Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Capaccio Paestum: IX Rassegna Teatrale estiva “…dal mito a + ∞” serata dedicata “a Mia Martini…Stella di stelle”

Inserito da on 12 agosto 2019 – 03:38No Comment

  L’ Accademia Magna Graecia, in collaborazione col Parco Archeologico Paestum , nell’ambito della IX Rassegna Teatrale estiva “…dal mito a + ∞”, presenta “a Mia Martini…Stella di stelle” il 14 Agosto 2019, alle ore 21.00. Presentazione del libro “MARTINI Cocktail” di CIRO CASTALDO (Edizioni Melagrana). Intervengono: Ciro Castaldo (biografo e presidente dell’associazione “Universo di Mimì”), Enrica Suprani (giornalista), Roberto Malinconico (editore Edizioni Melagrana), Franco Alfieri (sindaco del Comune di Capaccio-Paestum), Nunzia Pollastro (volontaria Medici Senza Frontiere – Gruppo di Napoli), Sarah Falanga (direzione artistica dell’Accademia Magna Graecia)…e tutti gli “Amici di Mimìˮ

Con la partecipazione straordinaria della sorella di Mia Martini, la Signora OLIVIA BERTE’
A seguire spettacolo in prosa e musica “…mi chiamano Mimì” - per cantare libera la libertà di un libero canto – di e con SARAH FALANGA

NOTE DI REGIA:
Impronta di Donna: Almeno Mimì nell’Universo.
Mimì non è una donna. E’ “LA” donna.
Oltre ad una impronta indelebile colma d’arte, Mimì lascia finestre aperte sul mondo e sul MODO femminile!
Rileggere la sua vita induce a riflessioni profondissime nella storia del femminile. Un esempio di combattente che lascia segni profondi nel futuro, nel nostro futuro. E’ un continuo richiamo al coraggio, alla consapevolezza, al valore del pensiero ed alla sua attuazione.
Nel suo sguardo, il tremore della ribellione e la pacatezza delle scelte…Nella sua storia l’esempio… Nella sua solitudine il valore dell’amore…Nella sua morte, la massima poesia…il distacco prematuro per rimanere infinita.
Lo spettacolo è dedicato alle DONNE ed a quegli uomini che ancora non si sono accorti del loro valore. E’ anche dedicato a quegli uomini, che riconoscono nelle loro donne, un segreto e prezioso dono di vita, che si rinnova. E’ un continuo input, è il voler risvegliare non solo il ricordo, ma la possibilità che ogni donna ha, o deve darsi, nel cambiare un percorso doloroso, scegliendo la sua storia!

Appunti di regia:
“…mi chiamano Mimì” è una celebrazione al mito di Mia Martini, letta attraverso il ricordo di un uomo che l’ha amata, la ama e l’amerà per sempre, pur non vivendo mai quell’amore in maniera totale, mai riconoscendolo, mai nella pienezza e nella sua importanza.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.