Home » • Salerno

Salerno: Carisal, Cantarella “Nuovo anno all’insegna del cambiamento nell’impegno sociale”

Inserito da on 19 dicembre 2017 – 06:19No Comment

Il 2017 è stato un anno di investimenti che ha portato cambiamenti nell’attività istituzionale della Fondazione Carisal dettati dalle previsioni del protocollo ACRI /MEF sottoscritto il 22/04/2015. Le modifiche allo statuto, il rinnovo del Consiglio di Amministrazione, la gestione del patrimonio, l’adeguamento alle previsioni del protocollo ACRI /MEF in materia di selezione delle richieste di contributi e di valutazione dei risultati, il sostegno al “Fondo povertà educative minorile”, lo sviluppo del progetto di ristrutturazione del Complesso Conventuale di San Michele, sono le grandi tematiche su cui la Fondazione è stata maggiormente impegnata.
BANDI TEMATICI
La principale novità del 2017 è la pubblicazione di cinque Bandi per settore, in sostituzione del bando generico annuale, rivolti ad iniziative centrate su specifiche aree tematiche, con la destinazione del plafond complessivo di euro 117.885,00, messo a disposizione per i bandi nell’anno 2017, a valere sul bilancio al 31.12.2016. Il piano di erogazione attraverso bandi tematici è stato definito, ad avvenuto insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione.

La ripartizione dei fondi è stata tesa a realizzare una equilibrata destinazione delle risorse fra i diversi ambiti di intervento, nonché a rispondere agli obiettivi prioritari di intervento della Fondazione, quali il contrasto alla povertà e alle fragilità sociali, la valorizzazione e la crescita dei giovani. I cambiamenti “operativi” introdotti attraverso i bandi tematici, rappresentano un primo importante risultato conseguito dalla
Fondazione Carisal, alla luce del recente accordo ACRI /MEF, che impegna tutte le Fondazioni ad un maggior ascolto e confronto con il territorio, all’analisi dei problemi emergenti, a scelte rispondenti ai bisogni rilevanti, ad un forte investimento sulla valutazione e diffusione dei risultati ex post dei progetti e degli interventi promossi. Il piano di erogazione 2017 adottato interessa i cinque settori rilevanti di intervento.
Settore “Attività Sportiva”
Bando 1 /2017 Area “Inclusione sociale dei giovani attraverso lo sport”, Euro 40.000
Obiettivi: stimolare e favorire l’inclusione sociale attraverso l’attività sportiva soprattutto da parte di giovani italiani e stranieri del territorio di Salerno e della sua provincia, che per ragioni familiari, economiche, sociali o di impedimento psico-fisico, non accedono alla pratica sportiva; promuovere lo sport come strumento educativo e di soluzione al disagio sociale, attraverso il coinvolgimento e il confronto, per incoraggiare l’integrazione e la socializzazione di chi lo pratica.
Soggetti proponenti: Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD) iscritte da almeno due anni al Registro Nazionale delle ASD del CONI, con almeno 50 tesserati e aventi nell’oggetto sociale il riferimento all’organizzazione di attività sportive dilettantistiche e di promozione sociale; Federazioni o Enti di Promozione Sportiva che abbiano almeno 50 organizzazioni affiliate aventi sede legale e/o operativa nella provincia di Salerno.
Contributo per progetto: fino a Euro 4.000 Settore “Volontariato, filantropia e beneficenza”
Bando N.2/2017 Area “Povertà e fragilità sociali” Euro 35.000,00
Obiettivo sostenere interventi di contrasto alla povertà e di supporto all’inclusione sociale, volti a restituire dignità e alternative possibili a coloro che si trovano in situazioni di difficoltà ed a rischio di emarginazione ed a creare occasioni di integrazione e di coesione sociale nel territorio della provincia di Salerno. I beneficiari sono persone o famiglie (soprattutto con la presenza di minori) in condizioni di disagio e/o a rischio di emarginazione; persone senza dimora e con particolari fragilità; minori e giovani in difficoltà.
