Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Cava de’ Tirreni: 22 luglio 1496, notaio Pietro Paolo Troise autore inventario privilegi da diversi regnanti ad Università Città di Cava

Inserito da on 16 settembre 2018 – 04:00No Comment

Un inventario eccezionale, voluto per volontà del Sindaco e notaio Basilio de Pisapia (cum instantia factas per notarium Basilium de Pisapia sindicum universitatis civitatis Cava) che vuole mettere nero su bianco i privilegi concessi, nel tempo, alla Città di Cava, dal 23 Ottobre 1862: Cava de’ Tirreni.

I privilegi sono:

7 marzo 1322 (V indizione) privilegio dello “transumpto”, tra l’Università della Cava e il Monastero della Santissima Trinità,

15 maggio 1331 (XIV indizione) privilegio dell’accordo tra l’Università e il Monastero della Santissima Trinità,

26 giugno 1384 altro privilegio al Monastero della Santissima Trinità, di Antonio Colonna,

26 agosto 1399 (VII indizione) privilegio del Re Ladislao (Lanizalao),

21 marzo 1403 (XI indizione) privilegio del Re Ladislao (Lanizalao),

19 aprile 1406 (XIV indizione) privilegio della Regina Margherita,

21 aprile 1414 (VII indizione) privilegio della Regina Giovanna II d’Angiò Durazzo,

23 ottobre 1419 (XIII indizione) privilegio della Regina Giovanna II d’Angiò Durazzo,

31 ottobre 1419 (XIII indizione) privilegio della Regina Giovanna II d’Angiò Durazzo,

2 novembre 1419 (XIII indizione) privilegio della Regina Giovanna II d’Angiò Durazzo,

10 luglio 1432 (X indizione) privilegio della Regina Giovanna II d’Angiò Durazzo, concedendo alla Città di Cava il titolo di: “Città Demaniale”, ovvero infeudabile,

24 marzo 1443 (VI indizione) privilegio del Re Alfonso I d’Aragona,

1444 la bolla di Papa Gregorio per la conferma dei capitoli tra l’Università e il Monastero della Santissima Trinità,

22 novembre 1446 (XV indizione) privilegio del Re Alfonso I d’Aragona,

4 settembre 1460, il privilegio (concessione) “de la Carta Bianca”, con la lettera d’accompagno, entrambe sub scritte “da la Maestà del Signor Re Ferdinando I d’Aragona”,

22 settembre 1460 (IX indizione) privilegio di Re Ferrante I d’Aragona (concessione, sullo stemma cittadino, dell’apposizione delle “Armi o Pali Aragonesi”, la Corona Regale al sommo dello stemma stesso e l’esenzione dal pagare gabelle, nel vendere e nell’acquistare, valevole in tutto il Regno di Napoli),

13 novembre 1480 privilegio “de la Summaria de la Piacza delle Cammarelle”,

20 marzo 1495 (XIII indizione) privilegio del Re di Francia (Carlo VIII).

L’inventario è custodito nell’archivio della Abbazia Benedettina della Santissima Trinità di Cava de’ Tirreni.

Si ringrazia Salvatore Milano che ci ha indirizzati all’atto. 

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


sei × 9 =