Home » > EDITORIALE

Annoiati o desti?

Inserito da on 11 novembre 2019 – 00:00No Comment

di Rita Occidente Lupo

Spesso il tempo sembra correre troppo in fretta, quando qualcosa di piacevole irretisce. Contrariamente a quando invece lo sbadiglio, a portata di mascella, sgocciolando i minuti! Da un recente studio, emerso che il tutto dipenderebbe da un’area cerebrale associata alla motivazione ed al piacere: senza stimoli sufficienti, facile l’abbandono a Morfeo! Anche le emozioni ed i pensieri, in aggiunta alle ore nel loro alternarsi per giorno e notte, incidenti sulla veglia: e  l’adenosina, componente del Dna, attiva nella trasmissione delle informazioni tra i neuroni. In piccole percentuali, capace di creare il sonno. Gli scienziati stanno sperimentando ancora tali reazioni della sostanza e la reazione delle cellule cerebrali, per aiutare la ricerca farmacologica contro l’insonnia.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.