Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Cava de’ Tirreni: PdZ S2, manifestazione d’ interesse Progetto di sostegno all’Inclusione attiva REI/RdC – aggiornato

Inserito da on 10 giugno 2019 – 04:00No Comment
L’Ambito Territoriale S2 – Capofila Cava de’ Tirreni (SA) ha approvato la revisione all’Avviso per la presentazione di manifestazioni d’interesse a Progetto di sostegno all’Inclusione attiva REI/RdC.

Nel caso di accoglimento del tirocinante in azienda è previsto esclusivamente il solo rimborso della spesa relativa all’indennità di partecipazione, così come stabilito dall’Accordo Stato-Regioni del 2015 e dal Regolamento regionale n.4/2018.

L’adesione all’avviso permette di rientrare in un catalogo di offerta composto da progetti di tirocinio per l’inclusione sociale attiva e progetti di sussidiarietà e prossimità.

Il catalogo è sempre aperto e le aziende possono ancora proporre progetti per l’inclusione sociale e progetti di sussidiarietà e prossimità nelle comunità locali, in qualità di soggetti ospitanti. Possono infatti presentare candidatura tutte le imprese pubbliche e private con personalità giuridica (escluse le persone fisiche), dotate di autonomia operativa, attestabile secondo le modalità sotto indicate, che abbiano almeno una sede operativa nel territorio dell’Ambito S2.

Soggetti titolati a presentare candidature per progetti di tirocini formativi per l’inclusione: Ditte individuali e società di persona e capitale;  Imprese profit e no profit;  Soggetti del Terzo Settore, ai sensi dell’art.13 della Legge 11/2007; Commercianti;  Società Cooperative e consorzi; Fondazioni di diritto privato; Enti religiosi di diversa riconosciute a livello nazionale e regionale; Organismi di formazione professionale accreditate della Regione Campania;  – Enti operanti nel territorio Comunale; Studi professionali;  istituti scolastici pubblici di ogni ordine e grado;  aziende alla persona (ex IPAB;  altre aziende pubbliche e organismi pubblici.

Soggetti titolati a presentare candidature per progetti di sussidiarietà e prossimità: organizzazione di volontariato, organizzazione di promozione sociale, parrocchie, altri enti caritatevoli.

I progetti di tirocini formativi per l’inclusione e di sussidiarietà e prossimità proposti devono avere una durata non superiore a dodici mesi, salvo motivate esigenze che ne giustificano una durata inferiore e superiore. La durata minima non deve essere inferiore a quattro mesi. In ogni caso la durata va determinata, coordinata e definita all’interno degli interventi previsti dal Patto d’inclusione.

L’istanza, in forma di autodichiarazione, deve essere redatta secondo gli appositi modelli, scaricabili dal sito del Piano di Zona Ambito S2 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.