Home » Sport

Calaiò e Jallow rilanciano Salernitana nella lotta play off, vittoria esterna ad Ascoli

Inserito da on 17 febbraio 2019 – 00:41No Comment

Roberto Trucillo

I gol degli attaccanti mancavano alla Salernitana che in più di una occasione aveva pagato dazio agli avversari a causa della sterilità del reparto offensivo. L’arrivo dell’”arciere” in casacca granata ha subito dato smalto al gioco offensivo della squadra. Già nel match di esordio con il Benevento il centravanti aveva messo a segno una rete annullata ingiustamente dall’arbitro per off side.

Nel match di Ascoli, Calaiò ha gonfiato per la seconda volta la rete avversaria, con un tap-in dall’area piccola, dimostrando di essere un attaccante di razza che non ha per nulla smarrito il fiuto del gol nonostante la lunga inattività dovuta alla squalifica e all’età non più verde.

Jallow, schierato finalmente da Gregucci nel suo ruolo naturale di esterno offensivo o seconda punta, ha messo a segno una doppietta, ribadendo in rete una corta respinta del portiere ascolano e poi a conclusione di un’azione personale in ripartenza. La presenza in attacco di un centravanti di razza gli ha giovato.

Questa coppia d’attacco potrà fare bene perché è ben integrata. Le caratteristiche dei due attaccanti sono molto diverse ma si integrano e completano. Uno è uomo da aria di rigore capace di impegnare i difensori centrali e far reparto da solo, l’altro è bravo ad affondare i colpi in velocità e a saltare l’uomo.

L’impiego nel terzetto offensivo di Mazzarani, inoltre, si è rilevato efficace. Il centrocampista granata ha sostenuto con qualità le due punte, con inserimenti offensivi e tagli insidiosi. Un esperimento riuscito di Gregucci.

Nel secondo tempo è entrato in campo anche Vuletich che ha rilevato uno stremato Calaiò e l’impatto sul match dell’attaccante argentino è stato positivo, riuscendo a far salire la squadra e trattenere palla in zona offensiva, guadagnando anche qualche calcio di punizione utile a far respirare la squadra sottoposta all’offensiva degli avversari alla ricerca del gol del pareggio.

Detto dell’attacco, va sottolineata la prova sontuosa di Casasola a centrocampo sulla fascia destra dove ha proposto numerose sgroppate palla al piede e fornito cross ed assist. L’esterno granata è stato premiato dalla realizzazione della rete del 2-1, ribadendo in rete il pallone che aveva colpito la traversa su tiro di Migliorini.

Anche Di Tacchio, come al solito, ha dato qualità e sostanza alla linea mediana con una prestazione positiva in entrambe le fasi di gioco. Si conferma calciatore indispensabile per la Salernitana, autentico perno dello schieramento granata.

Minala, ancora non al top della forma fisica ed ancora più lento e macchinoso del solito, ha sopperito a tale carenza con un ottimo senso tattico che gli ha consentito di rendersi utile soprattutto in fase di interdizione. Lopez, sulla fascia sinistra ha fornito una prestazione volitiva ed ha lottato con molta determinazione facendo sentire la sua presenza sia in fase difensiva, sia offensiva. Da questi due calciatori, comunque, è lecito aspettarsi ulteriori miglioramenti.

Il terzetto di difensori centrali non è stato impeccabile. Bene Migliorni, gigante difficilmente superabile, baluardo difensivo affidabile, benino anche Perticone. Qualche indecisione di troppo per Gigliotti. Va detto, comunque, che in più di una circostanza nel corso del match i difensori centrali hanno dovuto allargarsi sugli esterni per tamponare i vuoti lasciati da Casasola e Lopez che hanno spinto molto sulle fasce in fase offensiva.

Micai, con un paio di interventi decisivi su tiri insidiosi degli avversari, ha riscattato la “papera” commessa nella gara con il Benevento, ripagando così la fiducia concessagli da Gregucci.

Intanto, stanno tenendo banco le affermazioni di Lotito che ha un po’ bacchettato parte della tifoseria, una minoranza, che sui “social” esprime critiche distruttive ed offensive nei confronti della società, dello staff tecnico e dei calciatori, destabilizzando l’ambiente ed arrecando danni alla squadra.

Effettivamente, in alcuni post su facebook, in particolare, e nei relativi commenti, si leggono affermazioni vergognose nei confronti di Lotito, Fabiani e numerosi calciatori, al limite della diffamazione e della querela. Offese pesanti che oltrepassano il limite della critica e della decenza. E’ molto probabile che gli autori di tali post e commenti non siano tifosi della Salernitana, ma persone che usano tali mezzi per danneggiare volutamente la Salernitana, fingendosi tifosi. Queste persone vanno isolate da parte dei veri tifosi che devono prendere le distanze da loro, soprattutto quest’anno in occasione del centenario della fondazione.

La critica costruttiva, ovviamente, non deve mancare. Le altalenanti prestazioni della Salernitana che pare procedere a corrente alternata vanno comunque stigmatizzate. Alcune operazioni di mercato e di marketing della società, inoltre, non possono non dare adito a critiche e riflessioni. Ma da qui all’offesa e diffamazione ce ne corre. I tifosi devono continuare a stare vicino alla squadra e ad incitarla in vista dell’obiettivo play off, ancora raggiungibile. I conti si faranno a fine campionato.

Ascoli – Salernitana 2 – 4

Reti: 3’ pt Ninkovic (A), 13’ pt Calaiò (S), 18’ pt Casasola (S), 40’ pt, 51’ st Jallow (S), 3’ st Beretta (A).

Ascoli: Milinkovic Savic, Laverone (43’ st Chajia), Brosco, Padella, D’Elia, Iniguez (1’ st Addae), Cavion, Frattesi, Ninkovic, Ciciretti (1’ st Beretta), Ganz. All. Vincenzo Vivarini

A disposizione: Bacci, Scevola, Quaranta, Andreoni, Valentini, Rubin, Troiano, Baldini, Rosseti.

Salernitana: Micai, Perticone (11’ st Mantovani), Migliorini, Gigliotti, Casasola (27’ st Pucino), Minala, Di Tacchio, Lopez, Mazzarani, Jallow, Calaiò (60’ st Vuletich). All. Angelo Gregucci

A disposizione: Vannucchi, Bernardini, Odjer, Orlando, D. Anderson, Memolla, Rosina, Djuric.

Arbitro: Sig. Daniele Minelli di Varese.

Assistenti: Sig. Pasquale Cangiano (sez. di Napoli) – Gamal Mokhtar (sez. di Lecco).

IV Uomo: Alessandro Prontera (sez. di Bologna).

Ammoniti: Padella, Ganz, Addae (A), Lopez, Minala, Pucino, Gigliotti (S).

Espulsioni: Ganz

Angoli: 4 – 8

Recupero: 6’ st.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.