Home » Sport

Salernitana spuntata e danneggiata dall’arbitro perde di misura con la Cremonese

Inserito da on 12 novembre 2019 – 00:30No Comment

Roberto Trucillo

L’“amara” sconfitta di misura a Cremona è conseguenza un po’ della scarsa efficacia degli attaccanti granata e un po’ dell’arbitraggio, che ha danneggiato in maniera decisiva la Salernitana, con un rigore negato nel primo tempo, un gol concesso alla Cremonese nonostante un fuori gioco e un altro rigore negato ai granata nel secondo tempo.

Sconfitta che fa male al gruppo allenato da Ventura che non riesce ancora a trovare quella continuità di risultati che potrebbe proiettare la squadra verso le prime posizioni in classifica e dare una svolta decisiva al campionato.

La vittoria casalinga con il risultato di 2-1 con la Virtus Entella, di sabato scorso, con due grandi gol, il primo di Maistro su calcio di punizione, il secondo di Jallow con un tiro terra – aria dal limite dell’aria, sembrava potesse rappresentare l’inizio di una serie positiva di risultati per la Salernitana. La sconfitta odierna con la Cremonese, invece, fa fare un passo indietro alla squadra granata.

Un’altra occasione sprecata per Ventura e i suoi calciatori che, nel secondo tempo, hanno sprecato in maniera clamorosa una triplice occasione da rete con Gondo, Kiyine e Lombardi che non sono riusciti a segnare nonostante avessero lo specchio della porta avversaria spalancato.

Jallow, l’altro attaccante titolare, ha avuto in tutto il match un solo acuto con un tiro dal limite dell’area che ha impegnato in un difficile intervento il portiere avversario. Troppo poco. Gondo ha giocato con volontà e determinazione, riuscendo a dare un buon contributo al gioco della squadra, ma non è stato mai pericoloso in fase conclusiva, sbagliando, nel secondo tempo, una favorevole occasione da rete, solo davanti al portiere.

L’entrata in campo di Giannetti, al posto di Jallow, non ha influito in alcun modo sul match. E’ evidente che alla Salernitana manca un top player nel settore avanzato. Cerci non è in condizione. Djuric non ha mai segnato molti gol. Jallow è sempre alla ricerca di una forma fisica migliore. Gondo sembra ancora un po’ acerbo. Giannetti, anche a causa dell’infortunio, non è riuscito finora a dimostrare il suo valore.

I problemi principali per Ventura sembra siano soprattutto nel reparto avanzato che non sta dando il contributo atteso in termini di gol realizzati. Peccato, perché negli altri reparti il gruppo sta seguendo i dettami tecnici dell’allenatore, dimostrando solidità, schemi tattici efficaci e giocate ad ampio respiro, che fanno intravvedere una identità di squadra abbastanza ben delineata.

Il modulo tattico 3-5-2 e il più recente 3-4-1-2 di Ventura, con Maistro dietro le due punte, sta permeando sempre di più il gioco della Salernitana. Note liete vengono dal reparto difensivo, solido ed efficace, con Karo, Migliorini e Jaroszyicnski sempre più affiatati, e dai centrocampisti ed esterni, con Di Tacchio, Akpa Akpro, Maistro e Kiyine in bella evidenza.

Nel prossimo turno la Salernitana è attesa da un’ostica trasferta, la seconda consecutiva, sul campo della Juve Stabia. Un campo difficile, infuocato, dove non sarà facile imporre la propria superiorità tecnica e proporre gioco offensivo di qualità. Ma i granata sono dotati comunque di una buona fisicità e quindi potranno dire la loro nel derby.

CREMONESE-SALERNITANA 1-0 (0-0)

RETI: 72′ Ciofani (C)

CREMONESE (3-5-2): Agazzi; Ravanelli, Bianchetti, Terranova; Mogos, Kingsley (68′ Arini), Gustafson, Valzania (90′ Soddimo), Migliore; Ceravolo (80′ Palombi), Ciofani.

A disp.: Ravaglia, De Bono, Claiton, Zortea, Renzetti, Boultam, Castagnetti, Soddimo, Piccolo.

All.: Marco Baroni

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszyicnski; Lombardi (76′ Cicerelli), Maistro (79′ Firenze), Di Tacchio, Akpa Akpro, Kiyine; Gondo, Jallow (70′ Giannetti).

A disp.: Vannucchi, Lopez, Odjer, Firenze, Djuric, Kalombo, Pinto.

All.: Gian Piero Ventura

ARBITRO: Sig. Livio Marinelli della sezione di Tivoli (Assistenti: Sig. Filippo Bercigli di Valdarno e il Sig. Giuseppe Perrotti di Campobasso. Quarto uomo: Sig. Simone Sozza di Seregno)

AMMONITI: Akpa Akpro (S), Ravanelli (C), Migliore (C), Gustafson (C), Maistro (S), Ceravolo (C)

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.