Home » > Primo Piano

Confusione italiana, al I posto la tragica condizione dell’umanità tristemente ammalata di disumanità

Inserito da on 11 giugno 2019 – 10:07No Comment

Giuseppe Lembo

L’ITALIA, prima di essere leghista e/o cristiana è tragicamente confusa nella sua UMANITÀ, sempre più tristemente disumana e negata.

L’UOMO in solitudine, non cerca l’insieme umano per arricchirsi del “saggio “della vita, attraverso i valori di un UMANESIMO che, se non vogliamo farci un male da morire, non possiamo assolutamente cancellare, annullandoli per fare prevalere la DISUMANITÀ D’INSIEME che ci porta ad essere unicamente tristi ambasciatori di violenza dell’Uno contro l’Altro. Tanto, cancellando la risorsa dell’UMANITÀ DI INSIEME.

CUI PRODEST? UMANITÀ! UMANITA! E’ la sola strada percorribile per mettere ordine al disordine italiano, mettendo al centro della VITA della SOCIETÀ, dall’insieme necessariamente umanizzato e socializzato, i VALORI DELL’UOMO che possiamo ritrovare unicamente nell’ESSERE, oggi tristemente oscurato dal falso protagonismo dell’AVERE-APPARIRE, che fa un male da morire al PRESENTE e ci nega al FUTURO, sempre più disumanamente cancellato.

Che fare? Riprenderci l’UMANITÀ ed i suoi valori di insieme. Il come fare è nei percorsi umanamente segnati dalla CULTURA, dai SAPERI, dalla COMUNICAZIONE AUTENTICA e da tutti i valori di umanità che fanno parte di noi e che ci servono come risorse di un’umanità futura che deve saggiamente saper camminare insieme.

Camminare insieme nella differenza, risorsa di umanità, positivamente unita, da un volersi bene, che partendo da noi, deve essere una “risorsa di umanità”, coinvolgente anche per gli altri. tanto è urgente e necessario, per un cammino di insieme lastricato di umanità del rispetto, del dialogo, del confronto, utili a costruire un’umanità di pace umana tra i popoli e sociale nella società di riferimento, partendo da noi, in un’ Italia, dal grave deficit di umanità, considerata, sempre meno un valore.

L’umanità viene sempre più negata, facendoci un male da morire. così facendo, l’italia è dal futuro sempre più cancellato per tutti, leghisti e cristiani compresi. tanto nell’allarmante previsione Istat che, nel 2060, ci vede tragicamente dimezzati come popolazione italiana sul suolo italiano (i 60 milioni di italiani di oggi diventeranno solo 30 milioni). che folle tragedia italiana, protagonista l’umanità disumana di un’Italia sempre più fratricida che non sa assolutamente volersi bene, avendo scelto l’odio come triste risorsa di una disumanità italiana dal futuro negato.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.