Home » • Valle dell'Irno

Mercato San Severino: Galdieri & Figli SPA -Trans Italia SRL, I stazione rifornimento lng campana su Sa-Av

Inserito da on 26 aprile 2018 – 05:00No Comment

 Matrimonio d’intenti tra Trans Italia Srl e C. Galdieri & Figli S.p.A. per l’apertura entro la primavera del 2018 di un distributore LNG (Gas Naturale Liquefatto) sul raccordo SA-AV.

La Trans Italia, presente sul mercato europeo dal 1984, è leader nel settore dei Trasporti e della Logistica. Ha una dotazione veicolare di circa 600 trattori e 2000 rimorchi e nel 2017 ha generato un volume di fatturato di 150 milioni di euro. Pioniera nello sviluppo e nell’utilizzo delle “Autostrade del Mare” in partnership con l’Armatore Grimaldi, ha da sempre investito nelle soluzioni di trasporto, Short Sea & Rail, che permettessero di generare efficienza rispettando il più possibile l’ambiente.

C. Galdieri & Figli S.p.A. è presente sul mercato petrolifero dal 1951, partner di IP Gruppo api, è una società integrata nel commercio al dettaglio ed all’ingrosso di carburanti (movimenta circa 110.000 ton), lubrificanti con circa 10.000 q.li di movimentazione, gas e prodotti derivati ed affini, il tutto sia per il mercato autotrazione che per quello industriale. E’ proprietaria di una rete di 11 stazioni di servizio stradali ed autostradali di carburanti con marchio IP tutte corredate dei più ampi servizi per il trasportatore e per il  viaggiatore. E’, inoltre, agenzia per il territorio campano sempre del gruppo IP Gruppo api per la fuelcard Cartamaxima con un portafoglio clienti da circa 21 milioni di litri nonché rivenditore autorizzato del prodotto AdBlue Air1 della Yara. La Galdieri ha generato nel 2017 un fatturato di oltre 110 milioni di euro ma con le collegate Stazioni di servizio arriva ad un fatturato di oltre 160 milioni di euro.

<<La vera rivoluzione è investire in modo sostenibile – sottolinea Luigi D’Auria, General Manager Trans Italia e rappresentante della terza generazione della famiglia D’Auria, da oltre trent’anni alla guida dell’azienda – e la rinnovata sinergia con la Galdieri, nella figura di Roberto, si muove proprio in questa direzione ed altro non è che la naturale prosecuzione di una proficua collaborazione ultra decennale. Questo progetto è al contempo start-up ed acceleratore di un processo che porterà la Trans Italia a convertire il 50% della flotta nei prossimi due anni>>.

Questa sinergia prenderà vita grazie a due azioni simultanee: la Trans Italia, da sempre attenta all’ambiente nonché socio fondatore di A.L.I.S. (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile), ha acquistato dalla Iveco 20 trattori LNG espandendo così la sua flotta da dedicare proprio al rifornimento presso il nuovo e primo impianto di rifornimento LNG in Campania che la Galdieri sta completando.

<<Entro poche settimane aggiungeremo tra i nostri servizi la possibilità di rifornimento con metano liquido LNG – afferma Roberto Galdieri, rappresentante della terza generazione della famiglia Galdieri e Branch Manager del Gruppo – Saremo tra le poche aziende a fornire questo servizio in Italia e al sud, soprattutto in ambito autostradale dove siamo i primi, ma posso dirvi che il trend di installazione di impianti di rifornimento LNG è in forte crescita, proprio per i vantaggi che il prodotto offre. L’impianto sarà aperto H24 anche perché sorge su una nostra area di servizio autostradale di circa 32.000 mq già esistente dal 2013 denominata “Baronissi Est” , dove , oltre alla disponibilità di ampi parcheggi per la sosta dei truck, bagni con docce dedicate per gli autisti, rifornimento dedicato per adBlue, avrà un’isola di rifornimento dedicata per LNG con personale autorizzato, dando la possibilità di doppio rifornimento dei truck, la capacità del serbatoio è di 80 m³, più ampio rispetto alla media, in modo da garantire una giusta scorta per la rotazione del prodotto. L’impianto è stato costruito già in funzione di futuri ampliamenti>>.

Le due aziende sin da subito si sono adoperate per favorire la diffusione di questo combustibile alternativo che permette di abbattere le emissioni di particolato del 95% rispetto al Diesel, ridurre le emissioni di CO₂ del 10%  e diminuire sensibilmente l’inquinamento acustico generato dai truck tradizionali; il tutto ad un prezzo minore del 10% rispetto al Diesel.

Galdieri e Trans Italia, consapevoli di operare in mercati velocissimi, hanno anticipato ancora una volta i tempi riconfermando le loro grandi capacità intuitive.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


− tre = 5