presentate prima della pubblicazione del presente avviso non sono valide. Le domande inviate a mezzo PEC devono riportare il seguente oggetto: AVVISO REGIONALE SOSTEGNO FITTO EMERGENZA COVID. Solo per chi non ha la possibilità di presentare la domanda a mezzo PEC è possibile presentare la domanda a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune, dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 13:30. Solo il giorno di scadenza (08/5/2020) entro le ore 12:00;

LE DOMANDE NON COMPLETE DI TUTTE LE INDICAZIONI E DICHIARAZIONI RICHIESTE NELL’ALLEGATO MODELLO DI DOMANDA SARANNO ESCLUSE.

Il Comune di Pellezzano, raccolte le domande dei nuclei familiari in possesso dei requisiti previsti dalla Regione Campania, previo controllo della regolarità formale delle autocertificazioni, predisporrà un elenco dei richiedenti il contributo, con indicazione dell’ammontare spettante a ciascuno di essi. Poi, una volta ricevuto l’accredito delle risorse regionali, provvederà alla erogazione dei contributi a favore dei beneficiari nell’ordine di graduatoria per l’importo ad ognuno di essi spettante, fino ad esaurimento fondi.

Sulle modalità di erogazione del contributo e dei controlli che verranno eseguiti, per verificare la veridicità delle autocertificazioni, i cittadini beneficiari potranno ottenere maggiori informazioni telefonando dalle ore 9.00 alle ore 13.00 dal lunedì al venerdì al seguente numero di telefono: 089-568730.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.