Home » Sport

P2P Givova sconfitta 3-0 da Cuneo

Inserito da on 18 marzo 2018 – 00:00No Comment

Terza sconfitta consecutiva, la seconda senza punti, per la P2P GIVOVA che lotta contro Cuneo, nuova capolista della serie A2, “rischia” di riaprire i giochi nel secondo set perso solo ai vantaggi (26-28) ma alla fine si arrende alla corazzata piemontese che passa in tre set al Palasemprefarmacia.it di Capriglia. Mancano quattro giornate alla conclusione della regular season e mercoledì 21 marzo la P2P riposerà per bilanciare il numero dispari di partecipanti al campionato. Nel frattempo Marsala, penultima a -11 da Baronissi dopo la sconfitta al tie break contro Trento, farà visita a Cuneo. La P2P GIVOVA ritornerà in campo il 25 marzo alle ore 16 contro Mondovì.

La cronaca – Il mani fuori di Mendaro Leyva spezza l’inerzia di Cuneo, subito avanti 0-3 con Vanzurova, Borgna e Segura. La P2P GIVOVA è sempre ad un passo, ma nei momenti del possibile aggancio la regista ospite Dalia si affida alle sue bocche da fuoco, che non la tradiscono. Accade anche sul 13-14. Dopo il bel muro di Avenia che insieme alla pipe di Moneta cancella i tre errori consecutivi di Mendaro, Cuneo rimedia con le sue fuoriclasse straniere: Vanzurova e Segura a turno bucano la difesa irnina (16-19). Chiude Vanzurova: suo il bolide del 20-25, dopo 22’53” di gioco. La giocatrice della Repubblica Ceca autrice di 11 punti al termine del primo set.

Equilibrio nel secondo parziale, fino al 15-14 P2P GIVOVA (e time out Cuneo). Baronissi è nel set perché Mendaro Leyva migliora la propria percentuale realizzativa, perché si illuminano con maggiore frequenza le mattonelle delle centrali Travaglini e Strobbe, infine perché Cuneo concede tre errori punto in attacco. Nonostante la rara e generosa concessione ospite, la P2P GIVOVA non scappa via perché a propria volta regala tre errori in battuta (17-17). Frazione di gioco in equilibrio fino al 22 pari. Poi Cuneo “strappa” e scappa, complice gli errori di Mendaro da posto 2 e di Strobbe in fast. Proprio Strobbe, però, mura Segura e al ritorno in campo dopo il time out Avenia piazza il secondo muro. Si va ai vantaggi e la P2P si ritrova avanti 25-24, dopo l’attacco out di Vanzurova. Beneficia pure del contrattacco ma Victoria Lopez spara out. Viene di nuovo servita da Avenia e subisce il muro del 25-26 (entra Qurachioni). Nel nuovo contrattacco, Avenia sceglie Mendaro Leyva che fa centro. E’ l’ultimo sussulto, prima che Cuneo rimetta la freccia (26-28). Vanzurova a quota 20 dopo due parziali, nella P2P Mendaro con 11.

Tre punti consecutivi di Quarchioni, due dei quali in battuta, ridestano la P2P GIVOVA che dimezza lo svantaggio: da 13-19 a 16-19 nel terzo parziale. Non basta, anzi Cuneo riparte di slancio, macina punti su punti e dispone di otto palle match dopo la conclusione vincente di Vanzurova. La P2P ne annulla due ma sbaglia la battuta con Moneta (18-25).

Il commento post gara è affidato a Strobbe e Moneta, capitano e vice capitano della P2P. “Cresce il rammarico per aver gettato alle ortiche il secondo set che avevamo quasi in pugno e che, se fosse stato vinto, avrebbe probabilmente potuto proiettarci verso una serata diversa.  Adesso riposeremo un turno e poi dovremo concentrarci sulla sfida al Mondovì, altro avversario ostico. Il calendario non ci tende una mano ma noi vogliamo comunque lasciare un buon ricordo al nostro pubblico per non disperdere quanto di buono fatto fino alla trasferta di Chieri”. Le fa eco Moneta: “Nel secondo set abbiamo avuto paura di vincere e abbiamo sbagliato le cose semplici. Cuneo ne ha approfittato perché è una squadra esperta che non è in cima alla classifica per caso”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.