Home » Cannocchiale

Salerno: da “Mondadori bookstore”, presentazione romanzo “Cento cuori dentro” di Gio Evan

Inserito da on 12 aprile 2019 – 06:00No Comment

Anna Maria Noia

Grande attesa, presso il “Mondadori” Store (Book store) al corso Vittorio Emanuele civico 56 – Salerno: lunedì 15 aprile, alle 18.30, ecco un evento che coinvolgerà certamente molti appassionati lettori e/o intenditori di musica pop. Per la gioia di fan e curiosi, Gio Evan – pseudonimo di Giovanni Giancaspro, scrittore e cantautore (appunto pop) originario di Molfetta – presenterà il suo recente romanzo “Cento cuori dentro” – Rizzoli editore (2019). Di cui firmerà anche le copie. Le pagine dell’opera, appartenente al genere Narrativa, sono 272. Il romanzo è appassionante e denso di filosofia e poesia. In esso si svolgono le peripezie di tre singolari personaggi – protagonisti di una trama avvincente ed incalzante: Leon, uno scrittore; Bruce – il suo migliore amico nonché manager; il saggio Bongo – un consigliere e “santone” di origine guatemalteca. Che, è descritto nel volume, non esce mai di casa però sembra conoscere molto bene gli accadimenti e la natura umana. O, meglio, Bongo esce da casa solo per salire sul tetto, allo scopo di ammirare (e scrutare, interrogare) il cielo firmamento. Momento centrale della narrazione è la crisi creativa ed esistenziale di Leon. Nel pieno di essa, gli capita di incontrare una bella ragazza. Ella contribuirà a far “peggiorare” – se possibile – la situazione critica in cui il nostro eroe si dibatte. Una donna misteriosa, quasi – così appare: non si sa il nome; nemmeno da dove venga. Eppure, la bellezza di questa fiamma è talmente affascinante che il povero Leon potrebbe compararla a un’isola della Nuova Caledonia. Il protagonista, per di più, è attanagliato da un’atavica insicurezza – che non gli permette di esporre i propri sentimenti all’oggetto del suo desiderio. Lo aiuteranno, pertanto, in questo i suoi compagni di viaggio – i suoi “veri” amici (Bruce, irruentemente folle, imprevedibile; Bongo, con la serafica sua saggezza e pazienza – lungimiranti). Leon, poi, accoglie all’interno del suo animo ben novantanove cuori. Come mai? Ai posteri l’ardua sentenza, lo si scoprirà soltanto leggendo. È una storia intima, che si sviluppa e dipana partendo da un’autobiografia poetica e filosofica. Gio Evan ha 31 anni, soltanto a 20 crea il suo libro d’esordio: “Il florilegio passato” – una raccolta di liriche il cui spunto ispiratore è stato un viaggio in India. L’antologia, autoprodotta, viene poi “distribuita” dall’eclettico autore per le strade in Italia. Sempre i viaggi, nei quattro anni successivi alla realizzazione della raccolta poetica, fungono da “veicolo” per altri volumi: Evan visita l’Europa e il Sud America. Le sue esperienze da viaggiatore confluiscono anche nella seconda opera – nonché primo romanzo (2014): “La bella maniera”. Nel 2015 ritorna alla poesia, con “Teorema di un salto”. Ancora, nel corso del tempo pubblica “Passa a sorprendermi” (“Miraggi edizioni”). Attivo sui social, in particolare verso Instagram e Facebook, fa levitare la sua fama grazie a brevi aforismi tratti dalle proprie liriche. Nel 2017, per i tipi della Fabbri, esce “Capita, a volte, che ti penso sempre”. Nel 2018, Gio Evan manda alle stampe “Ormai, tra noi, è tutto infinito”. Sempre nel ’18, il poliedrico personaggio completa la sua metamorfosi artistica con l’album “Biglietto di solo ritorno” (MArteLabel, l’etichetta discografica – indipendente). Insomma, una personalità completa e mai banale; interessante. Tra i brani dal sound più accattivante: “A piedi, il mondo”; “Sei perfetta” e “Joseph Beuys”. Appuntamento dunque a Salerno, in corso Vittorio Emanuele 56. “Mondadori bookstore”. Il 15 aprile 2019, ore 18.30.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.