Home » > Primo Piano

I Messaggi di Fatima: compiuto il terzo segreto?

Inserito da on 13 maggio 2019 – 10:01No Comment

di Rita Occidente Lupo

La prima apparizione il 13 maggio a tre bambini e l”ultima di Fatima, 13 ottobre 1917, col miracolo del sole: agli occhi di oltre 60.000 astanti, interventuti da ogni parte, oltre che dal Portogallo. Il disco radioso sembrò staccarsi dall’universo, roteare su se stesso, dar vita ad una girandola cromatica senza accecare. Poi, riposizionarsi nella sua dimora e permettere la visione di San Giuseppe, del Bambino Gesù e della Vergine del Carmelo. Dopo la pioggia battente, tra grida “Al miracolo” e “Dio mio, io credo!” la Vergine d’Iria aveva dato prova non solo ai tre pastorelli, ma a scettici e benpensanti del tempo, che esiste un’altra vita e che Dio vuole la salvezza del mondo. In odore di profezie escatologiche, anticipanti o procrastinanti una presunta fine del mondo, Medjugorie ancora cenacolo di fede. Ogni tempo, ha il suo tempo, di spiritualità! Dal Portogallo alla Jugoslavia, la Vergine non cessa di chiamare a raccolta per un’inversione nel percorso terreno. Per far sentire una voce materna, che invita alla conversione: Lourdes, La Salette, Fatima, scenari in cui il cielo s’è chinato, fino a toccare la terra, per ricordare che esiste un’altra vita, oltre quella degli affanni umani. Senza timori nè sentirsi preda di favolette medievali, il sacro ancora ridesta le coscienze, spesso anestetizzate dalla realizzazione temporale. L’ultima apparizione di Fatima: “Alla fine il mio cuore immacolato trionferà!” Le parole della Vergine, così ben vergate nel quaderno di Suor Lucia, la prima veggente, interrogano se nell’attuale clima incandescente, in cui l’immoralità sembra nocchiera del tempo, tra escort, pedofilia e gay pride imbizzarriti, sia giunta l’ora del trionfo della spiritualità: o se invece questa, ancora occulta ad un’inversione di tendenza, non sia dietro le quinte, attendendo che finalmente ci si possa rendere conto che lo spaccato terreno…non è immortale!

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.