Home » Senza categoria

Napoli: CasaPound, emergenza immigrazione, corteo di protesta

Inserito da on 20 ottobre 2018 – 06:59No Comment

Né CAS né SPRAR, STOP IMMIGRAZIONE. Così recita lo striscione col quale i militanti di CasaPound Napoli hanno sfilato in corteo questa mattina nel quartiere Vasto.

“Non vogliamo altri centri di accoglienza – dichiara Giuseppe Savuto, portavoce cittadino del movimento -, siamo assolutamente contrari alla politica immigratoria che da anni sta riversando per le strade del Vasto e della Ferrovia migliaia di nullafacenti o dediti perlopiù ad attività illegali. Tutti i giorni la cronaca locale ci parla di episodi di violenza compiuti da immigrati clandestini, cosa che fa scattare un vero e proprio coprifuoco serale per gli abitanti e i commercianti della zona, costretti a rinchiudersi nelle proprie abitazioni. Da sempre siamo contrari all’invasione del nostro territorio e siamo pronti a tutto pur di difendere questo quartiere, sostenendo i cittadini fattivamente nella protesta di oggi”.

Oggi siamo scesi in piazza – continua Savuto – per ribadire ancora una volta la necessità di chiudere i centri di accoglienza sul territorio; siamo arrivati ad un punto di non ritorno, in cui la politica, sindaco De Magistris in primis, dimentica il bene della cittadinanza favorendo il business dell’immigrazione, mentre ai cittadini rimane il disagio di vedere per le strade presunte risorse che bivaccano quotidianamente nei pressi della stazione, alimentando prostituzione, scippi e degrado. Tutto questo testimonia il fallimento di una falsa integrazione, e allo stesso tempo nessuna dimostrazione di attenzione o aiuto nei confronti degli italiani in difficoltà”.

“Spaccio, prostituzione e criminalità nel quartiere Vasto – conclude Savuto – sono causate dal fatto che qui si concentra più del 60 per cento dei centri di accoglienza cittadini; all’interno di un piccolo quartiere gli immigrati noti alla Prefettura sono più di duemila, ai quali vanno sommati tutti gli irregolari e di cui nessuno conosce le generalità. Ribadiamo la nostra assoluta contrarietà alla presenza sul territorio cittadino di CAS e SPRAR, chiedendo il rimpatrio di tutti gli immigrati clandestini presenti sul territorio, che hanno dato vita ad una situazione di violenza e degrado inaccettabile, e che stanno rendendo impossibile la vita dei cittadini del quartiere Vasto”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.