Home » • Salerno

Salerno: conclusa kermesse “Arte Salerno 2018”

Inserito da on 10 dicembre 2018 – 06:22No Comment

Cala il sipario sull’esposizione internazionale di arte contemporanea “Arte Salerno 2018”, nei giorni scorsi a Palazzo Fruscione ed alla Chiesa della Santissima Addolorata, nel cuore del centro storico di Salerno. La cerimonia di premiazione si è tenuta domenica 9 dicembre al Teatro Augusteo, a Salerno. La serata è stata presentata da Veronica Nicoli e dal comico Mariano Bruno ed è stata arricchita dallo spettacolo teatrale “Metamorphosi” - scritto e diretto da Andrea Adinolfi in collaborazione con Eliana Lamberti - da una performance comica di Mariano Bruno e dall’esibizione musicale dei “Quisisona Band”. E’ intervenuta anche l’assessore alle Politiche Giovanili e all’Innovazione del Comune di Salerno Mariarita Giordano.

Durante l’esposizione internazionale si sono tenuti una serie di appuntamenti culturali, che hanno avuto come location la Chiesa della Santissima Addolorata. Tra questi il body painting dell’artista potentina Roberta Lioy e la live art performance “Evolvenza” dello scultore Domenico Sorrentino, a cui ha partecipato l’attore Antonio Grimaldi. Alla performance di Sorrentino è intervenuta anche l’attrice Annarita Vitolo, che interpreta la mamma della piccola Lenù ne “L’amica geniale”, la serie tv tratta dall’omonimo romanzo di Elena Ferrante, in onda in questi giorni su Rai1.

Al centro della terza edizione di “Arte Salerno 2018 il tema della metamorfosi, caro all’artista olandese Maurits Cornelis Escher, che amò tanto l’Italia e la Costiera amalfitana in particolare da inserire in “Metamorphosis”, uno dei suoi capolavori più conosciuti ed apprezzati, l’immagine del Duomo di Atrani, unica figura reale incastonata in una sequenza geometrica.

La manifestazione è stata organizzata dall’associazione ArtetrA Art Associates presieduta da Veronica Nicoli, con il supporto di Prince Group presieduto da Armando Principeed in collaborazione con il Comune di Salerno ed il Comune di Atrani (Costiera amalfitana). Gode, inoltre, del patrocinio della Regione Campania, dell’Accademia delle Belle Arti dell’Armenia e del Ministero dei Beni Culturali armeno.

Oltre 170 gli artisti che hanno partecipato all’esposizione e che, nella creazione delle loro opere, si sono ispirati al tema. Nove le sezioni in concorso: pittura, disegno, scultura e installazione, arte fotografica, arte ceramica, video arte e cortometraggio, performance art, arte virtuale grafica digitale.

L’associazione ArtetrA dà appuntamento agli artisti alla biennale internazionale “Arte Praga”, che si terrà dal 18 al 25 gennaio 2019 all’Istituto di Cultura italiana nella capitale della Repubblica Ceca.

Premi: Molti i riconoscimenti che sono stati assegnati. E in particolare: il Premio “Escher Metamorphosis Award” è andato a Giulietta Gheller (sezione scultura) e Biagio Cerbone (sezione pittura); il Premio “Alfonso Gatto Award” è stato attribuito all’artista Erasmo Amato; con il Premio “Abu Dhabi Exhibition Award” è stato premiato il talento di Esy Astral Art; il Premio “Lisbon Exhibition Award” è stato dato a Massimiliano Della Corte; il Premio “Prague Exhibition Award” all’artista Alessandro Borrelli; il Premio “Madrid Exhibition Award” a Sergio Buonocore; il Premio “Artist for IconArt Magazine” all’artista Andrea Fronda; il Premio “Prince Art Gallery Award” all’artista Massimo Bramandi; il Premio “Prince Auctions Award” Raffaella Bellami.

Per la sezione “Premio della Critica” il gallerista e critico d’arte Jean Blanchaert ha assegnato un riconoscimento a Mikayel Harutyunyan (sezione pittura); Luigi Caserta(sezione scultura); Gilda Pantuliano (sezione arte fotografica); Antonietta Righi (sezione pittura paesaggistica); Dida Jordy Halabi (sezione tecnica mista); Federica Cavaliero(sezione tecnica iconografica). Sempre per la sezione “Premio della Critica” Rosario Sprovieri, critico d’arte e direttore del teatro dei Dioscuri al Quirinale a Roma, ha premiato i seguenti artisti: Marco Pavone (sezione arte digitale); Tina Bellini (sezione scultura tridimensionale); Guido Ruglioni (sezione pittura astratta); Giancarlo Ciccozzi (sezione tecnica materica); Antonio Sette (sezione scultura in legno); Janine Reeves (sezione pittura e acquerello) Rahul Chakraborty (sezione pittura e acquerello). Il critico d’arte Luca Cantore D’Amore ha, invece, premiato i seguenti artisti: Simona Proto (sezione tecnica mosaico); Anna De Rosa (sezione tecnica arte del riciclo); Sergio Massetti (sezione tecnica arte del riciclo); InTime (sezione Disegno); Antonello Valitutto (sezione disegno iperrealista); Elia Tamigi (sezione installazione) e Sargis Babayan (sezione installazione). Il Premio “Giovani Talenti Emergenti” è andato a Gevork Bodyadjian e Serena Lullo. Il Premio “Testimoni del Tempo” per la carriera è stato attribuito a Rosa Raffaella Montuori e Pasquale Celentano. Infine una menzione speciale all’artista Lucio De Simone.

