Home » Sicurezza

Mercato San Severino: tombino pericoloso, denuncia di un collaboratore scolastico

Inserito da on 23 giugno 2018 – 05:12No Comment

Anna Maria Noia

Strade pericolose e, secondo molti, senza manutenzione – tra la frazione sanseverinese di Piazza del Galdo e via S. Maria a Favore (che conduce a Castel S. Giorgio, ma anche in altre zone dell’Agro). Nonostante gli accorati appelli e le istanze, da parte dei residenti in tale area, da mesi pare che esista un tombino molto profondo, coperto solo da un pannello di legno con dei birilli a indicarne la perniciosità. Tutto questo, segnalato da un collaboratore scolastico – che percorre quotidianamente il tratto al fine di raggiungere un istituto di Cava de’ Tirreni, dove presta servizio. Secondo il “pendolare”, la cui versione è corroborata dalle testimonianze di tanti altri automobilisti, il tombino è largo un metro per un metro e profondo tra i tre e i quattro metri. È evidente il rischio che i conducenti vivono ogni volta che transitano per questa arteria stradale – essendo un punto “critico”, trafficato. In questi ultimi mesi, dichiara l’impiegato, sono state effettuate denunce in merito al tombino ai vigili di Mercato S. Severino – che hanno provveduto a mettere in sicurezza la buca, sebbene in maniera insufficiente (a detta degli automobilisti e del collaboratore scolastico): sono stati loro, infatti, a circoscrivere lo spazio con la suddetta copertura in legno, apponendovi i birilli e il nastro bianco e rosso. Tuttavia il pericolo sussiste ancora, continua: proprio essendo questa una strada ad alto scorrimento, in cui le auto sfrecciano a velocità sostenuta, capita non di rado che le vetture incappino con gli pneumatici sul pannello di legno e si guastino le gomme. Per evitare incidenti, i residenti a Piazza del Galdo e gli autisti in genere invocano l’intervento degli organi preposti. A quanto sembra, vi sarebbero responsabilità anche da parte dell’ente Gori, la società che presiede l’erogazione idrica. Almeno secondo quanto riportano i cittadini e – anche – la polizia municipale (così dice la gente), purtroppo – in qualche modo – “impotente” nel risolvere definitivamente la questione. Come si evince da alcune immagini fotografiche, scattate e postate (via web) sia dal collaboratore che dagli altri cittadini, la botola sorge nei pressi del muricciolo della via suddetta. Quando piove, particolarmente, sono dolori…

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


+ cinque = 12