Home » Cannocchiale

Libro di Joy Snell sugli Angeli di don Stanzione

Inserito da on 25 aprile 2020 – 00:00No Comment

Cosimo Cicalese

Grazie alla Biblioteca Bozzano-De Boni di Bologna don Marcello Stanzione si è procurato, tanti anni fa, questo testo in inglese di Joy Snell sulle sue visioni sugli angeli, stampato per la prima volta nel 1918, che a suo tempo fu un bestseller e che don Stanzione pensato di far tradurre in italiano per offrirlo agli amici degli angeli della nostra nazione italiana come hanno fatto altri per la lingua tedesca e portoghese. Premetto che l’autrice Joy Snell non era cattolica ma protestante ed in alcuni passaggi del suo testo sembra leggere qualcosa dell’odierna sensibilità (sbagliata per noi cristiani cattolici) new age sugli angeli…. ma che siccome questo suo testo è molto citato nella letteratura angelologica anglosassone, anche odierna, era necessario averlo anche in lingua italiana come ben ha realizzato don Stanzione. Joy Snell era un’infermiera inglese che dedicò la sua vita alla cura dei malati terminali. Assistette perciò inevitabilmente a decine di morti e ogni volta vedeva l’anima lasciare il corpo del defunto. Grazie agli straordinari doni che possedeva, e che le si manifestarono fin da bambina, riusciva a vedere chiaramente anche gli spiriti celesti che venivano ad assistere l’anima nel momento del trapasso e ciò che le accadeva dopo la morte. Raccontò le sue esperienze e le sue visioni in un libro intitolato “Il ministero degli angeli”, qui riproposto e commentato dall’angelologo don Marcello Stanzione.

Marcello Stanzione, nato a Salerno il 20 marzo 1963, sacerdote, è parroco di Santa Maria La Nova nel comune di Campagna (SA). Nel 2002 ha rifondato l’Associazione Cattolica Milizia di San Michele Arcangelo per la retta diffusione della devozione cattolica ai Santi Angeli. Ha scritto oltre 250 libri di spiritualità per 30 diverse case editrici europee sia cattoliche che laiche tradotti in polacco, sloveno, portoghese, francese, spagnolo e inglese.

Poiché il libro di Joy Snell sugli angeli desta perplessità in diversi passaggi poiché non è stato scritto da una fedele cattolica e ci sono inoltre numerosi cenni, anche se sfumati di spiritismo e di esoterismo, don Stanzione, alla fine del testo dell’infermiera inglese, propone alcuni chiarimenti sulla natura degli angeli secondo il retto pensiero teologico cattolico.

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.