Home » Sport

Quarta sconfitta consecutiva della Salernitana in trasferta a Cittadella

Inserito da on 8 dicembre 2019 – 00:45No Comment

Roberto Trucillo

Negli ultimi due match di campionato, in casa con l’Ascoli (1-1) ed in trasferta con il Cittadella (4-3), la Salernitana ha guadagnato un solo punto, perdendo posizioni in classifica tanto da portarsi a ridosso della zona play out.

Nelle ultime quattro trasferte, tre delle quali contro avversarie di bassa classifica (Cremonese, Livorno e Venezia), la squadra allenata da Ventura ha sempre perso. Anche il rendimento casalingo lascia a desiderare, con due sole vittorie, una all’esordio con il Pescara e l’altra il 2 novembre con la Virtus Entella.

Il processo di crescita tecnico – tattica del gruppo, più volte evocato dall’allenatore, sembra essersi interrotto. Anche a livello di “personalità”, la squadra sembra aver fatto dei passi indietro. Sia con l’Ascoli (al 24° con Lombardi), sia con il Cittadella (al 21° con Djuric su assist di Lombardi), infatti, la Salernitana pur essendo passata per prima in vantaggio non è riuscita a mantenerlo, facendosi rimontare.

In particolare, nella trasferta di Cittadella è emersa una superiorità atletica e tecnica degli avversari, tanto da consentire ai calciatori veneti di portarsi sul risultato di 4-1 con due reti di Diaw e una di Benedetti, messe a segno in soli 13 minuti di gioco dal 29° al 42° della prima frazione di gioco, e di D’Urso al 25° del secondo tempo.

Poi negli ultimi 15 minuti la reazione di orgoglio dei granata, unita al vistoso calo atletico degli avversari, ha consentito loro di mettere a segno due reti (Giannetti al 33° su assist di Lombardi e Kiyine al 35° su calcio di rigore) e di sfiorare il pareggio a pochi secondi dal termine della gara, con Giannetti che ha sprecato la più facile delle occasioni, solo davanti al portiere Paleari.

L’andamento del campionato della Salernitana sembra, purtroppo, ricalcare la falsa riga dell’anno scorso. Appare evidente, inoltre, che la squadra, pur avendo delle buone potenzialità ed un discreto tasso tecnico in diversi calciatori, non riesce ad esprimere quanto potrebbe, sia in termini di gioco, sia di risultati.

Ventura sta continuando ad insistere sul modulo tattico 3-5-2 e più volte ha sollecitato i calciatori a sua disposizione ad acquisire una maggiore consapevolezza nelle loro capacità tecniche ed una più spiccata personalità. Finora, però, i risultati non gli danno merito.

Il tecnico, soprattutto dopo il match in terra veneta, è apparso molto contrariato e, probabilmente, meno fiducioso, rispetto alla crescita tecnico – tattica della squadra, di quanto non lo fosse fino a qualche mese fa.

Il rapporto di fiducia tra tecnico e squadra è di fondamentale importanza per il positivo prosieguo del campionato. C’è da augurarsi, quindi, che questo brutto momento che, ormai, somiglia tanto ad una crisi, passi al più presto, soprattutto grazie ad una serie di prestazioni convincenti della squadra con conseguenti risultati positivi in classifica.

Cittadella – Salernitana 4 – 3

Reti: 21’ pt Djuric, 29’ pt, 42’ pt Diaw, 31’ pt Benedetti, 25’ st D’Urso, 33’ st Giannetti, 35’ st Kiyine.

Cittadella: Paleari, Ghiringhelli (27’ st Mora), Perticone, Adorni, Benedetti, Vita, Iori, Branca, D’Urso (37’ st Proia), Diaw, Rosafio (23’ st Panico). All. Roberto Venturato

A disposizione: Maniero, Camigliano, Bussaglia, Rizzo, Luppi, Frare, Gargiulo, Pavan, Celar.

Salernitana: Micai, Karo, Billong, Pinto (17’ st Cicerelli), Lombardi, Akpa Akpro (1’ st Maistro), Di Tacchio (7’ st Dziczek), Kiyine, Jaroszynski, Giannetti, Djuric. All. Gian Piero Ventura

A disposizione: Vannucchi, Lopez, Migliorini, Firenze, Jallow, Gondo, Kalombo.

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini.

Assistenti: Vincenzo Soricaro (sez. Barletta) – Thomas Ruggieri (sez. Pescara).

IV Uomo: Paride Tremolada (sez. Monza).

Ammoniti: Lombardi, Benedetti, Kiyine, Maistro, Vita, Jaroszynski

Angoli: 7 – 4

Recupero: 1’ pt, 4’ st.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.