Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Cava de’ Tirreni: “Dentro la politica attiva”, vincente formazione promossa da “Movimento Cava Attiva”

Inserito da on 7 maggio 2019 – 04:00No Comment

Formare “cittadini attivi”. Fornire, soprattutto ai giovani, elementi e contenuti per acquisire il concetto di cittadinanza attiva, caratterizzata da diritti e doveri che saranno propri per tutta la vita. È la mission dell’iniziativa promossa dall’Associazione socio-culturale “Movimento Cava Attiva” (MCA) di Cava de’ Tirreni (Sa) ed intitolata “Dentro la politica attiva” – Incontri di formazione alla cittadinanza attiva.

Un ciclo di 7 incontri, partiti lo scorso 5 aprile ed in calendario fino al prossimo 7 giugno, che vede come relatori protagonisti di spicco della vita socio-politica del nostro territorio, che hanno contribuito con il loro trascorso ed il loro impegno a formare un’identità in particolare per le nuove generazioni.

Tutti ad ingresso libero ed in programma presso il Palazzo di Città, ovvero la “Casa di tutti i cittadini”, gli incontri stanno facendo registrare una folta presenza di pubblico, con l’attenzione di volta in volta puntata su tematiche di notevole interesse e tutte molto “partecipate”.

Ad aprire l’iniziativa venerdì 5 aprile è stato Marco Galdi, Professore di Istituzioni di Diritto Pubblico presso l’Università degli Studi di Salerno, che ha trattato il tema La politica, perché?”. Partendo dalla nozione di politica e rifacendosi anche all’esperienza personale, il già Sindaco di Cava de’ Tirreni ha spiegato ai presenti l’importanza, l’utilità e le modalità dell’impegno in politica, soffermandosi pure sulle differenze tra Destra, Sinistra e Centro e sul significato/valore della coerenza in questo campo.

È stata poi la volta mercoledì 10 aprile del Prof. Luigi Gravagnuolo, già Sindaco di Cava de’ Tirreni, giornalista ed esperto di comunicazione, che partendo dalle grandi “narrazioni storiche” ha argomentato su “Partiti e movimenti civici”, stimolando interessanti riflessioni e ragionamenti su globalizzazione, bene comune, stati nazionali e comunità locali.

Il terzo appuntamento è andato in scena venerdì 19 aprile, con protagonista il Prof. Pino Foscari, già Consigliere provinciale, Docente di Storia Moderna, Storia dell’Europa e Storia delle Organizzazioni Politiche in età moderna presso l’Università degli Studi di Salerno, che ha affrontato la tematica “Partecipazione e regole”, concentrando la sua attenzione in particolare sugli scenari della partecipazione politica, sulle regole democratiche e le “segrete stanze” del potere, su politica e tecnicismo e sulla partecipazione “liquida” nel mondo dei social.

Ampiamente positivo finora il bilancio dell’iniziativa, come sottolineano all’unisono l’Avv. Riccardo Senatore e Marisa Annunziata, rispettivamente Presidente e Vicepresidente di MCA: «L’azione dei cittadini è la forza della democrazia. E la conoscenza delle tematiche inerenti alla vita pubblica e delle istituzioni si converte in scelte consapevoli e mature. Mai ricorrere all’alibi di non essere interessati alla politica per non partecipare attivamente. Mai rinunciare a darsi la possibilità di conoscere, comprendere, ascoltare, acquisire un’opinione personale libera ed indipendente. Mai ricorrere al giudizio negativo senza dare il proprio contributivo attivo, attraverso il buon senso critico e partecipativo, alla vita sociale e civile della propria città. Anche perché privarsi di una propria identità democratica, attraverso la partecipazione attiva, provoca un isolamento dal bene comune ed un disimpegno verso la società».

Soddisfazione sì, ma accompagnata dal rammarico legato ad uno spiacevole “fraintendimento”: «Abbiamo promosso quest’iniziativa soprattutto a beneficio dei giovani e senza alcuna connotazione o appartenenza partitica. Del resto, la conduzione di ogni incontro a cura di esponenti intellettualmente al di sopra di ogni interesse personale - affermano con forza i vertici di MCA - ha dato finora un valido contributo di crescita personale, di rispetto ed insegnamento verso la storia e di conoscenza verso l’evolversi di una società sempre più in fermento. Peccato che qualcuno non l’abbia capito e, attribuendo a questo ciclo di incontri un’inesistente matrice partitica, abbia dato poco sostegno alla partecipazione dei giovani, privandoli così di un momento fondamentale per la loro formazione di cittadini consapevoli».

Dopo le prime tre tappe, il ciclo di incontri “Dentro la politica attiva” continuerà venerdì 10 maggio 2019 con la Dr.ssa Laura Sabatino, assistente sociale, esperta in progettazione e gestione delle politiche sociali, che tratterà la tematica “Quale welfare per la società civile”. Partendo da una riflessione sulle varie forme d’intervento dello stato sociale nella società civile, la relatrice si soffermerà sulle espressioni che esso può assumere in una società moderna, evidenziandone le necessità e le difficoltà.

Appuntamento fissato alle ore 18.00 presso la Sala di Rappresentanza del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni. Agli studenti degli istituti superiori cavesi che prenderanno parte a questo incontro, come a quelli successivi, verrà rilasciato un attestato di partecipazione utile per l’attribuzione di crediti formativi.

IL PROGRAMMA DEI PROSSIMI INCONTRI

- Venerdì 10 maggio 2019: “Quale welfare per la società civile” - Dr.ssa Laura Sabatino, Assistente sociale, esperta in progettazione e gestione delle politiche sociali;

- Venerdì 24 maggio 2019: “Cultura e politica” – Avv. Gianpio De Rosa, già Consigliere provinciale ed Assessore comunale alla Cultura;

- Venerdì 31 maggio 2019: “Urbanistica e idea di Città” – Arch. Antonio Abalsamo, esperto in progettazione urbana ed ambientale, gestione sostenibile del territorio e riqualificazione ambientale;

- Venerdì 7 giugno 2019: “Diritti e doveri nella società secolarizzata” – Dr.ssa Silvia Guarino, già Dirigente di vertice dell’Agenzia delle Entrate (Direttore regionale della Basilicata e della Puglia).

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.