Home » Arte & Cultura

Nocera Inferiore: Alternanza Scuola-Lavoro, Giornale per il Sociale al Liceo “Galizia”

Inserito da on 12 aprile 2019 – 03:42No Comment

Sold out allo Stadio di Wembley. V tournèe mondiale della cantautrice statinutense Taylor Swift

Christian Franza

Il 23 Giugno 2019, 143.427 persone hanno assistito al Reputation Stadium Tour di Taylor Swift, cantante multiplatino e vincitrice di 10 Grammy Awards. È stato il suo quinto tour, a sostegno del suo sesto album in studio, Reputation.

Il tour è iniziato l’8 maggio a Glendale e si è concluso il 21 novembre 2018 a Tokyo, comprendendo 53 concerti. Il tour ha visto la partecipazione di 2.888.892  fan e ha incassato $ 345.700.000, diventando il tour di maggior successo della Swift fino ad oggi, ed è il tredicesimo giro di concerti di maggior incasso di tutti i tempi. Sul palco con lei le sue colleghe Camilla Cabello e Charli XCX per l’apertura dei suoi concerti.

I primi sette spettacoli hanno incassato 54 milioni di dollari, con 390.000 biglietti venduti, portando ‘La regina Dei Serpenti’ in cima alla Billboard’s chart Hot Tours s nel giugno 2018.

È stato girato anche un film sull’evento, diretto da Paul Dugdale, pubblicato su Netflix il 31 Dicembre in occasione del 29esimo compleanno dell’artista.

Il tour ha ricevuto recensioni entusiastiche, essendo stato etichettato come il migliore della carriera della Swift fino ad ora e il miglior tour del 2018. La scenografia è stata arricchita da serpenti, coreografie e fuoco.

Durante la serata la cantante, oltre a cantare le tracce del nuovo album, come “Look What You Made Me Do” , “…Ready for it?” , “ I Did Something Bad” e “Delicate” , ha cantato anche alcuni singoli dei suoi vecchi album, unendoli e creando dei medley.

CBS San Francisco, ha scritto: “L’unica cosa più importante della cantante stessa durante il suo spettacolo pieno di cambi di costume sono i serpenti enormi e dall’aspetto vizioso che appaiono simbolicamente in tutto il set”.

Insomma, la reputazione di questo spettacolo si è fatta nei libri di storia!

 

Washington: Shock Mamma-Nonna, 61enne realizza sogno del figlio gay

 Cecilie Eledge all’età di 61 anni partorisce una bambina, Uma Louise.

Uma, però, è una bambina fuori dal comune, frutto di un amore diverso.

E’ dunque, questo il fatto che ha sconvolto l’America e l’ intero mondo.

La neonata che biologicamente dovrebbe essere la sorella di Matthew (figlio di Cecilia) è in realtà la figlia.

Una fecondazione artificiale, che vede coinvolta anche la cognata di Matthew, sorella del marito Elliott Dougherty, donatrice degli ovuli.

Il gesto compiuto è una dimostrazione d’amore di una madre per il proprio figlio.

L’utero in affitto può anche non essere condiviso, in quanto ci sono bambini in orfanotrofi che aspettano solo una famiglia che li porti via da quel posto che non può essere considerato casa.

L’America permette adozioni a coppie omosessuali, quindi, perché non salvare una vita anziché sfruttare il corpo di una donna?

Questa volta è un qualcosa di bello, ma molte volte si trasforma in un vero e proprio sopruso che vede donne economicamente deboli darsi per soldi.

Tutto ciò può essere visto come un vero e proprio mercato di bambini, ignari di tutto che non hanno diritto di replica.

Ora sta a voi, lettori, accettare tutto questo o meno!

VC-RLG

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.