Home » > Primo Piano

Cambiare si può!

Inserito da on 27 aprile 2019 – 10:01No Comment

Giuseppe Lembo

In ITALIA “CAMBIARE SI PUÒ”! Tanto, in un FUTURO POSSIBILE, indipendentemente dall’insieme umano dell’EUROPA che, così com’è, proprio non va e non ha assolutamente prospettive di Futuro, umanamente possibili, mancando della saggia ed insostituibile virtù di un INSIEME UMANO DA ”POPOLI D’EUROPA”, così come, nel sacro e saggio impegno dei suoi PADRI FONDATORI, con in primo piano la “Saggia Anima Europea”del Nostro caro, saggio ALTIERO SPINELLI. Purtroppo, cammin facendo, i valori e gli ideali dei PADRI FONDATORI, sono stati abbandonati e sempre più cancellati, con un fare europeo da, ”separati in casa”.
L’EUROPA deve saggiamente avere quell’Anima d’insieme dei POPOLI D’EUROPA che, tradendo i Padri Fondatori, purtroppo ha sempre meno, con disumani arroccamenti imperialistici, da regimi di vecchia memoria che non devono più esistere in un saggio insieme europeo e tanto meno devono essere tollerati come UMANITÀ EUROPEA, nella dimensione di un Mondo Nuovo di un Nuovo Millennio mondializzato, dal locale al globale, con al centro l’UOMO, in quanto ESSERE IN DIVENIRE, la sua dignità, i suoi sacrosanti diritti, riconosciuti, dalla CARTA UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI, ma di fatto, sempre più spesso negati. Tanto, a partire dal DIRITTO ALLA VITA, alla LIBERTÀ, all’UMANITÀ, sempre più tradita da una DISUMANITÀ DIFFUSA che fa un male da morire all’UOMO che, proprio, non sa volersi bene ed alla Terra sempre più ammalata di UOMO, in grave crisi umana nel Mondo e che, sempre più silenzioso ed abbandonato a se stesso, proprio non sa volersi bene. Oltre all’EUROPA che deve assolutamente cambiare ed al Mondo umanamente confuso ed a grave rischio di UMANITÀ degenerativa, tragicamente presente in un’INTELLIGENZA TECNOLOGICA che si va candidando a governare il Mondo e l’UOMO che lo abita, annullandone i percorsi di UMANITÀ con al centro l’UOMO e non le sole mute cose dell’Avere-Apparire, un male infinito che colpisce a morte l’UMANITÀ, rendendola tristemente DISUMANA.

Una specifica attenzione umana, socio-antropologica, culturale, dei saperi e soprattutto POLITICA, va all’ITALIA che, in nessuna direzione, cammina saggiamente insieme, facendo la sua parte di UMANITÀ di insieme, capace di volersi bene e di pensare solidalmente al bene comune, riducendo le distanze tra chi ha e chi non ha e le distanze antropico/geografiche tra il NORD, ancora e nonostante tutto, PROTAGONISTA DI SVILUPPO ed un SUD morente e come sempre con il cappello in mano, a chiedere di essere assistito nel suo Mondo SOTTOSVILUPPATO, negandosi tristemente ad un FUTURO UMANAMENTE E TERRITORIALMENTE POSSIBILE, ma cancellato da una STRATEGIA DELLA DIVERSITÀ che annulla il Mondo Meridionale dagli scenari del CAMBIAMENTO possibile, ma che l’UOMO del SUD si nega e nega, facendosi un MALE DA MORIRE.

Caro SUD, svegliati! Restituisciti al Futuro che può essere saggiamente parte di Te, come UMANITÀ, con al centro l’UOMO dell’ESSERE IN DIVENIRE, protagonista di un MONDO NUOVO, così come nel patrimonio genetico del tuo passato,dalle profonde e sagge radici nell’UMANITÀ MERIDIONALE, una grande risorsa per il Futuro dell’ITALIA e del Mondo. Tanto, credendoci! Credendoci umanamente, culturalmente e non da ultimo, POLITICAMENTE, attrezzando saggiamente il SUD di UMANITÀ DI INSIEME, insostituibile risorsa di cambiamento e di sviluppo. Tanto, con la crescita diffusa del mondo umano da arricchire di cultura, di saperi, di UMANITÀ e di saggia creatività, per un PROGETTO SUD costruito su di un’UMANITÀ NUOVA che sa, prima di tutto, volersi bene ed essere saggiamente creativa ed in modo partecipato, protagonista del cambiamento umano e territoriale,possibile se lo vogliamo.

Occorre creare un saggio modello di SVILUPPO MERIDIONALE, partendo da NOI e … magari sognando, eliminare dalla nostra saggia UMANITÀ, le pericolose e nocive sofferenze di DISUMANITÀ che fanno un male da morire alla nostra UMANITÀ che ha un grande bisogno di NOI, in quanto MONDO DELL’ESSERE IN DIVENIRE.

CREDERCI, E’ UN SAGGIO ATTO DI UMANITÀ! Dalla Famiglia, prima insostituibile cellula di UMANITÀ UMANIZZATA, alla SCUOLA, all’INSIEME UMANO UMANIZZATO E SOCIALIZZATO, con un forte impegno di CULTURA, SAPERI E PROTAGONISMO DI INSIEME, ANCHE DA PARTE DI UNA SAGGIA POLITICA DELLA RAPPRESENTANZA, IL SUD, avendone le condizioni e le risorse umane e territoriali, può cambiare e pensare insieme ad un FUTURO DI SVILUPPO.

Cambiare si può! Un obiettivo possibile, se si pensa di crescere insieme, in un insieme partecipato e formato ai saperi della saggia creatività umana, una grande, insostituibile risorsa per il FUTURO DI UN MONDO NUOVO CHE HA BISOGNO DI NOI CREATIVI DEL SUD, DELLA TERRA VELINA DELL’ESSERE PARMENIDEO, PER RIMETTERE ORDINE AL DISORDINE UMANO, DALL’UMANITÀ DISUMANA E CON L’UOMO, IN SOLITUDINE, TRISTEMENTE INDIFFERENTE A TUTTO.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.