Home » • Valle dell'Irno

Baronissi: “TuttiSuonati”, al FRaC presentazione volume “L’urbano e altri luoghi dell’immaginazione” di Giuseppe Rescigno

Inserito da on 8 gennaio 2020 – 05:33No Comment

L’Associazione Culturale “TuttiSuonati” in collaborazione con il FRaC Baronissi ha organizzato per venerdì 10 gennaio, alle ore 18:00 presso la Sala Conferenze del Museo-FRaC, la presentazione del volume monografico GIUSEPPE RESCIGNO

L’urbano e altri luoghi dell’immaginazione con testi di Ada Patrizia Fiorillo, Massimo Bignardi e Giuseppe Rescigno GUTENBERG EDIZIONI.

“Per me – scrive Enrico Crispolti  -  credo che il modo migliore di introdurre a questa attentissima autoricostruzione documentaria di tutti gli aspetti di quelli che Giuseppe Rescigno, amico e compagno di tante esperienze in proiezione di operatività estetica nel sociale, definisce i suoi Itinerari creativi, vale a dire modi e campi d’operatività che ne fanno l’identità creativa, sia in qualche misura di spostarsi dal ruolo tradizionale del prefatore-mallevadore che introduce alla sostanza della questione entro la quale il lettore è invitato ad avventurarsi; di spostarsi dico, in qualche modo, proprio dalla parte del lettore stesso. Cercando cioè di ribadire e anticipare al destinatario quelle che sono impressioni e idee che appunto un lettore può infine sostanzialmente avere di fronte a una così attenta e capillare ricostruzione dell’attività creativa complessiva di un esempio di quello che un tempo (ma lo si potrebbe ancora ragionevolmente, ritengo) è stato detto un “operatore estetico”. operante cioè in chiave di una sua comunicatività non più circoscritta a contenuti e modi di un fare unilateralmente individuale quale è stata tradizionalmente la specificità espressiva dell’“artista” (come Rescigno subito si riconosce aver consapevolmente operato e operare, adottando in apertura un mio tentativo di specifica definizione di tipologia intellettuale, di oltre trent’anni fa).”

 Dialogheranno con l’artista Massimo Bignardi e Ada Patrizia Fiorillo, modera Barbara Landi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.