Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Battipaglia: Associazione Arkos, progetto “Orto Nostro” su terreno confiscato a camorra

Inserito da on 19 febbraio 2019 – 03:32No Comment

Sono già a buon punto le operazioni di bonifica del terreno confiscato alla camorra che ospiterà il progetto “Orto Nostro” dell’Associazione Arkos di Battipaglia. Il terreno è stato concesso all’associazione grazie alla sensibilità degli amministratori del Comune di Battipaglia.

Nei giorni scorsi mezzi e volontari sono entrati in azione per riqualificare l’area e ripulirla dai rifiuti che erano stati depositati sul terreno e lungo la recinzione della proprietà, formando una vera e propria discarica a cielo aperto. Il terreno è stato anche liberato da pietre e sterpaglie, pronto per essere trasformato in un orto e accogliere principalmente le coltivazioni di Fiaschello Battipagliese, per promuoverne la diffusione e diffondere contemporaneamente il messaggio di un’alimentazione sana e genuina.

Oltre al terreno, la concessione d’uso riguarda anche un fabbricato, del quale è prevista la ristrutturazione. A regime diventerà deposito e laboratorio per la trasformazione a carattere artigianale dei prodotti coltivati, in special modo del Fiaschello Battipagliese.

L’associazione Arkos, infatti, per contribuire alla riscoperta della tradizione rurale del territorio di Battipaglia:

  • nel 2014 decide di intraprendere un lavoro di ricerca e sperimentazione per il recupero di un ecotipo di pomodoro denominato “Fiaschello Battipagliese”, molto diffuso nella piana del Sele negli anni Settanta.
  • Nel luglio 2015 ottiene l’iscrizione del pomodoro Fiaschello di Battipaglia nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali – PAT, presso il Ministero dell’Agricoltura.
  • Nell’ottobre 2017 un ulteriore riconoscimento con l’iscrizione nel registro nazionale delle varietà di pomodoro da conservazione da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Gazzetta Ufficiale n. 252 del 27.10.2016).
  • Inoltre è stata effettuata la registrazione del marchio “Fiaschello Battipagliese” presso la CCIAA di Salerno e la realizzazione di un sito web dedicato al Fiaschello Battipagliese con notizie storiche del territorio e dettagli sul progetto.

Vogliamo esprimere il nostro ringraziamento a chi – privati cittadini, aziende ed istituzioni – sta supportando il progetto “Orto Nostro” con grande entusiasmo, dichiara Mariella Liguori – Vice presidente dell’Associazione ArkosA cominciare dal Comune di Battipaglia che ci ha dato fiducia. Il progetto “Orto Nostro” esprime fin dal nome i suoi intenti. È evocativo di un modo di esprimersi della criminalità organizzata alla quale apparteneva il bene poi confiscato e ora in gestione alla nostra associazione – prosegue Liguori. “Cosa Nostra” oltre ad essere una delle più note organizzazioni criminali, denota un modo di esprimersi teso a “marcare il territorio”. Ed è proprio questo ciò che vogliamo mettere in evidenza: “marcare” il territorio della Piana del Sele, ri-appropriandocene simbolicamente attraverso un utilizzo positivo insito proprio nella cultura stessa delle Terre del Sele: la coltivazione del Fiaschello Battipagliese in primis ma anche di frutta e altri ortaggi”.

Gli obiettivi del progetto “Orto Nostro”

Recuperare, riqualificare e ripristinare un terreno con annesso fabbricato sequestrato alla camorra locale con l’obiettivo di trasformarlo in un orto magnifico da restituire ai cittadini e alla legalità. Nello specifico Arkos si propone di perseguire i seguenti obiettivi:

Fattoria didattica

Arkos vuole attivare azioni formative con la collaborazione di scuole, enti e privati allo scopo di far conoscere le tradizioni del territorio e in particolare la storia del pomodoro Fiaschello Battipagliese che ha rischiato l’estinzione. La fattoria didattica si occuperà anche di educazione ambientale e alimentare.

Agricoltura sociale

È interesse primario dell’Associazione Arkos offrire opportunità di inserimento socio- lavorativo di soggetti svantaggiati. Le attività di coltivazione e raccolta saranno proposte principalmente ai soggetti che avranno tali requisiti con il coordinamento degli esperti dell’Associazione stessa.

Trasformazione dei prodotti

La trasformazione a carattere artigianale dei prodotti coltivati sul terreno confiscato, soprattutto il Fiaschello Battipagliese, sarà effettuata da laboratori presenti sul territorio o da individuare su reti solidali. Compatibilmente con lo sviluppo del progetto e con le varie autorizzazioni richieste è desiderio dell’Associazione dotarsi di un laboratorio artigianale di trasformazione.

Commercializzazione delle produzioni dirette

I prodotti coltivati saranno oggetto di trasformazione e commercializzazione, preferendo la collaborazione con reti solidale. Arkos vuole attivare una partnership con associazioni del territorio e/o nazionali per la creazione di una rete solidale e una diffusione vantaggiosa dal punto di vista socio-economico.

Banca del germoplasma in vivo

Ufficializzato il riconoscimento da parte del Ministero dell’Agricoltura della conservazione del seme della varietà Fiaschello Battipagliese, parte del terreno sarà utilizzata proprio al fine della caratterizzazione del Fiaschello Battipagliese per la conservazione del germoplasma. L’attività interesserà anche la messa a dimora di varietà cultivar locali di varie specie ortive.

 Centro per la biodiversità

Arkos vuole attivare un programma per la conservazione di diverse varietà del territorio. Il progetto prevede la ricerca di semi di cultivar locali di varie specie ortive ed agrarie da reperire nella provincia di Salerno, con particolare riferimento alla Piana del Sele e al Cilento. A seguire, sarà attivato il protocollo più adatto alla catalogazione delle specie e alla preparazione per la semina.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.