Home » Regione

Regione Campania: Cirillo “Rete fognaria incompiuta, a Castellammare rischio tragedia annunciata”

Inserito da on 22 marzo 2018 – 07:00No Comment

Il consigliere regionale: “Senza risposta le nostre proposte per individuare una soluzione”

“Ancora una volta il comune di Castellammare di Stabia si è ritrovato alle prese con l’ennesimo allagamento di stagione. Il rischio, presto o tardi, è di ritrovarci a dover fare i conti con una tragedia annunciata, figlia di un’emergenza che si protrae da cinquant’anni. Dai monti Lattari e dal Faito, in caso di piogge abbondanti, scende a valle una quantità enorme di acqua, impossibile da incanalare, anche perché pare che da anni i letti dei torrenti non vengano adeguatamente ripuliti. Come Movimento 5 Stelle, abbiamo indicato una soluzione, contenuta nelle nostre proposte al collegato alla legge di stabilità del 2016, finalizzate a garantire il completamento del collettore fognario di Gragnano, che raccoglie tutti gli scarichi di acque reflue dell’area Monti Lattari migliorando così almeno in parte la situazione drammatica che oggi vive il nostro territorio. Avremmo risolto almeno, in questa maniera, anche il problema relativo al grave impatto ambientale degli scarichi che versano direttamente nella Valle dei Mulini per il mancato completamento dell’opera”. E’ quanto denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Luigi Cirillo.

“Già lo scorso anno, durante una seduta di audizione in Commissione ambiente, come MoVimento 5 stelle abbiamo sottolineato che le condotte fognarie sono carenti di una efficiente rete di tubazioni. Così come restano irrisolti i problemi connessi al collettore fognario, che trasporta le acque nere mescolate con quelle bianche. A farne le spese, anche la balneabilità delle acque, con conseguenze inevitabili sul turismo e sull’economia dei lidi balneari, tra le principali risorse di questo territorio”. “Occorrono risposte concrete da parte di chi governa la Regione Campania – conclude Cirillo – risposte che tuttavia tardano ad arrivare”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.