Home » Sicurezza

Baronissi: “FestAmbiente Campania” nella Valle Irno

Inserito da on 11 giugno 2019 – 04:50No Comment

Anna Maria Noia

Bello, intenso, articolato e variegato: è il programma di “FestAmbiente natura. Parchi e aree protette” – alla sua prima edizione (2019) nella Valle Irno. Una serie di eventi, sulle tematiche dell’ecologia, in atto dal 14 al 16 giugno tra Fisciano, Penta, Gaiano ed altre location nella Valle dell’Irno. La kermesse, fortemente propugnata dal circolo locale di “Legambiente” – attivo dal 1987 nel circondario (ospitato in diverse sedi, attualmente a Baronissi) – gode del patrocinio dei seguenti Comuni: Baronissi, Calvanico, Fisciano, Mercato S. Severino, Pellezzano. La conferenza stampa si è tenuta oggi, a Baronissi. Alla presenza di Antonio D’Auria, presidente “Legambiente” Valle dell’Irno; di Francesca Ferro – direttore di “Legambiente” Campania; di Vincenzo Sessa, primo cittadino di Fisciano. A moderare, la cronista de “Il mattino” Barbara Landi. La tre giorni è ricca di iniziative, legate alla cultura ambientale ed ecologica – nonché alla green e alla bio economy. Tra tali manifestazioni spicca l’escursione all’area naturalistica “Frassineto” (Gaiano di Fisciano) – in atto alle 20 di sabato 15 giugno. In questa occasione, l’associazione “Montagna amica” proporrà la “Fiaba nel bosco” – dedicata in particolare ai bambini, ma rivolta e adatta a tutti. E non finisce qui: un altro dei momenti clou del nutrito cartellone è senz’altro costituito dal pranzo (o cena) a sacco di venerdì 14 (ore 21) e di domenica 16 – totalmente “plastic-free” (senza plastica). Ancora, degne di nota sono ulteriori novità: nella lussureggiante cornice dei giardini “Rocco Napoli”, in Penta (Fisciano), il 14 giugno (dopo un apposito convegno, alle 16.30) sarà presentato il volume “Frassineto. Un bosco da vivere – 1989/2019”. Si tratta di una pubblicazione incentrata sui “primi” 30 anni dell’istituzione dell’oasi “Frassineto”. Ha assicurato la propria partecipazione il segretario nazionale di “Legambiente” Michele Buonuomo. Non mancherà la buona musica: alle 21 di sabato, largo alle band “Algoritmo” e “Cosmorama” – con il loro sound accattivante. Sabato 15, ore 9.30, la sala “Gaetano Sessa” al municipio di Fisciano ospiterà un convegno dal titolo: “Forum parchi. Aree protette, green community e bioeconomia in Campania. Le proposte e le iniziative per la tutela del capitale naturale”. Vi prenderanno parte i dirigenti e i responsabili dei parchi e delle aree protette della Campania. Ad introdurre, Antonio Nicoletti – responsabile nazionale “Legambiente” per la biodiversità. A coordinare, la presidente di “Legambiente” Campania Mariateresa Imparato. La giornata di domenica trascorrerà interamente al “Frassineto” – con dimostrazioni di apicoltura e la liberazione dei rapaci del Cras (Centro recupero animali selvatici) di Napoli. A seguire, visite guidate e “lezioni” a “scuola” di meteorologia con il sodalizio “Che tempo fa”. Ancora tanta allegria, con l’esibizione del gruppo di musica folkloristica e/o popolare “A voce d’o popolo”. Questo – in sostanza – il programma. Che prevede anche altri appuntamenti. In occasione dell’incontro con i giornalisti, Barbara Landi ha descritto entusiasticamente la rassegna di happening, sottolineando la necessità di salvaguardare il nostro “patrimonio paesaggistico”, in particolare le aree protette e i parchi. Secondo la Landi è opportuna una “collaborazione tra Comuni”, come è accaduto per tale kermesse. D’Auria ha affermato di aver contribuito a organizzare il tutto per “smuovere le coscienze verso una migliore politica ambientalistica”. In occasione del trentennale del parco “Frassineto”, egli ha descritto la stessa area come “molto ben tenuta”. A differenza, sono ancora parole di D’Auria, del Parco (Urbano) dell’Irno – secondo lui “in stato di abbandono”. Fatti, non parole, per una migliore qualità della vita – è il succo, il senso del D’Auria pensiero. Evidenziato, nel corso della conferenza, l’intento volontaristico della manifestazione. Anche Sessa ha detto la sua, plaudendo alla gestione del “Frassineto” – a cura appunto di volontari. L’area non è solo di Fisciano, ma appartiene all’intera Valle. Infine, il sindaco di Fisciano invita tutti a essere vicini alle azioni di “Legambiente”. La festa delle aree protette è stata intesa come occasione di aggregazione e socializzazione – insomma, dello “stare insieme”. La Ferro, dopo essersi soffermata sul programma, ha espresso la necessità di “andare oltre”, di “creare un’economia sostenibile; bio e green”. “Legambiente” Irno sta contribuendo, secondo D’Auria, a recuperare (anche) il castello di S. Severino.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.