Home » Varie

All’ascolto della vita africana: proverbi sull’alimentazione

Inserito da on 7 febbraio 2018 – 00:00No Comment

padre Oliviero Ferro*

  1. Quando tutti mangiano, regna la buona armonia (Luba)
  2. Se manca il seno della madre, si succhia quello della nonna (Mali)
  3. Non si può essere sale per salare sufficientemente tutte le salse (Mali)
  4. La buona salsa non dura sul piatto (Mali)
  5. La cucina è più vecchia che la moschea (Mali)
  6. Anche nel latte fresco, si trovano i peli (Mali)
  7. Prima masticare, poi inghiottire (Bakongo)
  8. Nessuno può prendervi quello che avete nella pancia (Lesotho)
  9. Le banane incustodite appartengono a tutti (Pigmei)
  10. Se la marmitta non può preparare il pranzo, non lo può fare neanche la bottiglia (Gana)
  11. Se non volete avvicinare la carne al fuoco, come volete che sia grigliata (Uganda)
  12. La capretta mangia la medesima foglia che sua madre (Camerun)
  13. Se la bocca non mangia, la pancia non si riempie (Congo Rd)
  14. Il frutto maturo marcisce in fretta (Rodesia-Botswana)
  15. Le uova non si battono contro le pietre (Gabon)
  16. Un seme di mais ha sempre torto davanti alla gallina (Benin)
  17. Chi va verso un albero, il cui frutti sono stati tagliati? (Lesotho)
  18. Un uovo in bocca è meglio che una gallina nel pollaio (Nigeria)
  19. L’occhio non mangia l’arancia, ma sa che è dolce (Guinea)
  20. Le piume nascondono la magrezza della gallina (Camerun)
  21. Non si prende un leopardo per custodire la carne (Zulu)
  22. Una noce di cola nella bocca del vicino non vi sembra amara (Senegal)
  23. Mettete del pipilipili (peperoncino) in una zucca a fiasco, ne conserva l’asprezza (Congo Rd)
  24. Un cane non è mai sazio (Congo Rd)
  25. Se vi si dona il bianco del gallo, non chiedete ancora la zampa (Congo Rd)
  26. Il cane resta dal padrone che gli dà da mangiare (Congo Rd)
  27. Quando mangiate un uovo, non disprezzate la gallina (Congo Rd)
  28. Se la gamba non cammina, la pancia non ha niente da mangiare (Congo Rd)
  29. Se amate troppo il vostro cane, mangerà le vostre uova (Congo Rd)
  30. Quando il cane ha mangiato delle uova rubate, il suo sguardo è cambiato (Congo Rd)
  31. Il cesto del pescatore puzza sempre di pesce (Congo Rd)
  32. La pallina di manioca non è mai troppo calda, se avete fame (Congo Rd)
  33. Se mangiate la gallina, mangiatene anche le uova (Congo Rd)
  34. Si può dormire quando si ha fame, ma non quando si ha una discussione (Congo Rd)
  35. Anche se avete fame, non mettete le mani nella marmitta della suocera (Congo Rd)
  36. I viveri dal vicino non saziano la fame (Congo Rd)
  37. Quando si è sazio, si dimentica di chiudere la porta (Burundi)
  38. Lo sparviero fortunato mangia un topo che sta mangiando il sale (Burundi)
  39. La pasta che non è stata messa nel vostro piatto è quella che aspetta altri convitati (Burundi)
  40. Se tu non rifiuti la birra, non rifiutare il cibo (Burundi)
  41. Non si vaglia la farina se non quando la carne è sul focolare (Burundi)
  42. Lo sciocco mangia già i legumi quando l’acqua per la pasta è ancora sul fuoco (Burundi)
  43. Una leccornia non dura molto tempo in bocca (Burundi)
  44. La donna che non riflette mangia la carne, mentre sta facendo bollire l’acqua per la pasta (Burundi)
  45. Il pilipili è delizioso da mangiare, ma non per defecare (Burundi)
  46. A chi viene dato da mangiare la testa, mangia anche le orecchie (Burundi)
  47. E’ dolcemente che matura la banana (Burundi)
  48. E’ meglio aspettare davanti a un cibo a cottura lenta che davanti a un focolare vuoto (Burundi)
  49. Quando si hanno poco provviste, essi si abituano in fretta alla bocca (Burundi)
  50. Mancare di sale non ti impedisce di mangiare (Burundi)
  51. L’occhio del padrone fa lievitare molta pasta (Burundi)
  52. Il pugno che mangia senza donarti, quando è in difficoltà, tu non senti il suo grido di dolore (Burundi)
  53. Il debuttante che impara a condire, porta sempre con sé il cucchiaio (Burundi)
  54. Il piatto pigro odia colui che lo riempie di pasta (Burundi)
  55. Non si cuociono due teste nella medesima marmitta (Burundi)
  56. E’ meglio il cibo cattivo che niente di tutto (Burundi)
  57. Il goloso è punito dal suo ventre (Burundi)
  58. Una grossa pancia non serve come provvista (Burundi)
  59. Chi ha troppa fretta, mangia del cibo cotto a metà (Burundi)
  60. Il colmo della sfacciataggine è mangiare davanti agli altri senza dar loro niente (Burundi)
  61. Lo stolto ha mangiato il granaio del fulmine (Burundi)
  62. La nostalgia è cacciata via dalle palline di pasta (Burundi)
  63. L’uccellino non becca in mezzo alla folla (Burundi)
  64. Una sola pietra nel focolare non permette di fare la cucina (Burundi)
  65. L’onore è a colei che cucina (Burundi)
  66. Nel petto, c’è il cuore, non la pasta (Burundi)
  67. Non si impasta la pasta su quella del giorno prima (Burundi)
  68. Colui che si accontenta di inghiottire la pasta non si rende conto che colei che ha macinato la farina è stanca (Burundi)
  69. L’invidioso scorreggia mentre mangia (Burundi)
  70. Colui che assaggia tutti i piatti non può essere servitore (Burundi)
  71. Le formiche chiacchierano intorno a un osso, gli uomini attorno a una zucca di birra (Burundi)
  72. Il seme che un altro macina non è mai duro (Burundi)
  73. Un membro della famiglia ha mangiato del cane e tutta la tribù è stata disonorata (Burundi)
  74. Il bambino che mangia come una mucca, morirà come un cane (Burundi)
  75. Il bambino che non ha mai viaggiato pretende che solo sua madre impasta bene la pasta (Burundi)
  76. Il bambino ha mangiato la pernice e la madre ha vomitato le piume (Burundi)
  77. La zucca amara diventa spesso più grossa che le zucche dolci (Burundi)
  78. Il procedimento della pasta si arresta quando i legumi sono cotti (Burundi)
  79. Chi vuole delle grida, prepara del succo di banane (Burundi)
  80. Chi non riempito la bocca, non riempirà la pancia (Burundi)
  81. Chi fa il difficile sul cibo, si pentirà durante la giornata (Burundi)
  82. Chi consiglia di prendere poca salsa non mancherà di prenderne molta di più (Burundi)
  83. Se i topi rosicchiano le provviste, vuol dire che la candela è spenta (Madagascar)

*missionario saveriano

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


5 × otto =