Soggetti Richiedenti: Organizzazioni senza scopo di lucro del territorio, enti ecclesiastici, cooperative e imprese sociali.
Contributo per progetto: fino a Euro 3.500.
Settore “Educazione istruzione e formazione”
Bando N.3/2017 Area “Svantaggio scolastico / BES – Bisogni educativi speciali”, Euro 22.885,00
Obiettivi: favorire la formazione degli studenti in una scuola di qualità, che sia inclusiva e competitiva con lo sviluppo di competenze solide, capaci di affrontare la vita, in una scuola aperta al territorio, per contrastare la dispersione scolastica, il bullismo e potenziare il diritto allo studio degli studenti svantaggiati e che allo stesso tempo consenta agli insegnanti di lavorare, avendo gli strumenti giusti; sostenere le attività in grado
di favorire l’integrazione scolastica e formativa degli studenti, in particolar modo degli alunni con bisogni educativi speciali (BES): diversamente abili, DSA, stranieri etc) al fine di agevolare il loro inserimento sociale, scolastico e lavorativo.
Soggetti proponenti: istituti scolastici statali o paritari del primo e del secondo grado di istruzione, altri soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro che operano nel settore da almeno 3 anni.
Contributo per progetto: fino a Euro 2.500
Settore “Arte, attività e beni culturali”
Bando n. 4/2017 Area “Eventi culturali”, Euro 10.000,00
Obiettivo: sostenere la crescita culturale del territorio attraverso la realizzazione di eventi e iniziative artistiche, musicali e culturali, volte a favorire l’accesso alla cultura e la più ampia partecipazione di pubblico, a valorizzare i giovani e a stimolare la crescita del
territorio della provincia di Salerno; Soggetti proponenti: enti ecclesiastici, organizzazioni senza scopo di lucro, cooperative e imprese sociali.
Contributo per progetto: fino a Euro 1.000
Settore “Ricerca Scientifica e Tecnologica”
Bando n. 5/2017 Area “Borse di ricerca” Euro 10.000,00
Obiettivo: finanziare 4 borse di ricerca a giovani ricercatori residenti nella Provincia di Salerno, dalla durata di 1 anno ciascuna per giovani ricercatori al fine di sostenere l’attività di ricerca e l’innovazione tecnologica sui temi dello sviluppo economico e sociale, per rispondere più efficacemente ai bisogni della comunità ed al miglioramento della qualità della vita.
Obiettivo del bando è la valorizzazione e la fruizione della porzione, in corso di recupero, del Complesso Conventuale San Michele, sede istituzionale della Fondazione, sito nel centro Storico di Salerno, in Via Bastioni 14.
Soggetti proponenti Enti universitari e Centri di ricerca pubblici o privati ( senza scopo di lucro) operanti sul territorio nazionale.
Contributo per borsa di studio: Euro 2.500
Tale modalità sarà confermata anche per il 2018, come previsto nel Documento Programmatico Previsionale per il nuovo anno, in cui la Fondazione ha ridefinito il proprio intervento in linea con le previsioni del Protocollo di Intesa ACRI/MEF stabilendo di operare:
 Progetti propri promossi dalla Fondazione, in collaborazione anche con altri soggetti pubblici e privati per rispondere a specifiche esigenze del territorio e realizzati con risorse proprie, di terzi o da fundraising;
 Progetti istituzionali e/o grandi eventi che la Fondazione supporta, anche in continuità, riconoscendone il valore e l’importanza per il territorio di riferimento;
 Bandi per settore con specifiche caratteristiche emanati durante l’anno per orientare le organizzazioni del territorio verso obiettivi specifici che la Fondazione intende raggiungere per ciascun ambito di intervento;
 Extrabando per iniziative e progetti su tematiche coerenti con gli obiettivi programmatici strategici che non siano state già finanziate sui bandi per settore. I bandi tematici sono frutto di un lavoro teso ad operare in un rapporto di maggiore ascolto e di prossimità con il territorio, ad
acquisire una migliore conoscenza delle organizzazioni che vi operano e dei bisogni emergenti, rafforzare la rete sociale esistente per contribuire con interventi sempre più efficaci e rispondenti ai fabbisogni espressi dal territorio. La Fondazione opererà un monitoraggio costante dei risultati ottenuti dai progetti finanziati.

