Home » Sport

Salerno: Polisportiva Salerno Guiscards, Vincenzo Ventura ufficializza addio a calcio giocato

Inserito da on 25 maggio 2019 – 00:05No Comment
A una settimana dalla conclusione ufficiale della stagione 2018/19, iniziano a trapelare le prime indiscrezioni sulla Polisportiva Salerno Guiscards che verrà. Tra conferme annunciate e partenze sofferte, emerge la decisione di bomber Vincenzo Ventura di abbandonare il calcio giocato: il capitano e leader del team calcio abdica dopo due anni vissuti alla corte della società del presidente Pino D’Andrea. Un biennio vissuto con gioia e devozione, onorando gli impegni e le attività che lo hanno visto in prima fila, nel generale interesse della squadra e di tutta la società. A differenza del dinamismo e della duttilità che lo ha sempre contraddistinto sul terreno di gioco, la decisione della “zanzara” è stata, in questo caso, irremovibile. Quasi vent’anni di vagabondaggio, tra una realtà e l’altra, hanno reso Ventura un calciatore conosciuto nel territorio salernitano. Una carriera vissuta sempre al massimo e che l’ha visto protagonista anche nell’ultimo atto della sua infinita avventura calcistica, in cui ha lasciato il segno con il marchio di fabbrica della casa: un gol da rapinatore d’area che ha consentito ad Enzo di salutare i colori dei foxes con il titolo di capocannoniere della Salerno Guiscards con dodici reti realizzate in ventuno gare disputate.

«Sì tratta di una decisione sofferta – afferma l’ex capitano – , ma necessaria per l’accumulo dei troppi impegni che non mi hanno permesso di allenarmi come avrei voluto nella stagione appena terminata. Lascio con il rimpianto di non aver raggiunto i playoff con la Salerno Guiscards, un traguardo che avremmo potuto raggiungere tranquillamente, ma so che le basi solide di questa società regaleranno ai miei compagni un progetto tecnico vincente e a lungo termine». L’attaccante salernitano è restio ad aprire il sul album personale di ricordi. Il racconto dei momenti che hanno caratterizzato e segnato la carriera da calciatore è tutto in queste poche, ma profonde, parole: «Le soddisfazioni più belle che ho conquistato nel corso degli anni sono, senza dubbio, le esperienze in categorie competitive che mi hanno permesso di maturare come uomo e calciatore. Tanti sono anche i ricordi positivi che mi legheranno ai Guiscards, in questi due anni vissuti con intensità e partecipazione. Se dovessi estrapolarne uno, devo ammettere che il gol vittoria realizzato quest’anno a Pontecagnano, con l’allora capolista Etruria, ha avuto un significato e un valore enorme per me e per tutta la squadra».

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.