Home » Arte & Cultura

Mercato San Severino: Pandola, recital dei bambini al plesso “Don Guadagno”

Inserito da on 10 giugno 2018 – 05:36No Comment

Anna Maria Noia

Lunedì 11 giugno, alle 16.30, 17 bambini – frequentanti la Scuola dell’Infanzia nella frazione sanseverinese Pandola (primo circolo didattico) – terranno un interessante recital dal titolo: “E lessero felici e contenti”. Al plesso “Don Salvatore Guadagno”, sito al capoluogo. La rappresentazione ha ad oggetto la lettura e la passione verso di essa; le tre insegnanti di riferimento per il progetto omonimo –e cioè  Filomena Faiella, Piera Mauriello, Rachele Sessa – hanno stimolato gli alunni, inculcando loro i primi elementi del piacere di aprire un libro. Con l’appoggio della dirigente scolastica Laura Teodosio – da anni alla guida dell’eccellente realtà scolastica. La recita consiste nell’interpretazione di racconti e/o favole, con personaggi generalmente conosciuti dai piccoli: Peter Pan, Robin Hood e altri. Tra impegno e canzoni (anch’esse) “note”, famose, ma adattate ai temi sviluppati dai bimbi: tra Orietta Berti e i “Ricchi e poveri” – e non soltanto. Il progetto stesso è nato con l’intento di sensibilizzare gli studenti del domani ad amare la lettura, ad incuriosirsi; tutto ciò in un’epoca che “vede cedere il posto dell’immagine, a favore di codici non alfabetici” – dichiarano le docenti. Specialmente codici “visivi”, che rendono “noiosa e inutile” la lettura per i giovani. Un espediente pensato e voluto per compensare il cosiddetto “analfabetismo di ritorno”, che coinvolge tanti ragazzi e tante ragazze e che è osservabile anche (purtroppo) alle scuole superiori e – persino – all’università. Lo sviluppo della progettualità sopra citata è contenuto negli spunti vergati dalle professoresse. Che ammettono di voler rendere il libro (“amico”) uno “strumento prezioso con cui prendere coscienza della realtà circostante, potenziando fantasia e creatività”. Importanti caratteristiche che formano il carattere e definiscono la tempra degli adulti del domani. “Ogni volta che si legge o si ascolta una storia – dichiarano la Faiella, la Mauriello e la Sessa – si compie un viaggio”. Dando così l’input ad ascoltare attentamente i nonni, i vecchietti, gli anziani. Rispettandoli, cercando di condividere le loro idee e/o passioni. Perché poi le storie stesse danno la possibilità di vivere nuove esperienze, visitare posti lontani e sconosciuti; costruire il mondo interiore di ciascuno; compiendo autentici viaggi che non deludono. Non è l’unico progetto svolto dagli alacri docenti del plesso di Pandola e/o del primo circolo. Per la cronaca, i bambini coinvolti sono – rigorosamente in ordine alfabetico: Michele Alagna; Gianfranco Capogreco; Miriam Francesca Rosa Cauciello; Giovanni Pio Del Franco; Mario Del Regno; Giada e Giorgia Della Valle; Gaetano Erra; Benedetta Guadagno; Michele Julyan Iemmo; Antonio Moffa; Vincenzo Montuori; Luigi Napoli; Francesca Pia Santoriello; Sara Siglioccolo; Vincenzo Tolino; Alessia Vitale.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.