Home » Sport

Play off –Renzullo Lars Salerno batte Goldengas Senigallia 89-79 e vola in semifinale

Inserito da on 6 maggio 2018 – 00:00No Comment

La Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno batte la Goldengas Pallacanestro Senigallia in gara 3 ed ottiene la qualificazione per le semifinali dei playoff del campionato di Serie B Old Wild West. 89-79 il punteggio finale in favore del team caro al presidente Nello Renzullo che si aggiudica la “bella” in un PalaSilvestri da record in termini di presenze e mai così partecipe e coinvolto. Il roster allestito dal diesse Pino Corvo ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per superare la resistenze della formazione marchigiana ma, alla fine, ha vinto meritatamente la partita e la serie, alla luce di quanto si è visto nell’arco dei tre confronti. Il quintetto di coach Orlando Menduto dopo lo svantaggio accusato proprio in avvio di gara, ha messo il muso avanti sin dalla fine del primo quarto e, a parte qualche passaggio a vuoto nel terzo periodo, non ha mai permesso ai viaggianti di condurre le danze. Capitan Marco Cucco e soci sono stati bravi a mantenere la calma anche dopo l’uscita per falli prima di Sanna e poi di Paci e, nel finale in volata, hanno fatto valere il loro maggior tasso tecnico ed un roster più profondo. Inoltre l’esperienza di alcuni uomini chiave (su tutti Sorrentino) ha fatto la differenza nella fase cruciale del match.

Sanna segna in penetrazione il primo canestro della partita. Un libero di Pierantoni e i canestri di Tortù e Paparella portano Senigallia sul 2-5. Marco Cucco pareggia i conti con una bomba. Pierantoni è un fattore sotto le plance, ma in avvio Salerno è precisa dall’arco dei 6.75 (fa centro anche Di Prampero). Sanna regala il +3 ai padroni di casa, ma Pierantoni azzera tutto da fuori. Paci segna 3 punti in fila, ma Giampieri e Tortù ribaltano la situazione sul 13-14. Con Sanna sugli scudi, al pari del neoentrato Sorrentino, la Renzullo Lars Salerno chiude i primi 10 minuti avanti 25-23.

Nel secondo periodo la squadra di coach Menduto, parte male ma, sotto 27-29 (ultimo vantaggio ospite della partita) piazza un break di 9-0 con Sorrentino, Paci e Leggio che fanno la voce grossa. Senigallia non ci sta e con la tripla di Giacomini e la penetrazione di Paparella si riporta sotto. I liberi di Cucco fissano il punteggio sul 46-43 con cui le due squadre arrivano all’intervallo lungo.

La storia si ripete nella ripresa: ogni volta che la Virtus Arechi Salerno prova ad allungare, i ragazzi di coach Foglietti trovano nuove risorse per restare attaccati alla serie. Paci e Sorrentino riportano i salernitani a +7, ma la bomba di Giampieri ed il solito Paparella accorciano nuovamente le distanze. Tra strappi e rimonte si arriva alla mezzora con i padroni di casa avanti di 2 sole lunghezze (64-62) e con Sanna gravato di 4 falli.

Sotto le plance Paci continua a dare sfoggio di grande sicurezza nei propri mezzi e segna con disinvoltura canestri difficilissimi, nonostante diversi contatti non sanzionati dalla coppia aribtrale. La tripla di Leggio riporta i blaugrana sul +6 ma i viaggianti rimontano fino al -1 con la conclusione dalla distanza di Ricci. Appena entrato in campo, Sanna si vede fischiare a rimbalzo un fallo in attacco inesistente ed esce dal match quando mancano ancora 6’30 da giocare. Il pubblico accorso numeroso al PalaSilvestri esprime il proprio dissenso per un arbitraggio tutt’altro che casalingo. Al suo posto il giovane Mennella si dà un gran da fare. Sul 75-72 i padroni di casa piazzano un nuovo break di 5-0 con la bomba di Cucco che fa esplodere il palazzetto di Matierno e il canestro di Sorrentino che regala il +8 alla Renzullo Lars a 2 minuti dalla fine. Partita finita? Assolutamente no. Paci commette il suo quinto fallo. Pierantoni, invece, segna 4 punti in fila e la riapre da solo. Sorrentino piazza un’altra tripla, poi capitan Cucco e Petrazzuoli allungano dalla lunetta dopo il fallo antisportivo fischiato ai viaggianti. Senigallia non ha il tempo né le energie per ricucire nuovamente lo strappo e dalla lunetta è ancora capitan Cucco a fissare il punteggio sull’89-79 con cui termina gara 3. La squadra cara al presidente Nello Renzullo si aggiudica la bella e fa festa con i tanti sportivi salernitani che hanno affollato gli spalti del PalaSilvestri.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


× quattro = 12