Un’altra novità molto importante è quella che nell’ambito della riorganizzazione complessiva delle modalità di rendicontazione dei contributi è stato introdotto anche un Manuale della rendicontazione e le linee guida per la comunicazione dei progetti finanziati. Crediamo che tali strumenti ci consentiranno di rafforzare l’interazione tra la Fondazione e i beneficiari dei fondi, nel pianificare i costi rendicontabili e nel programmare in anticipo tutte le azioni di comunicazione dei progetti da noi finanziati. Grazie all’introduzione delle nuove procedure sono stati previsti altri momenti formativi, a testimonianza della vicinanza della Fondazione alle organizzazioni del territorio.
I Bandi saranno pubblicati a partire da domani 20 dicembre 2017 e saranno consultabili e scaricabili dal sito web della Fondazione.
PROGETTI E EROGAZIONI 2017
La Fondazione nel corso del 2017 ha stanziato complessivamente Euro 206.000,00, di cui Euro 117.885,00, su bandi tematici. Ha pertanto erogato contributi per Euro 87.950,00 a sostegno di n 21 iniziative e progetti pervenuti Extrabando o direttamente promossi dalla Fondazione Carisal. In particolare, nel settore Volontariato, Filantropia e Beneficenza l’intervento ha riguardato l’erogazione di risorse al Fondo nazionale per il contrasto della povertà educativa minorile” istituito dall’ACRI e a sostegno della Fondazione con il Sud.
Nel settore Arte attività e beni culturali, è stato promosso e realizzato il convegno “La magia del volontariato” nell’ambito del Giffoni Experience e Giffoni Film Festival 2017. E’ stato sostenuto un progetto proprio nel settore Educazione, Istruzione e formazione relativo alla realizzazione del progetto Conoscere la Borsa edizione 2017/2018. In occasione delle festività natalizie, sono state erogate donazioni a favore di organizzazioni del territorio e n. 20 sussidi economici in favore di famiglie in difficoltà. E’ stato, inoltre, sostenuto un intervento a favore delle zone terremotate del Centro Italia con l’acquisto di attrezzature informatiche destinate a strutture del Comune di Città Reale, danneggiate dal recente sisma. Tali attrezzature sono state consegnate da una delegazione salernitana lo scorso 13 dicembre.
PROGETTI RILEVANTI IN CORSO DI REALIZZAZIONE
 Progetto San Michele
La Fondazione Carisal ha elaborato un Piano Strategico con l’obiettivo di cogliere nuove opportunità finanziarie e progettuali mantenendo e potenziando, al contempo, il proprio ruolo di ente al servizio della comunità. Il Piano vuole essere modello strutturale ed innovativo per una smart comunity, con l’intento di sostenere e promuovere la coesione sociale con ricadute positive, dirette e indirette, anche sul piano economico e di migliorare le condizioni di vita della comunità di riferimento. In attuazione di uno degli obiettivi previsti dal Piano, la Fondazione è attualmente impegnata nel progetto di recupero della struttura dell’ex convento San Michele, nell’ottica di valorizzare un importante patrimonio storico-culturale-artistico del centro storico di Salerno. Il progetto di ripristino e la riqualificazione del San Michele è volto non soltanto alla doverosa preservazione del patrimonio della Fondazione, ma anche al miglior utilizzo dell’edificio storico, per offrire una nuova opportunità di sviluppo alla comunità locale. A tale scopo sarà pubblicato il giorno 20 dicembre p.v. sul sito web della Fondazione l’avviso per la manifestazione
d’interesse di indagine e ricerca dei soggetti interessati a partecipare alla procedura di selezione per l’affidamento di esecuzione dei lavori di “Ripristino e riqualificazione strutturale del complesso monumentale San Michele” che risponde ai canoni di trasparenza e indipendenza dell’ente.
