Home » Scuola e Giovani

Salerno: “Panthakù. Educare dappertutto”, al via progetto Ai.Bi. – Amici dei Bambini e Impresa Sociale Con I Bambini

Inserito da on 8 aprile 2019 – 06:21No Comment

 Il NO alla povertà educativa e alla dispersione scolastica passa dal giornalismo radiofonico alla cucina, attraversando lo sport: sono in partenza tutte le attività pensate per i ragazzi del progetto triennale di Ai.Bi. – Amici dei Bambini “Panthakù. Educare dappertutto”Il progetto è stato selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, insieme ad altri 85 progetti in tutta Italia tra gli oltre 800 presentati sul bando adolescenza.

“Panthakù. Educare dappertutto”, vede il coinvolgimento di 25 realtà partner tra pubblici e privati e ha come protagonisti gli alunni di quattro scuole secondarie di I° grado di Salerno, Santa Maria Capua Vetere (CE) e Castellammare di Stabia (NA), i loro insegnanti, le loro famiglie e le intere comunità dove vivono.

L’obiettivo generale delle attività pensate per “Panthakù. Educare dappertutto”, è contrastare la povertà educativa minorile e la dispersione scolastica promuovendo relazioni sociali positive tra ragazzigli insegnanti e le famiglie migliorando la qualità della loro vita scolastica e non.

Salerno gli istituti coinvolti sono l’IC Calcedonia e l’IC Rita Levi Montalcini. I ragazzi del Calcedonia porteranno avanti un laboratorio di web radio con gli operatori di Ai.Bi. Con la CNA di Salerno, i ragazzi potranno scoprire il mondo degli artigiani, partecipando ad uno stage di pasticceria a scuola e uno stage di cucina presso il Mini Pastificio di Carmen Turturiello.  L’IC Montalcini avrà, oltre il laboratorio di web radio, due laboratori sportivi gestiti dal CSI di Salerno: pallavolo e pattinaggio. Per gli stage, i ragazzi saranno impegnati con artigiani del beauty e cucina sempre seguiti da esperti della CNA di Salerno. Per un gruppo di ragazzi di entrambe le scuole inoltre si apre la piscina Nicodemi di Salerno dove la Rari Nantes Nuoto Salerno avrà l’obiettivo, da adesso al 2021, di fare appassionare alla pallanuoto i ragazzi e portare avanti una squadra, la“Panthakù Rari Nantes Salerno”. Gli alunni di 4 prime classi dei due Istituti coinvolti, in orario scolastico, saranno formati come peer educator per affiancare altri allievi lungo il percorso scolastico e non. Una metodologia educativa, il peer to peer, già sperimentata con successo da Ai.Bi. – Amici dei Bambini nell’ambito del Programma di intervento anti-bullismo BIC (Bullying in Institutional Care), co-finanziato dalla Commissione Europea.

Castellammare di Stabia (NA) gli alunni dell’IC Denza porteranno le loro storie, passioni e voglia di raccontare il mondo che li circonda con il laboratorio di web radio e si metteranno in gioco con il laboratorio del peer to peer. Per gli sport, potranno conoscere il dodgeball e imparare le migliori mosse di karate accompagnate dal CSI di Napoli. Un gruppo di alunni delle prime e delle seconde classi, farà un interessante percorso con l’Associazione culturale Funneco, sulle varie professionalità del mondo dello spettacolo e dell’industria culturale e creativa.  Spazio anche per gli stage con la CNA di Napoli che farà conoscere ai ragazzi le attività di parrucchiere ed estetista. Anche a Castellammare alcuni alunni di prima si impegneranno, accompagnati dal CSI di Napoli, da ora al 2021, con la creazione di una squadra di pallavolo, la “Panthakù CSI Napoli”

Infine, partenza anche per l’IC Principe di Piemonte di Santa Maria Capua Vetere (CE) dove, oltre alla webradio e al percorso peer to peer, gli alunni potranno partecipare a laboratori di pallavolo con il CSI Caserta che si occuperà anche di mettere su, partendo dalle basi, una squadra di Calcio a cinque “Panthakù CSI Caserta”. Conl’Associazione Casa Babylon Teatro, si metterà in gioco un laboratorio sperimentale dove ciascuno potrà esprimersi e comunicare, scoprendo le regole e i meccanismi del gioco e le tante capacità personali. L’educazione all’ascolto dell’altro e al riconoscimento delle emozioni sarà svolta in modo ludico e divertente. Infine alcuni alunni delle seconde e terze classi, incontreranno grazie alla CNA di Caserta le botteghe artigiane  con stage di beauty (parrucchiere ed estetista), di oreficeria e tecnico del suono.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.