Home » • Cilento e Vallo di Diano

Teggiano: itinerario “La congiura dei Baroni”, assessore Matera “Da Regione ponte tra Teggiano e Matera 2019”

Inserito da on 17 agosto 2018 – 02:24No Comment

A Teggiano si è conclusa da poco la kermesse “Alla Tavola della Principessa Costanza”. Una edizione, la 25ª, da record: circa 100mila i visitatori che complessivamente l’11, 12 e 13 agosto hanno raggiunto la Città d’Arte del Vallo di Diano per prendere parte all’evento organizzato dalla Pro Loco Teggiano, in collaborazione con il Comune di Teggiano e con la Regione Campania, ed in partnership con la Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania. Numeri davvero impressionanti, con un considerevole indotto economico sviluppato nel settore turistico e dell’accoglienza. Ma se questa edizione della manifestazione ha battuto ogni record, molto si deve all’Assalto al Castello, la spettacolare rappresentazione promossa e realizzata dalla Scabec Regione Campania, che ha concluso tutte e tre le serate incantando il pubblico presente nell’evocativo scenario del Castello Macchiaroli, l’antica fortezza di epoca normanna del Vallo di Diano, sede anche della famosa “Congiura dei Baroni” del 1485.

Da qui il nome del progetto fortissimamente voluto dalla Regione Campania e che, come conferma l’Assessore Regionale al Turismo Corrado Matera, si propone di gettare un ponte verso Matera 2019. “L’Assalto al Castello –sottolinea Corrado Matera- ha registrato decine di migliaia di presenze, e questo è sicuramente un risultato importante per il territorio, ancora di più perché il progetto si inserisce in una programmazione regionale che mira alla valorizzazione dei Grandi Attrattori. Insieme ai preesistenti «Un’Estate da Re» alla Reggia di Caserta, «Pompei di notte» a Pompei, agli eventi programmati a Ravello e altri ancora, quest’anno abbiamo inserito anche un nuovo itinerario dal titolo emblematico, «La Congiura dei Baroni», attraverso il quale ci prefiggiamo di mettere in rete Napoli, Teggiano, Miglionico e Matera. L’Assalto al Castello è stata sicuramente una bella vetrina di questo itinerario: un evento ben riuscito, una grande emozione per tanto pubblico ed anche un’occasione per far conoscere la splendida città museo di Teggiano.

Lo sviluppo turistico territoriale passa dunque attraverso progettualità capaci di guardare lontano. Ecco dunque il senso del progetto che la Regione Campania ha battezzato “La Congiura dei Baroni”, e che passando da Teggiano vuole gettare un ponte verso Matera 2019. “Il Vallo di Diano –evidenzia Corrado Matera- è un territorio splendido, che negli anni passati è stato un po’ trascurato. Per far conoscere questo territorio è importante collegarlo ai Grandi Attrattori. Lo abbiamo fatto già con il Brand delle Tre Certose, creando un itinerario che mette in rete Capri, Napoli e Padula, e che sta prendendo sempre più forza e sostanza. Adesso lo stiamo facendo anche con Teggiano, che attraverso l’itinerario della «Congiura dei Baroni» vogliamo collegare con Napoli, Miglionico e Matera. Stiamo lavorando anche su Pertosa, mettendo in pista un altro itinerario importante. Matera 2019 è una grande opportunità, una grande occasione per far conoscere questi territori: proviamo a pensare al ruolo che potrebbe assumere il Vallo di Diano, diventando centrale tra Napoli e Matera, immaginiamo quanta forza questo territorio potrebbe avere. Certo, per realizzare seriamente una nuova prospettiva è importante che ci sia davvero la partecipazione da parte di tutti. Torno a ripeterlo: queste sono le grandi occasioni che devono essere colte. Bisogna capire che realizzare l’itinerario della «Congiura dei Baroni» non riguarda solo Teggiano, ma è una partita che riguarda l’intero territorio e tutto il Vallo di Diano”.

Intanto nelle ore immediatamente successive alla kermesse “Alla Tavola della Principessa Costanza”, i rilievi effettuati dalla Pro Loco Teggiano hanno confermato l’eccezionalità dei risultati raggiunti in questa 25^ edizione. “Il numero di 100mila visitatori in tre giorni –conferma soddisfatto il presidente Biagio Matera- è suffragato da diversi fattori. A partire dai viaggi senza sosta effettuati dalle navette, passando per il sold out registrato in tutte e 10 le Taverne, ai riscontri che abbiamo dal settore dell’accoglienza turistica territoriale. Il fiume di visitatori che ha raggiunto Teggiano e il Vallo di Diano è stato nettamente superiore alla pur ottima affluenza registrata lo scorso anno. È dunque doveroso ringraziare ancora una volta tutti: dai turisti che ci hanno onorato con la loro presenza, a chi invece ha contribuito, in qualsiasi modo, alla riuscita della nostra manifestazione. Adesso –conclude il presidente della Pro Loco Teggiano- ci concederemo qualche giorno di riposo, ma già da inizio settembre la nostra attenzione sarà rivolta alla prossima edizione, che si preannuncia straordinaria per il collegamento con Matera 2019”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.