 Celebrazione del 25° anniversario di attività della Fondazione Carisal “1997 – 2017”
Il 16 dicembre ha preso avvio il programma di celebrazione del 25° anniversario di attività della Fondazione Carisal con il sostegno del “Concerto di Natale 2017”, a cura del Coro della Diocesi di Salerno, Campagna e Acerno e dell’Orchestra Sinfonica di Salerno Claudio Abbauto.
Il Progetto prevede la realizzazione di un programma di iniziative nel corso del 2018, che saranno individuate in collaborazione con le organizzazioni del territorio e fra queste, il progetto di lancio per la valorizzazione dell’antica Nuceria nell’Area Archeologica di Nuceria Alfaterna attraverso un progetto di ricerca volto a recuperare l’antica relazione urbanistica tra Pompei e Nuceria e gli altri centri dell’Agro, legata al ripristino virtuale della Antica Via Consolare Nuceria.

La celebrazione del 25° anniversario della Fondazione rappresenterà un’occasione di apertura alla città e di racconto del percorso che negli anni ha consentito alla Fondazione di avere un proprio patrimonio per scopi di utilità sociale e di dare continuità all’azione filantropica della “Cassa di Risparmio”, da cui origina. Sarà una occasione per testimoniare l’attività filantropica realizzata nel tempo, nei settori rilevanti di intervento,
privilegiando i bisogni emergenti del territorio: il disagio sociale, la dispersione scolastica, la formazione, l’ambiente, i giovani,
oltre agli ambiti dell’arte, della cultura e dei beni culturali, nei quali la Fondazione è più presente.
 Progetto “Conoscere la borsa” – edizione 2017/2018
Per l’11° anno consecutivo, la Fondazione partecipa al progetto “Conoscere la Borsa” (27 settembre 2017- 13 dicembre 2017) rivolto agli studenti delle scuole superiori ed universitari, con lo scopo di approfondire e diffondere la conoscenza economica e finanziaria attraverso una competizione on line che simula la partecipazione al mercato borsistico. La Fondazione ha coinvolto 19 Istituti Scolastici (18 di Salerno e
Provincia e 1 di Formia) ognuno con 1 squadra di studenti e l’Università degli Studi di Salerno (Dipartimenti Dises e Disa- Mis) con complessive 10 squadre di studenti universitari, ciascuna composta da 4 studenti e 1 docente referente.

 Progetto “Le notti di Barliario” – edizione 2017
Iniziativa promossa dalla Associazione Culturale “Porto delle nebbie” realizzata in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, che ha previsto un week-end all’insegna della letteratura del giallo e del noir in cui sette autori giallisti di fama hanno presentato nella nostra città i loro romanzi più recenti, tenendo incontri con le scuole (studenti dei licei classici della città) e talk show. La Fondazione per l’edizione 2017 e 2018 (in corso) si è occupata dei rapporti con le scuole coinvolte, ha messo a disposizione la propria sede per la realizzazione degli incontri con le scuole e ha donato agli studenti coinvolti i libri degli scrittori intervenuti con l’intento di promuovere la conoscenza del genere letterario trattato e l’obiettivo di stimolare maggiormente l’interesse per la rassegna.
 Progetto “GREEN JOBS – promuovere le competenze imprenditoriali in ambito green” – ACRI
La Fondazione Carisal intende valorizzare il proprio impegno nell’ambito della green economy e dei green jobs tra i giovani, in continuità con l’azione avviata con il Campania Eco Festival. L’intervento in tale ambito rappresenta una risposta potenzialmente importante in termini di occupazione e di ripercussioni sulla sostenibilità ambientale del tessuto produttivo. A tale scopo, la Fondazione intende valutare l’adesione al progetto “GREEN JOBS – promuovere le competenze imprenditoriali in ambito green” promosso dalla Commissione Ambiente di ACRI
alle fondazioni interessate al tema dei green jobs.

