Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Cava de’ Tirreni: concorso “Le parole sono ponti” in ricordo di Elisabetta Sabatino

Inserito da on 12 marzo 2018 – 04:00No Comment

Una sana competizione di scrittura creativa rivolta a tutte le scuole della Città per ricordare l’instancabile e illuminata azione didattica di Elisabetta Sabatino, docente cavese prematuramente scomparsa sei anni fa, con l’auspicio che la sua visione pedagogica possa “fare scuola”. E’ questo il senso del Concorso “Le parole sono ponti” voluto dalla famiglia dell’insegnante e promosso dall’IIS Gaetano Filangieri e dall’Assessorato all’Istruzione del Comune di Cava de’ Tirreni.

Sollecita la risposta di studenti e docenti. Tra i tanti bambini e ragazzi premiati, particolarmente apprezzati sono stati gli alunni del Liceo classico Marco Galdi, retto dalla Dirigente scolastica, Ester Cherri.  Hanno conquistato il primo e il secondo premio e ben due menzioni speciali Gaia Mirra, Maria Pia Giordano, Raffaele D’Elia e Serena Autieri, guidati dalle professoresse Maria Pia Vozzi, referente dell’iniziativa e compagna di studi di Betty Sabatino, e Pina Orsini.

Tema della quinta edizione, il dialogo, inteso non come somma di più monologhi ma come scambio continuo di idee, emozioni, modi di intendere e vivere il “mondo”.

Presenti alla cerimomia di premiazione, l’8 marzo, nella Sala Consiliare di Palazzo di Città, l’Assessore alle Politiche Giovanili, Ida Damiani, e il Sindaco di Cava, Vincenzo Servalli,  che, rivolto ai giovani, ha esaltato il fascino e l’utilità della scrittura per  stimolare la creatività. E, alludendo al tema di quest’anno, ha ribadito che Cava de’ Tirreni ha fatto della sua forte cifra identitaria un ponte verso  l’Altro caratterizzandosi come  Città dell’accoglienza.

“In un momento storico in cui stridenti sono gli ostacoli al rapporto tra diversità  – dichiara la Preside Ester Cherri – è incoraggiante constatare che le giovani generazioni sanno valorizzare la relazione con l’altro da sé, sia esso straniero o diverso per altri motivi. E la scuola – conclude la Dirigente – deve essere un irrinunciabile luogo per il  dialogo”.

Ad accompagnare l’intensa mattinata il Quartetto d’Archi del Liceo Musicale Marco Galdi,  diretto dal maestro Ivan Iannone. A moderare l’incontro Franco Bruno Vitolo, Delegato alla Cultura dell’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.