Home » > Primo Piano

Cresce buonismo italiano del niente umano

Inserito da on 29 giugno 2018 – 10:01No Comment

Giuseppe Lembo

Chi non è protagonista di dissenso, fatto del protagonismo del sempre più spesso falso buonismo italiano dell’ultima ora, è barbaramente messo alla gogna. E’ un vero e proprio “Mostro italiano “, da destinare alla gogna mediatica e non solo; da destinare soprattutto al rogo, facendogli fare la triste fine di GIORDANO BRUNO, con le fiamme capaci di mandare in fumo , non solo la carne, ma anche e soprattutto, o spirito.

C’è in giro, un buonismo italiano fortemente e strumentalmente truccato che parte da presupposti sbagliati, in quanto alla base ci sono solo percorsi maledetti, fatti di disumana violenza umana che, dopo le prime illusioni più virtuali che reali, manifestano il loro vero volto, fatto di un nuovo barbaro schiavismo, con alla base un triste ed infame commercio della carne umana e di uno sfruttamento da schiavismo negro che, si pensava da tempo cancellato.

L’umanità solidale per la mia AFRICA, tristemente maltrattata da un OCCIDENTE che gli fa un male da morire, vendendo a destra ed a manca armi di distruzione e di morte, con una feudalità di tribù e capitribù che, tradendo la loro gente, producono atti di violenza e di disumanità senza fine, che vanno condannati con la dovuta fermezza umana, evitando quel buonismo di facciata che fa un male da morire a quei rifugiati che vengono da Noi per trovarsi in un INFERNO TERRENO, da vita negata.

La MIA AFRICA, vuole un Mondo Nuovo in TERRA D’AFRICA, dove dobbiamo regalare, prima di tutto, un MONDO di PACE, riportando in TERRA D’AFRICA, quella centralità dell’UOMO, negata da un POTERE AFRICANO che l’OCCIDENTE si ostina a sostenere,garantendo affari d’oro ai potenti/ prepotenti della TERRA D’AFRICA, disumanamente ammalata di POTERE che non può occuparsi e tanto meno preoccuparsi di quell’UOMO DEL NIENTE che può anche morire in mare, rendendo il mare nostrum, una tomba senz’Anima e senza Nome dei tanti africani in fuga, prima di tutto non voluti bene dai potenti/prepotenti, padri/padroni dell’Amara Terra in cui sono nati ed in fuga, con la speranza di cercare altrove, un MONDO MIGLIORE, dove sono accolti da una umana solidarietà di facciata da parte della gente che sa commuoversi di fronte al dramma di un’emigrazione infinita,usata come nuovo schiavismo e come sfruttamento disumano di UOMINI che, nell’indifferenza, diventano, sempre più mute cose.

Nell’esprimere questo mio pensiero che, mal digerisce il falso buonismo di facciata per chi viene da NOI, facendosi e facendo un male da morire, attraverso un’EMIGRAZIONE, una grande tragedia del tempo moderno di disperazione e morte, per i quali NOI D’ITALIA, tranne sceneggiate di falsa umanità non possiamo e non sappiamo dare assolutamente niente, in quanto senz’Anima, assistiamo impotenti la triste condizione italiana con una povertà diffusa che interessa ben 1O milioni di italiani, abbandonati a se stessi e sempre più vicini alla disumana condizione di ”Morti di Fame”. Trattasi di 10 milioni di quell’ITALIA CIVILE che si nega al suo popolo di “poveri cristi”, sempre più abbandonati a se stessi e sempre più,destinati a morte sicura,del tutto indifferenti a quell’ITALIA solidale che finge strumentalmente di strapparsi le vesti per chi viene da NOI per cercarsi un MONDO NUOVO, manifestando indifferenza per le tante sofferenze italianamente distribuite sul territorio italiano che riguardano una grandissima fetta di umanità italiana, con tra l’altro, gli anziani d’ITALIA, senza solidarietà, sempre più abbandonati a se stessi ed un Mondo Giovane di un’ITALIA demografica dalla decrescita infelice, con le culle sempre più vuote ed un mondo giovane in fuga biblica dal Nostro PAESE per le tante vie del Mondo, alla ricerca di un Mondo Nuovo.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.