Home » Sport

Salernitana salva, tifosi insoddisfatti. Lotito contestato da curva sud

Inserito da on 6 maggio 2018 – 00:11No Comment

Roberto Trucillo

La vittoria di misura odierna con la Virtus Entella consente alla Salernitana di salvarsi con due giornate di anticipo rispetto alla fine del campionato. E’ bastata la rete di Bocalon all’ottavo minuto del secondo tempo a stendere gli avversari.

Una vittoria meritata, viste le numerose occasioni da rete create dai calciatori allenati da Colantuono sia nel primo, sia nel secondo tempo.

La salvezza è un risultato apprezzabile ma non entusiasmante. Quest’anno i tifosi della Salernitana si aspettavano la partecipazione ai play off, dopo alcuni campionati di assestamento nella categoria cadetta.

A fine gara l’insoddisfazione della tifoseria è venuta fuori e Lotito, che imprudentemente è andato sotto la curva sud per comunicare con gli ultras, è stato contestato ed è uscito tra i fischi e gli improperi.

La contestazione nei confronti della società granata era già in atto da diverse settimane ed i Patron ne erano a conoscenza. La tempistica del chiarimento scelta da Lotito si è rivelata controproducente. Forse era meglio aspettare tempi migliori, dopo qualche acquisto importante per il prossimo campionato.

Salerno chiede a Lotito e Mezzaroma di investire nel calcio, non solo acquistando calciatori forti, ma migliorando il settore giovanile e dotandosi di un centro sportivo o almeno di campi di allenamento dignitosi per una squadra professionistica.

Finora questi investimenti si sono visti solo in parte. La società sta garantendo il minimo sindacale, una squadra in grado di permanere in serie B e la solidità economica del sodalizio. E’ evidente che alla lunga questo non basta.

L’anno prossimo ricorre il centenario della fondazione della Salernitana ed in Città sono previsti grandi festeggiamenti. Potrebbe essere questo il pretesto giusto per i proprietari della squadra granata al fine di dare strutture più adeguate allo staff tecnico e riorganizzare il settore giovanile.

Questi sono i due punti di partenza per dare un futuro migliore alla Salernitana e consentire ai tifosi di sognare traguardi più prestigiosi. Poi, ovviamente, bisognerà costruire una squadra forte ed ambiziosa.

L’unità d’intenti che Lotito ha chiesto ai tifosi al termine del match è sacrosanta. Non solo i tifosi devono fare la loro parte andando allo stadio, ma anche l’Amministrazione comunale di Salerno dovrebbe essere più vicina alla Salernitana, in particolare provvedendo ad una manutenzione straordinaria dello stadio Arechi che versa in condizioni sempre più pietose.

La salvezza raggiunta in anticipo consente alla società granata di programmare con grande serenità il futuro prossimo. La squadra non è male; rinforzata nei tre reparti con i giusti innesti potrebbe dire la sua nel prossimo campionato, soprattutto laddove avvenisse la conferma in panchina di Colantuono, allenatore che a Salerno ha dimostrato grande competenza e buone capacità.

Il rapporto, ora incrinato, tra tifosi e società va recuperato ad ogni costo. Perché ciò avvenga ognuno dovrà fare la sua parte. L’anno del centesimo anniversario della fondazione della Salernitana non può e non deve iniziare in un clima litigioso e pieno di astio.

Salernitana – Virtus Entella 1 – 0

Reti: 8’ st Bocalon (S).

Salernitana: Radunovic, Vitale (28’ st Popescu), Mantovani, Rosina, Casasola, Tuia, Minala (1’ st Odjer), Akpa Akpro, Schiavi, Bocalon (40’ st Signorelli), Sprocati. All. Stefano Colantuono

A disposizione: Russo, Kiyine, Palombi, Orlando, Di Roberto, Asmah, Ricci, Rossi, Monaco.

Virtus Entella: Paroni, Belli, Ceccarelli, Troiano, Benedetti (22’ st Crimi), Pellizzer, Ardizzone (27’ st De Luca), La Mantia, Petrovic, Acampora (11’ st Nizzetto), Currarino. All. Alfredo Aglietti

A disposizione: Iacobucci, Massolo, De Santis, Aliji, Eramo, Llullaku, Di Paola, Brivio, Aramu.

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini

Assistenti: Maurizio De Troia (sez. Termoli) – Gianluca Sechi (sez. Sassari)

IV Uomo: Daniele De Santis (sez. Lecce)

Ammoniti: Schiavi (S) – Currarino (E), Benedetti (E), De Luca (E), Belli (E)

Angoli: 5 – 14

Recupero: 3’ st.

Spettatori: 6018

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.