Home » Senza categoria

Nola: Giornata diocesana Comunicazioni sociali, incontro “Comunicare senza smettere di pensare

Inserito da on 17 maggio 2018 – 07:04No Comment

Sabato 19 maggio, alle 10, presso il Salone dei Medaglioni del Palazzo vescovile di Nola, in occasione della Giornata diocesana per le Comunicazioni sociali, il direttore dell’Istituto interdiocesano Nola-Acerra, Francesco Iannone, il segretario Ucsi Campania, Francesco Manca e il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio dialogheranno su “Comunicare senza smettere di pensare. Il servizio alla verità nel magistero di papa Francesco”. A moderare il dialogo sarà Marco Iasevoli, giornalista e direttore dell’Ufficio per le Comunicazioni sociali di Nola.

«Sono felice per la scelta del tema  ha sottolineato il vescovo Francesco Marino, che sabato interverrà a conclusione del dibattito  perché ritengo sia importante acquisire spunti di riflessione su argomenti che hanno ricadute di non poco conto sul piano pastorale. Interessarci alla comunicazione e impegnarci per essa in diocesi è quanto mai urgente in tempi che sembrano sempre più caratterizzarsi per incapacità comunicativa.

Una giornata dedicata alla riflessione sul rapporto tra comunicazione, esercizio del pensiero e verità, la scelta dell’Ufficio per la Comunicazioni sociali della Diocesi di Nola (Ucsn), per vivere a livello locale la 52esima Giornata delle Comunicazioni sociali.

Sabato 19 maggio, infatti, presso il Salone dei Medaglioni del Palazzo vescovile di Nola, il direttore dell’Istituto interdiocesano Nola-Acerra, Francesco Iannone, il segretario Ucsi Campania, Francesco Manca e il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio dialogheranno su “Comunicare senza smettere di pensare. Il servizio alla verità nel magistero di papa Francesco”. A moderare il dialogo sarà Marco Iasevoli, giornalista e direttore dell’Ucsn. L’inizio è fissato per le ore 10.

L’evento, organizzato in collaborazione con l’Istituto interdiocesano Nola-Acerra “Duns Scoto” e l’Unione Cattolica della Stampa Italiana, è inserito nel percorso di formazione sociopolitica “Educare lo sguardo. Percorsi di lettura della realtà” promosso dall’Azione cattolica, l’Ufficio per la Pastorale sociale, il Progetto Policoro e l’Ucsn diocesani.

«Sono felice per la scelta del tema ha sottolineato il vescovo Francesco Marino, che sabato interverrà a conclusione del dibattito  perché ritengo sia importante acquisire spunti di riflessione su argomenti che hanno ricadute di non poco conto sul piano pastorale. Interessarci alla comunicazione e impegnarci per essa in diocesi è quanto mai urgente in tempi che sembrano sempre più caratterizzarsi per incapacità comunicativa. Deve essere nostro impegno rilanciare l’invito a pensare, a confrontarsi con tranquillità, ad allenarsi all’uso buono delle parole. Ma anche a sostenere la buona stampa, come Avvenire ed inDialogo il mensile diocesano che da ormai due anni esce ogni quarta domenica del mese come dorso del quotidiano della Chiesa italiana  impegnati, come ha chiesto papa Francesco in occasione dell’incontro con la redazione del quotidiano della Cei, ad esprimere una Chiesa che si cala nelle realtà e ne allarga gli orizzonti di speranza, rifugge l’informazione di facile consumo e informa per costruire legami sociali e avvicinare le persone».

Al termine dell’incontro, presso il seminario vescovile di Nola, avrà poi luogo “Break di portata”: durante il pranzo, nella pausa tra primo e secondo piatto, i quaranta iscritti alla scuola sociopolitica diocesana avranno modo di confrontarsi con il direttore Marco Tarquinio sul panorama politico nazionale.

 

 

 

 

 

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


7 − uno =