 Progetto Premio Fondazione Bottari Lattes 2017/2018 La Fondazione ha aderito nel 2017 al progetto Premio Bottari Lattes, volto a diffondere la cultura ed in particolare la lettura tra i giovani, promosso dalla Fondazione Bottari Lattes e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, che sostiene la sezione il Germoglio, al fine di diffondere il Premio Lattes a livello nazionale, coinvolgendo le Fondazioni bancarie e altre scuole
dei territorio italiano attraverso le diverse iniziative previste. L’adesione della Fondazione Carisal ha reso possibile la partecipazione di giovani della nostra provincia ed, in particolare degli studenti del Liceo Vico di Nocera Inferiore, ad un progetto a carattere internazionale con il coinvolgimento di una rappresentanza di studenti interessati a leggere e valutare libri in concorso in qualità di giurati del Premio. L’Istituto scolastico individuato si occuperà di organizzare in collaborazione con la Fondazione Bottari Lattes e la Fondazione Carisal le varie attività finalizzate alla partecipazione alla Giuria , di uno o più incontri con gli scrittori finalisti presso la scuola e di partecipare, attraverso i propri studenti giurati, alla cerimonia di Premiazione presso il Castello di Grinzane, ad ottobre 2018.
PROGETTI DA FUND RAISING
La Fondazione ha partecipato a n. 7 bandi nazionali e comunitari con l’approvazione di n 5 progetti. Di questi quelli realizzati nel 2017:
Progetto “Insieme appassionata…mente” – Avviso pubblico Scuola Viva ” (Fondi Por Campania FSE 2014-2020 – Burc.
Giunta Reg. Campania“ n. 31 del 16/05/16) realizzato in collaborazione con l’Istituto comprensivo Giovanni Paolo II di Salerno (ente capofila) nell’anno scolastico 2016-2017 allo scopo di contrastare il fenomeno della dispersione scolastica ed, in particolare, del disagio scolastico e della scarsa motivazione degli studenti.
Progetto Migliori..Amo (Avviso pubblico Miur – Piani di Miglioramenti (ex DM 663/16 art. 27 c.2 lett. a.) realizzato in collaborazione con l’Istituto Scolastico Giovanni Paolo II (soggetto capofila) ed una rete di Istituti Scolastici di Salerno e Provincia nell’ambito dei Piani di Miglioramenti (ex DM 663/16 art. 27 c. 2 lett. a) con attività di progettazione e organizzazione di un modulo formativo rivolto a Dirigenti e Docenti e personale amministrativo della scuola sulla comunicazione interna ed esterna della scuola e sul bilancio sociale, attività di tutoring
durante il corso strutturato in 5 incontri.
Progetto di Alternanza Scuola Lavoro ( Fondi Miur ex Decreto Ministeriale MIUR n. 435 del 16 giugno 2015 e smi) con il coinvolgimento di 22 giovani studenti della quarta classe dell’Istituto R. Pucci di Nocera Inferiore nel corso dell’anno scolastico 2016/2017 (dal 3 aprile 2017 al 9 maggio 2017) per complessive n. 42 ore, con attività di stages da parte degli studenti presso la sede della Fondazione sulle principali attività di gestione e operative della Fondazione Carisal (programmazione, bilancio, redazione e gestione dei progetti), precedute da una sessione
formativa da parte della Fondazione Carisal presso l’Istituto Scolastico interessato con la presentazione della storia delle Fondazioni di origine bancaria, con riguardo particolare, alla Fondazione Carisal e sulle attività che svolge al servizio del territorio di riferimento.
Sono in corso di realizzazione: Progetto “T.R.E.N.D. – Targeting Recognition of compEtences and qualificatioNs for inDustry 4.0”
Ammesso al finanziamento del Programma Erasmus Plus – Azione chiave KA1 – progetto di mobilità transnazionale promosso in collaborazione con Glocal srl e rivolto a 100 giovani neo diplomati della Regione Campania che svolgeranno un tirocinio professionale della durata di 6 mesi, in aziende inquadrabili nel settore dell’industria 4.0 operanti in Regno Unito, Irlanda, Spagna, Malta e Olanda.
