Home » Sicurezza

Salerno: “Questi fantasmi” al Teatro Nuovo, altro successo di Piastrella

Inserito da on 2 dicembre 2018 – 06:27No Comment

Sergio Ruggiero Perrino

Ancora un grande successo per Ugo Piastrella e la Compagnia Stabile del Teatro Nuovo.

Ieri primo Dicembre il gruppo guidato alla regia da Piastrella ha messo in scena una delle commedie più famose di Eduardo De Filippo: “Questi fantasmi”.

La trama è nota a tutti: Pasquale Loiacono è un uomo perbene ma spiantato ed ha avuto gratuitamente per 5 anni l’opportunità di abitare in una grande casa al centro di Napoli. Ma il motivo di tanta generosità da parte del padrone di casa non è fine a se stessa: tutti sanno che in quella casa aleggiano fantasmi e spiriti. Compito di Pasquale è riabilitare l’onore della casa e ridarle quella bellezza che è stata persa negli ultimi decenni. Ma la situazione sentimentale tra Pasquale e la moglie non è tra quelle più rosee. Infatti, la moglie ha un amante che spesso si intrufola in casa per farle visita. Pasquale crederà che l’amante della moglie sia un fantasma generoso. E crederà, nella sua grande ingenuità, che proprio quel fantasma potrà portare pace e serenità nel suo matrimonio.

Difficoltà di comunicazione tra marito e moglie, situazioni oniriche, ripensamenti dell’amante. La commedia è ricca di spunti sociologici. Piastrella e la sua compagnia hanno magistralmente interpretato una delle commedie più difficili di Eduardo, portando alla luce il dramma di una famiglia media italiana del dopoguerra.

A fine spettacolo Ugo Piastrella, ringraziando il pubblico, ha raccontato uno spiacevole episodio: nella notte a cavallo tra il 30 Novembre e il primo Dicembre alcuni ladri hanno rubato computer, stampanti e soldi dalle casse del Teatro Nuovo.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


× uno = 1