Home » Sport

Salernitana: 2^ vittoria consecutiva e 1° posto in classifica

Inserito da on 1 settembre 2019 – 00:55No Comment

Roberto Trucillo

Tre occasioni da rete nel primo tempo per il Cosenza con Carretta, Bruccini e Pierini, ma è stata la Salernitana a passare in vantaggio, al 2° minuto del secondo tempo, grazie a un assist vincente di Cicerelli, a conclusione di un’azione personale, e alla finalizzazione di Firenze con un diagonale chirurgico nell’angolo basso alla sinistra del portiere cosentino.

Dopo pochi minuti, Jallow, approfittando di un clamoroso errore difensivo dei rosso blu, si è trovato da solo a tu per tu con il portiere avversario, ma il suo tiro teso e rasoterra è stato respinto con i piedi da Perina che ha tenuto così in piedi le speranze del Cosenza di poter pareggiare la partita.

Il Cosenza non si è fatto intimorire dall’inizio del secondo tempo veemente della Salernitana ed ha ripreso ad impostare un discreto gioco offensivo, fino alla tre quarti del campo, venendo un po’ meno in fase realizzativa. Anche un pizzico di sfortuna ha impedito ai calciatori calabresi di raggiungere il meritato pareggio. Infatti, intorno al 75° minuto hanno colpito, nel corso della stessa azione, per due volte la traversa della porta difesa da Micai su conclusioni di Bruccini e di Carretta.

La Salernitana, apparsa un po’ lenta e macchinosa in alcune fasi del match, ha stretto i denti e, anche a seguito delle sostituzioni di Akpa Akpo (infortunato) con Maistro e Cicerelli (stremato) con Kalombo, è riuscita a dare fondo a tutte le residue energie, ridotte al lumicino sul finire del secondo tempo, mantenendo l’esigua rete di vantaggio fino al triplice fischio finale.

La seconda vittoria consecutiva della Salernitana, che sicuramente rappresenta una iniezione di fiducia per i calciatori e una ventata di entusiasmo per l’ambiente, non deve, però, suscitare eccessive illusioni nei calciatori e nei tifosi granata. In questo match, infatti, si sono evidenziati alcuni aspetti negativi nella prestazione della squadra allenata da Ventura. Solo due traverse e due impegnative parate di Micai hanno negato al Cosenza di portare a casa almeno un punto.

La squadra calabrese, infatti, pur non essendo un avversario trascendentale e con un attacco piuttosto modesto, è riuscita a imbrigliare la manovra offensiva degli avversari, bloccandoli soprattutto sulle fasce, con una fase di non possesso intensa ed un atteggiamento tattico efficace, ed è stata anche capace di sfiorare il gol in almeno quattro circostanze.

In diverse occasioni i centrocampisti e gli attaccanti granata, in particolare Firenze e Jallow, hanno regalato palla agli avversari consentendogli di creare azioni offensive e di procurarsi diversi corner che rappresentano pur sempre dei potenziali pericoli.

In generale, la Salernitana per larghi tratti della gara è sembrata giocare sotto ritmo e con eccessiva rilassatezza, mentre il Cosenza, anche perché giocava tra le mura amiche, ci ha messo più ritmo e maggiore intensità. La squadra di Ventura, però, ha dimostrato di avere più qualità rispetto agli avversari, un’ottima organizzazione tattica e di essere dotata di una buona consapevolezza nei propri mezzi, palesando, per certi versi, una mentalità vincente.

Per quanto riguarda le prestazioni dei singoli, molto bene Akpa Akpro finché è rimasto in campo. Solita prova gagliarda di Di Tacchio davanti alla difesa. Cicerelli si è confermato elemento prezioso sulla fascia destra, mentre Kyine, molto tecnico, ha un po’ sofferto il campo non in perfette condizioni e la chiusura degli spazi sistematica degli avversari. Firenze, pur senza brillare e con qualche palla persa di troppo, ha avuto il merito di essersi inserito in fase offensiva con i tempi giusti, riuscendo a siglare il gol della vittoria.

In attacco hanno fornito una prestazione sufficiente Djuric e Jallow, con quest’ultimo poco cinico nella clamorosa occasione da rete all’inizio del secondo tempo e in generale meno incisivo del solito. Nel reparto difensivo bene Migliorini, sempre sul pezzo, attenti e concentrati i due compagni di reparto Karo e Jaroszynski.

Nel prossimo turno di campionato, dopo la sosta, il 16 settembre, la Salernitana giocherà, in notturna, all’Arechi con il Benevento, una delle big del campionato cadetto. La gara con gli stregoni si giocherà in un Arechi con gli spalti che saranno gremiti dai tifosi granata e da quelli giallo rossi.

IL TABELLINO: COSENZA – SALERNITANA 0-1

COSENZA (3-4-2-1): Perina; Idda (79′ Kone), Monaco, Capela; Corsi (66′ Moreo), Kanoute, Bruccini, Legittimo (46′ Bittante); Carretta, Baez; Pierini. A disposizione: Saracco, Broh, Schiavi, Trovato. Allenatore: Piero Braglia.

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli (86′ Kalombo), Akpa Akpro (69′ Maistro), Di Tacchio, Firenze, Kiyine; Djuric, Jallow. A disposizione. Vannucchi, Russo, Lopez, Odjer, Calaiò, Pinto, Dziczek, Musso. Allenatore: Gian Piero Ventura.

Gol: 2′ st Firenze (S)

Arbitro: Minelli di Varese (Grossi/Lombardi). IV uomo: Carella di Bari.

Ammoniti: Legittimo (C), Cicerelli (S), Jallow (S), Firenze (S), Monaco (C), Idda (C), Jaroszynski (S).

Note: terreno di gioco in mediocri condizioni, 9964 spettatori presenti di cui 855 ospiti (8234 biglietti venduti+1646 abbonati) per un incasso di € 109891. Al 41′ st espulso Braglia per proteste. Angoli: 3-1. Recupero: 7′ st.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.