Artisti partecipanti – A Palazzo Fruscione hanno esposto: Airin Col; Erasmo Amato; Ohanyan Ara; Maurizio Avi; Anna Avossa; Ivana Barscigliè; Paolo Basco; Raffaella Bellani; Tina Bellini; Cinzia Bevilacqua; Cinzia Bisogno; Larissa Bolzonella; Claudio Bonaccorsi; Marta Bonaventura; Alessandro Borrelli; Stefano Boschetti; Massimo Bramandi; Sergio Buonocore; Franco Carletti; Luigi Caserta; Federica Cavaliero; Pasquale Celentano; Biagio Cerbone; Rahul Chakraborty; Chiuto; Giancarlo Ciccozzi; Roberto Cirino; Simone Civale; Sergio Colombo; Monica Conca; Cecilia Corso; Antonio Cosimato; Carlo Alberto Cozzani; Paolo Cutrano; Romao Dalton; Alexandrinsky Davy; Maurizio De Marco; Elena De Pisapia; Anna De Rosa; Marianna De Rosa; Domenico De Rubeis; Lucio De Simone; Roger De Tanios; Elena Degl’Innocenti; Bianca Delapierre; Anna D’Elia; Massimiliano Della Corte; Rosanna Di Cecca; Genoveffa Di Maio; Marcello Di Pierro; Carmen Di Renna; Antonella Di Renzo; Halabi Jordy Dida; Marques Dolores; Katarina Drienovska; Antonio Durante; Esy Astral Art; Emilio Facchini; Francesca Falli; Salvatore Ferrante; Marco Ferrari; Monica Ferrera – Anima; Erna Fossati; Andrea Fronda; GF Art-Casamassima & Mansi; Cosima Gallo; Boyadjian Gevork; Giulietta Gheller; Gorfi; Gianni Grattacaso; Milena Gullo; Mikayel Harutyunyan; InTime; Conny Iozzi; Monica Italia; Giovanna Itria; Ahmed Khoswan; Fabio Lalli; Carmine Lamberti; Gabriella Lamberti; Morena Lanari; Pietro Lembo; Roberta Lioy; Max Lippolis; Lizzie S. Mijichich; Gorizo Lo Mastro; Massimiliano Lombini; Anna Rita Longaroni; Donato Lotito; Serena Lullo; Fabiana Macaluso; Fiorenza Maggi; Giovanni Mangiacapra; Fabio Manocchio; Rosy Mantovani; Giò Manzoni; Fabio Masotti; Sergio Massetti; Raffaele Mazza; Wioletta Agnieszka Meler; Metalli Nobili di Ascione Ciro e Gelsomina; Romina Monteleone; Rosa Raffaella Montuori; Antonietta Morena; Francesco Musillami; Jole Mustaro; Bianca Pagano; Gilda Pantuliano; Paolo Pasini; Marco Pavone; Claudia Perruso; Renata Petti; Cetty

Pillitteri; Gesuino Pinna; Vincenzo Pizzorusso; Guido Portaleone; Simona Proto; Mara Quairoli; Giuseppina Raia; Vincenzo Rea; Janine Reeves; Stefano Rezza; Simone Riccardi; Antonietta Righi; Annie Rinauro; Resende Ro; Mariagrazia Ruggiu; Guido Ruglioni; Annamaria Ruocco; Maria Sabetti; Salvatore Orazio Sambataro; Marco Sangalli; Babayan Sargis; Antonio Sette; Claudio Sist; Massimo Soldi – MonoMax; Gianluca Somaschi; Domenico Sorrentino; Mustapha Taaba – Mousta; Elia Tamigi; Anna Tonelli; Tubi O. Yemi; Paolo Uttieri; Antonello Valitutto; Carmen Veneziale; Gianmario Viganò; Sabrina Zapparoli.

Nella Chiesa della Santissima Addolorata hanno esposto i maestri ceramisti: Salvatore Autuori; Giuseppe Cicalese; Nello Ferrigno; Bruno Gambone; Domenico Liguori; Lucio Liguori; Pasquale Liguori; Laura Marmai; Francesco Raimondi; Paolo Sandulli; Salvatore Scalese – Sasaska; Sasà Sorrentino; Barbara Tarno; Ferdinando Vassallo. Si sono tenute anche mostre Personali a cura di Prince Group, in cui esporranno: Biagio Cerbone; Sergio Colombo; Monica Conca; Paolo Cutrano; Gianni Grattacaso; Vincenzo Pizzorusso.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.