Home » > Primo Piano

Manovra, triste manovra di tasse e di povertà diffuse!

Inserito da on 7 novembre 2019 – 10:01No Comment

 Giuseppe Lembo

Protagonisti i “soliti noti e tartassati cittadini italiani, ben conosciuti e controllati da un fisco da lacrime e sangue”. Altro che lotta agli evasori! Da ”privilegiati d’Italia”, possono dormire sonni tranquilli.

Povera Italia nostra, sempre più confusa ed abbandonata a se stessa! Tutto, già saggiamente previsto e scritto nel e dal Montanelli pensiero.

Altro che paradiso! L’Italia, sarà sempre più, un inferno terreno con protagonisti d’assalto i “poveri cristi”, in crescente e disperato aumento, per un’umanità italiana sempre più disumana. Sempre più egocentrica ed orfana dell’insieme umano da società saggiamente umanizzata e capace di guardare al futuro da costruire insieme. Purtroppo, l’Italia sempre più attenta al godimento del potere/privilegi, tristemente indifferente a seguire processi di umanizzazione, facendosi un male da morire, ripiegata su se stessa, vive gravi momenti di umanità disumana, dal futuro sempre più negato.

Crescono le povertà! Cresce il mondo triste dell’umanità che non c’è, in quanto sempre più cancellata! Cresce il degrado e l’abbandono! Diminuisce la qualità della vita, unitamente ai valori ed alla cultura/saperi, una grande risorsa italiana sempre più dismessa!

Crescono gli scenari tristi del potere unico, con i partiti cancellati e la negazione diffusa del “cittadino, protagonista di insieme partecipato”.

Cresce l’umanità disumana di un’Italia che non sa saggiamente vivere insieme e si nega tristemente al futuro.

In quest’Italia, sempre più tristemente mediocrizzata, crescono all’infinito i mali d’Italia.

Controllati d’Italia, unitevi! Disumanamente e senza utili risultati per fare rientrare nelle casse vuote dello Stato, la “grande evasione dalle uova d’oro”, si accaniscono sui ”già attivamente controllati”, per svuotare le tasche ormai vuote, con conseguente ed inevitabile recessione aggravata, un triste male che, senza appello, sta facendo morire l’Italia.

 

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.