Progetto PANTHAKU’ – Educare Dappertutto, ammesso alla seconda fase di valutazione del Bando 2016 “Adolescenza fascia di età 11-17 anni” Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile per il triennio 2016/2018 promosso in collaborazione con “Associazione Amici dei Bambini Campania – AIBI”, per contribuire al contrasto del fenomeno della dispersione scolastica della fascia di età 11-15 in Campania, intervenendo su tre target di beneficiari: insegnanti, studenti e famiglie.
Progetti P.O.N. FSE 2014-2020 – “PER LA SCUOLA” Competenze e ambienti per l’apprendimento –Avviso pubblico del MIUR n. 950 del 31/01/2017 Asse I – Istruzione – Obiettivo Specifico 10.2 – Azione 10.2.5 – (in attesa di esito) in qualità di partner con l’ Istituto Scolastico di istruzione secondaria Alfano I di Salerno ha presentato diversi Progetti con l’obiettivo di migliorare il sistema d’istruzione e favorire l’innalzamento e l’adeguamento delle competenze degli alunni.
La GESTIONE DEL PATRIMONIO
La mission della Fondazione è orientata alla redditività del patrimonio allo scopo di investirne i proventi in iniziative di sviluppo finalizzate alla crescita del territorio. Infatti, quale organizzazione non profit, le fondazioni hanno la duplice veste di erogatori di risorse per il perseguimento delle finalità statutarie, e di investitori (istituzionali) alla ricerca di rendimenti adeguati per mantenere il patrimonio e continuare a sostenere lo sviluppo delle collettività di riferimento. Nel processo di definizione dell’asset allocation, le strategie di investimento sono definite tenendo conto di due aspetti importanti:
a) l’individuazione di un rendimento obiettivo quale reddito medio da realizzare nell’orizzonte temporale considerato; b) il grado di rischio che la Fondazione può conseguire in misura coerente con i propri obiettivi. In particolare la gestione finanziaria nelle Fondazioni bancarie ha assunto un ruolo sempre più importante e difficile in relazione alla maggiore complessità dei mercati finanziari registrata negli ultimi anni.
Sotto questo aspetto le esigenze di diversificazione si sono trasformate nel tempo, passando da un concetto tradizionale di diversificazione tra mercati a quello di diversificazione tra prodotti, stili di investimento e strumenti finanziari, e, negli ultimi anni, si è intensificato il ricorso a strumenti alternativi. Pertanto la programmazione finanziaria e la contestuale strategia di investimento risulta sempre più orientata verso la ricerca di soluzioni finanziarie più complesse, con scelte di impiego maggiormente diversificate ed innovative rivolte sia all’economia
reale sia all’impegno sociale. Per il perseguimento di tali obiettivi, in primo luogo, la Fondazione ha acquisito partecipazioni azionarie (CDP e CDP Reti) che rappresentano un impiego del patrimonio in attività che contribuiscono al perseguimento delle finalità istituzionali e allo
sviluppo del territorio, attuando il nuovo corso delle scelte strategiche patrimoniali.
Il Piano Programmatico Pluriennale 2017-2019 evidenzia la suddetta strategia di privilegiare la diversificazione degli investimenti, sia di breve che di medio-lungo termine, considerando indispensabile il giusto bilanciamento tra redditività e rischio, nonché la scelta di attività finanziarie.
Tale obiettivo segue la strategia applicata in generale dalle fondazioni bancarie italiane che nel tempo, stanno utilizzando una sempre maggiore diversificazione e una graduale crescita anche delle asset class non tradizionali, quali il private equity e private debt, così come si esaminano sempre più frequentemente iniziative realizzate in collaborazioni con altre fondazioni. Inoltre è importante per la Fondazione anche tenere presente i fattori ESG negli investimenti di natura finanziaria riservando una maggiore attenzione alle iniziative cosiddette di finanza
sostenibile, in grado di contemplare criteri etici e meramente finanziari nelle decisioni di investimento.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.