Home » • Salerno

Salerno: Lega, Bortolo e Berlinguer a festa Bimed, Falcone “Strumentalizzata scuola, offendendo Salvini e milioni di italiani”

Inserito da on 11 dicembre 2018 – 06:18No Comment

La “Festa della Scuola Bimed 2018” si è trasformato in un imbarazzante comizio contro Matteo Salvini: una sorta di forzata ma certamente cercata e voluta, apertura in salsa salernitana della campagna elettorale della sinistra per le elezioni europee di maggio. Oggi al Grand Hotel Salerno dirigenti insegnanti ed alunni degli istituti scolastici secondari di II grado, molti provenienti da altre regioni, persuasi dall’opportunità di approfondire le conoscenze in materia di formazione e aggiornamento attraverso Bimed,  sono stati invece intrattenuti sulla “necessità del ritrovamento della giusta strada persa in tema di immigrazione ed accoglienza degli extracomunitari” dai monologhi di Pietro Bartolo, medico di Lampedusa e di Luigi Berlinguer. Discorsi provocati e rafforzati nel merito da Andrea Iovino, direttore generale Bimed. Strappalacrime le storie del medico siciliano – che non ha mancato di ricordare più volte i due libri ed il film realizzati – specie quando sullo schermo sono scorse le immagini di un parto su una motovedetta. Senza manco il romanticismo di facciata, ed invece solo di pessimo gusto, l’attacco diretto dell’ex ministro Berlinguer all’attuale ministro Salvini accusato di “offendere la natura dell’uomo”. Quanto accaduto nell’ambito della manifestazione organizzata dalla Bimed – ente peraltro riconosciuto dalla Regione Campania con decreto dell’8 febbraio 2018 – conferma che in Italia resistono tentativi pianificati e lucidi per orientare politicamente le menti di giovani nella delicata fase della costruzione della coscienza critica e politica anche attraverso il classico (e caro alla sinistra) coinvolgimento della scuola; che la sinistra, senza vergogna, insinua tali tentativi in ogni occasione strumentalizzando e spettacolarizzando finanche la disperazione di chi lascia la propria terra per fini elettoralistici; che ad essa il concetto di rispetto della democrazia e degli esiti elettorali è sconosciuto; che il messaggio propinato a insegnanti e alunni stamattina presenti nella sala grande dell’hotel non tiene conto della strategia del Governo che, attraverso il Ministero dell’Interno, persegue e realizza giorno dopo giorno, mattone dopo mattone, l’obiettivo di una immigrazione regolare e regolata. La sinistra capziosa e lontana anni luce dalla realtà non lo ha capito il resto del Paese, sì.

 

                                                                                                                          Mariano Falcone

 SEGRETARIO PROVINCIALE LEGA SALVINI PREMIER – SALERNO

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.