Home » Arte & Cultura

Roccapiemonte: Alternanza Scuola-Lavoro al Liceo “Rescigno”

Inserito da on 10 giugno 2019 – 03:48No Comment

Smartphone, origine di veri e propri problemi fisici e psicologici

Dipendenza da internet, social, videogiochi, ansia e depressione

In crescita esercito di webdipendenti

Studi approfonditi hanno confermato che l’eccessivo utilizzo di telefoni, computer e soprattutto social network porta a conseguenze psicologiche. Instagram e Snapchat sono le piattaforme che suscitano maggiormente un senso di inadeguatezza e generano ansia. YouTube ha invece un ‘influenza più positiva, mentre su Facebook è più frequente il cyberbullismo Di qui la FOMO (Fear of Missing Out), paura di essere esclusi, e pertanto costante il monitoraggio alle proprie bacheche.

La nomofobia o cellularomania indica una vera e propria difficoltà a staccarsi dal telefono. Ed è stato calcolato che il 53% che utilizza lo smartphone manifesta stati d’ansia quando rimane senza batteria, credito, internet, a cui va aggiunta la paura di non essere raggiungibili.

Oltre ai danni psicologici, la dipendenza dal telefono provoca problemi fisici. La luce blu del cellulare può causare rossore, secchezza, affaticamento agli occhi, con mal di testa e disturbi del sonno. Un fenomeno negli ultimi anni diventato preoccupante è il pollice da smartphone: la posizione che assume la mano, per scrivere messaggi, potrebbe essere causa di artrosi. Mentre il collo può assumere la postura del TextNeck, che porta a dolori anche alla schiena, nei casi più gravi, invece può portare all’inversione delle curve della colonna vertebrale. Infine, il tendine del polso: tenere in mano troppo tempo il telefono può favorire infiammazione, visto che i tendini vengono eccessivamente sollecitati. Cojocaru Sebastian

Calciomercato Napoli

Di Lorenzo è ufficiale: arriva al Napoli a titolo definitivo. L’ex Empoli firma dopo le visite mediche della settimana scorsa. E ora è ufficiale: Giovanni Di Lorenzo è un nuovo giocatore del Napoli. Il terzino destro, classe ’93, arriva dall’Empoli dopo aver disputato una grande stagione in Toscana, la sua prima serie A, ben 37 presenze e 5 goal all’attivo. A dare l’annuncio del nuovo acquisto è stato il presidente Aurelio De Laurentiis, sul proprio profilo Twitter. L’esterno difensivo ha lasciato le sue prime parole sul sito ufficiale del club partenopeo. Il Napoli si trova ora in rosa tre terzini destri: Di Lorenzo, Malcuit e Hysaj. Sarà l’albanese (Hysaj) ad andare via in estate, come già dichiarato lo stesso giocatore. Un altro obbiettivo del Napoli è il trequartista dell’Atalanta: Josip Ilicic. De Laurentiis è pronto a raddoppiare il contratto dello sloveno portandolo a oltre 2 milioni a stagione, mentre per la Dea è già stata recapitata una proposta da 12 milioni con la possibilità di inserire alcune contropartite tecniche. Altri nomi per questa stagione sono: Diego Costa e Joao Felix. Due profili costosi e difficilissimi da raggiungere, ma il presidente De Laurentiis sta continuando a mantenere vivi i contatti con l’agente dell’attaccante dell’Atletico, Jorge Mendes, e col presidente del Benfica per il nuovo talentino in rampa di lancio del calcio lusitano. Alex Palladino 

Vittoria tutta italiana ai mondiali 2019-Simone Alessio conquista l’oro ai mondiali di taekwondo

Vittoria incredibile per il calabrese Simone Alessio, che a soli 19 anni conquista l’oro ai mondiali di taekwondo tenutasi sabato 18 maggio a Manchester. In seguito a numerose vittorie, di cui ricordiamo l’importante semifinale contro lo spagnolo Daniel Quesada Barrera con un punteggio di 18-10, l’azzurro conquista la finalissima contro Ahmad Abughaush. Quest’ultimo, già campione olimpico di Rio 2016, viene battuto dal combattivo Alessio che con un punteggio di 18-11 ruba l’oro all’ex campione giordano.
L’incontro, però, non è stato semplice. La tattica dell’avversario si basa sull’utilizzo del pugno per guadagnare punto e superare l’abisso creato dall’azzurro che invece opta per una combinazione di calci mirati al caschetto e alla corazza.
Al termine dell’incontro, però, non c’è storia: la vittoria va all’italiano che con 7 punti di vantaggio vince l’oro e passa alla storia come il primo campione italiano ai mondiali di taekwondo.
A seguito della vittoria, in un’intervista, Alessio racconta la sua straordinaria impresa: “Sono orgoglioso di aver portato in alto il nome dell’Italia. È stato bellissimo”. Inoltre, ci racconta che dopo la vittoria è stato inondato ovunque da migliaia e migliaia di complimenti ed elogi, inoltre afferma che per lui “quando uno entra sul quadrato, lo fa per vincere”. Ed è proprio questo spirito combattivo che spinge il campione ad aspirare alle olimpiadi di Tokyo 2020. Sarà dura, ma il campione promette che darà il massimo e ci proverà con tutto se stesso.
Tra i messaggi più importanti ricevuti dall’azzurro c’è quello dei genitori che lo elogiano con emozione, commossi e fieri del proprio figlio, ricordandogli però tutti i sacrifici fatti fino a quel momento e riportandolo con i piedi per terra.
Al ritorno da Manchester il campione è stato accolto calorosamente dai cittadini del suo paesino, dal sindaco e anche dai vigili del fuoco. Erano tutti lì per festeggiare e congratularsi con il grande vincitore che è riuscito a far trionfare l’Italia in una grande competizione quali sono i mondiali. Chiara Gaetana Ceruso
Pioggia di colori al Liceo “B. Rescigno”

 Nella giornata del 5 giugno, per gli studenti del liceo scientifico “Bonaventura Rescigno” di Roccapiemonte, protagonisti indiscussi sono stati i colori ma soprattutto il divertimento.

Le attività previste per il pomeriggio del 30 maggio sono state posticipate al primo mercoledì di questo mese a causa delle pessime condizioni meteorologiche e ciò ha permesso agli studenti di godersi a pieno il tanto atteso “ART DAY”.

Dopo la normale mattinata scolastica, nel primo pomeriggio i ragazzi si sono recati a Palazzo Marciani, dove i rappresentanti d’istituto avevano già posizionato gli stand con le bustine di colori in polvere e i palloncini da riempire con l’acqua, oltre anche alla consolle, in modo tale da condividere il piacere di ballare insieme sotto una pioggia di colori.

Con un countdown il Dj ha dato il via al cosiddetto “HOLI FESTIVAL”. L’aria si è colorata di polveri rosse, gialle, verdi e blu, così come anche tutti gli studenti i quali, tra sorrisi e balli, si son preparati a concludere al meglio l’anno scolastico.

A differenza degli altri anni, per questo “ART DAY” è stato organizzato anche uno “SCHIUMA PARTY”, che si è tenuto al termine dell’ “HOLI FESTIVAL”. Da un grande cannone è stata sparata un’enorme quantità di schiuma, che ha ricoperto i ragazzi. Tutti hanno ballato e si sono divertiti col viso e i vestiti sporchi di colore e ricoperti dalla schiuma.

È così che i rappresentanti d’istituto hanno voluto rendere indimenticabile questa giornata e insieme a tutti gli studenti hanno salutato l’anno scolastico. Fatima Caiazza

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.